Stai leggendo: Instagram, in arrivo la funzionalità contro il bullismo online

Letto: {{progress}}

Instagram, in arrivo la funzionalità contro il bullismo online

Instagram sta per lanciare una nuova funzionalità, che permetterà ai propri utenti di difendersi dal bullismo online. 'Silenzia' sarà il modo per togliere la voce ai bulli, i quali non si accorgeranno di essere stati "bloccati".

Instagram iStock

0 condivisioni 0 commenti

È in arrivo una nuova funzionalità su Instagram, che permetterà di difendersi dal bullismo online. Commenti e messaggi negativi e offensivi possono ferire profondamente una persona, ancora di più quando quest’ultima è un adolescente in fase di crescita.

Il bullismo virtuale, purtroppo, è una realtà e un problema che va affrontato come si farebbe nel mondo reale, perché il dolore provocato è lo stesso. Per risolvere la questione, già da tempo, i social network hanno cercato di attivarsi per proteggere il più possibile i propri utenti, filtrando frasi aggressive.

Adesso, Instagram - app che permette di scattare foto, creare video e storie, applicare filtri e condividere il tutto con i propri follower - si sta mettendo in prima linea introducendo la nuova funzione “Silenzia”, simile a quella già presente su Facebook: sarà, quindi, possibile silenziare i commenti di un determinato utente – questi non saranno più visibili - senza doverlo per forza bloccare. A differenza del blocco, dunque, il bullo potrà continuare a leggere i post, ma non capirà di essere stato silenziato; dal canto suo, l’utente vittima vedrà comparire il commento, ma non leggerà il contenuto.

Per attivare la funzionalità “Silenzia”, basterà scorrere il messaggio incriminato verso sinistra, oppure andare nelle impostazioni alla voce “Privacy”, o ancora recarsi direttamente nell'account della persona da oscurare. La nuova funzionalità può essere definita una sorta di moderazione dei propri post.

Oltre a tutto ciò, una volta attivata, non si riceveranno messaggi diretti e notifiche da parte della persona incriminata: finirà tutto automaticamente in “Richieste di Messaggi”, ma l’utente che li avrà inviati non saprà mai se sono stati letti o meno. Il “Silenzia” è, ad ogni modo, reversibile.

La motivazione che sta dietro questa importante decisione è – come detto prima – la lotta al bullismo digitale e all’odio; motivo per cui è stato scelto di non permettere ai bulli di capire che sono stati silenziati, perché ciò potrebbe alimentare ancora di più il loro comportamento.

Recentemente, l’app sviluppata da Kevin Systrom e Mike Krieger e oggi proprietà della Facebook Inc. ha anche eliminato il numero dei like dai profili dei suoi utenti.

Che ne pensate di questi cambiamenti?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO