Stai leggendo: James Franco è stato accusato di molestie dalle studentesse del suo corso di recitazione

Letto: {{progress}}

James Franco è stato accusato di molestie dalle studentesse del suo corso di recitazione

Due ex studentesse della scuola di recitazione di James Franco hanno accusato l'attore e i suoi colleghi di averle sfruttate sessualmente durante i corsi. Gli avvocati della star hanno prontamente risposto annunciando una ferma risposta in sede legale.

L'attore James Franco Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Due donne hanno intentato causa a James Franco e la sua scuola di recitazione Studio 4, asserendo di essere state sfruttate sessualmente dall’attore e dai suoi colleghi quando erano studenti presso l’istituto. I legali di Franco hanno subito risposto smentendo le accuse.

A citare in giudizio la star di The Disaster Artist sono Sarah Tither-Kaplan e Toni Gaal, le quali dichiarano che gli accusati “hanno tenuto comportamenti ampiamente inappropriati e connotati sessualmente nei confronti delle studentesse strumentalizzando in modo sessuale la loro autorità di insegnanti e datori di lavoro nel prospettare l’opportunità di lavorare nei loro progetti”. Secondo i documenti depositati, queste azioni “hanno portato all’instaurazione di un ambiente di molestie e sfruttamento sessuale sia dentro che fuori dalle classi”.

James Franco ha aperto la scuola di recitazione nel 2014, con sedi a Los Angeles e New York, e l’ha chiusa tre anni dopo. Le donne riportano di aver pagato una retta mensile di circa 300 dollari, e che la scuola offriva corsi ulteriori di specializzazione per costi fino a 2mila dollari ciascuno, e uno di questi (750 dollari) era incentrato solo sulle scene di sesso. Nella causa si afferma che gli studenti che volevano iscriversi a quest’ultimo corso dovevano registrare un provino e firmare per la cessione dei diritti su quelle registrazioni.

L'attore james francoHDGetty Images

Il New York Times, che ha diffuso la notizia, scrive: “La causa chiede risarcimento dei danni monetari e la restituzione o distruzione di qualsiasi registrazione video degli ex-partecipanti alla scuola Studio 4, così come l’instaurazione di una class-action così che qualsiasi altra donna che abbia vissuto esperienze simili possa unirsi all’azione legale”.

James Franco, che già l’anno scorso era stato oggetto di accuse nel segno di #MeToo e aveva affermato pubblicamente di essere disposto a scusarsi e risarcire chiunque si fosse sentito offeso dai suoi comportamenti, nonché ad ascoltare e se necessario cambiare il suo modo di agire, stavolta ha risposto a queste ultime accuse tramite i suoi legali.

La Tilther-Kaplan, in particolare, era tra le donne che già in passato si erano mosse contro Franco, e in questa occasione ha detto: “Non riesco a dormire la notte sapendo che il mio farmi avanti, originariamente, non ha portato ai risultati sperati. Ancora non c’è stata alcuna azione che dimostri, pubblicamente, che queste persone hanno capito di aver agito male e a danneggiando altri e che non possono ripetere tali comportamenti”.

Gli avvocati dell’attore, però, sembrano sicuri di uscire vincitori in giudizio, e anzi pare che Franco voglia chiedere un risarcimento danni alle querelanti: “Non è la prima volta che vengono formulate accuse del genere e in passato sono già state confutate”, afferma l’avvocato Michael Plonsker. “Non abbiamo avuto opportunità di visionare a fondo il reclamo basato su informazioni non corrette poiché è stato fatto trapelare dalla stampa prima ancora di essere depositato e al nostro cliente deve ancora arrivare la notifica ufficiale”.

James non solo si difenderà, ma agirà per chiedere il risarcimento danni dalle querelanti e i loro avvocati per aver depositato intentato una causa volgare in cerca di pubblicità.

Cosa pensate di questa causa legale?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO