Stai leggendo: Cosa vedere a Monaco oltre all'Oktoberfest

Letto: {{progress}}

Cosa vedere a Monaco oltre all'Oktoberfest

Scoprite tutte le attrazioni da visitare nella stupenda capitale della Baviera oltre al famosissimo Oktoberfest.

Uno scorcio di Monaco di Baviera iStockphoto

0 condivisioni 0 commenti

Se vi sentite già soffocare dai mille impegni che inevitabilmente si ripresentano al rientro in città dopo le vacanze estive, un’ottima opzione è regalarsi un weekend.

Se amate la natura potete optare per un break lungo le strade del vino o alla scoperta dei più bei foliage mentre se preferite visitare le città potete cogliere l'occasione di vivere l’atmosfera festosa dell’Oktoberfest di Monaco e poi scoprire le tante attrazioni di questa città.

La capitale della Baviera offre ai suoi visitatori l’opportunità di ammirare interessanti edifici storici come il Vecchio e il Nuovo Municipio con lo stupendo carillon animato e di visitare luoghi di culto come la suggestiva Cattedrale di Nostra Signora, su cui aleggia un’inquietante leggenda, e musei come il Deutsches Museum, la più grande esposizione al mondo dedicata alla scienza e alla tecnica.

Non mancano inoltre spazi verdi come l’Englischer Garten dove cercare quiete lontani dall’allegra frenesia dell’Oktoberfest e vivaci quartieri dove vivere una Monaco bohémienne del tutto inaspettata.

Scoprite allora cosa vedere a Monaco oltre all’Oktoberfest inclusi tanti consigli su dove mangiare e dormire:

  1. Vecchio e Nuovo Municipio
  2. Cattedrale di Nostra Signora
  3. Deutsches Museum
  4. Englischer Garten
  5. Schwabing
  6. Come organizzare il viaggio a Monaco 

1 - Vecchio e il Nuovo Municipio

Una delle più interessanti attrazioni di Monaco sono il Vecchio e il Nuovo Municipio, Altes e Neues Rathaus, situati in Marienplatz, il cuore pulsante della cittadina tedesca.

Non appena si giunge di fronte a questi edifici l’attenzione è subito rapita dal Glockenspiel, l’orologio-carillon del Neues Rathaus che alle 11.00, alle 12.00 e alle 17.00 offre a cittadini e turisti uno stupendo spettacolo: le sue statuine iniziano ad animarsi e i loro movimenti richiamano la tradizionale danza inscenata dai mercanti di cavalli per scongiurare la peste.

L’Altes Rathaus custodisce invece al suo interno una vasta collezione di giocattoli antichi e il consiglio, per i più sportivi, è di raggiungere la sua cima salendo ben 306 gradini per godere di un panorama mozzafiato sull’intera città!

Il Vecchio e Nuovo Municipio e la piazza antistante visti dall'alto.iStockphoto
Il Vecchio e Nuovo Municipio di Monaco di Baviera.

2 - Cattedrale di Nostra Signora 

La Cattedrale di Nostra Signora, costruita in stile gotico nella seconda metà del 1400, è uno dei simboli di Monaco e un’attrazione decisamente imperdibile per chiunque si trovi a visitare questa città.

Questo luogo di culto si caratterizza per un aspetto severo e cupo e per la presenza di due torri alte ben 99 metri dalla curiosa cupola a forma di cipolla.

Una leggenda legata a questa cattedrale è che al suo interno è presente una mattonella in cui sarebbe impressa l’impronta del diavolo. Secondo la tradizione popolare, i costruttori della chiesa sfidarono Satana dicendo che avrebbero costruito una basilica senza finestre e, infatti, posizionandosi sulla mattonella e fissando l’altare non se ne vedono. Da questa prospettiva, le finestre sono coperte dalle colonne e il Diavolo si rese conto della presa in giro solo dopo la consacrazione della chiesa!

Il tetto rosso e le torri con la cupola a forma di cipolla della Chiesa di Nostra SignoraiStockphoto
La bella Chiesa di Nostra Signora svetta sui tetti di Monaco di Baviera.

3 - Deutsches Museum

Un break a Monaco per l’Oktoberfest può rappresentare un’ottima occasione per regalarsi un momento culturale e visitare il Deutsches Museum, ovvero il più grande museo della scienza e della tecnica del mondo. L’allestimento di questo museo è iniziato nel 1903 e la sede scelta è molto particolare: la piccola isola Kohleinsel che sorge in mezzo al fiume Isar che attraversa la città.

Lo scopo del museo è spiegare le varie fasi dello sviluppo della scienza e della tecnica dalle origini del mondo sino ad oggi, ripercorrendo la sua storia attraverso l’esposizione di oltre 2.800 oggetti.

All’interno del percorso museale vi sono, inoltre, numerose installazioni e giochi interattivi dedicati ai più piccoli per avvicinarli alla scienza in modo divertente e inusuale.

  • Informazioni utili: il Deutsches Museum è aperto dalle 9.00 alle 17.00, il biglietto d’ingresso per gli adulti costa 14 euro, per i ragazzi dai 6 ai 17 anni costa 4,50 euro mentre i bimbi fino a 6 anni entrano gratis. Sono previsti pacchetti d’ingresso scontati per le famiglie.
Il Deutsches Museum lungo il fiume Isar illuminato dalle luci della sera.HDWikipediaiStockphoto
Il Deutsches Museum la sera.

4 - Englischer Garten

L’Englischer Garten di Monaco è il luogo perfetto dove regalarsi un po’ di quiete e silenzio dopo le ore trascorse nella festosa atmosfera dell’Oktoberfest.

Questo immensa area verde che si estende per circa 4 km è uno dei più grandi parchi del mondo e al suo interno sono presenti interessanti costruzioni come la Japanische Teehaus realizzata in occasione delle Olimpiadi del 1982, il tempietto greco Monopteros e la Torre Cinese, un edificio in legno che ricorda una pagoda.

Una curiosità: tra la Japanisches Teehaus e il tempio greco si estendono degli ampi prati dove fin dagli anni ‘60 è consentito il nudismo.

Un tempietto neoclassio all'Englischer Garten di Monaco di Baviera.iStockphoto
Un bello scorcio dell'Englischer Garten di Monaco di Baviera.

5 - Schwabing

Per concludere il proprio weekend a Monaco è consigliata una passeggiata alla scoperta dello Schwabing, il vivace quartiere degli artisti situato a nord del centro storico.

Questo dedalo di pittoresche vie è diventato famoso alla fine del XIX grazie alla vicinanza di un'università e di un'accademia di belle arti e alla conseguente concentrazione di intellettuali, pittori, scultori, artisti e uomini dalle idee decisamente rivoluzionarie rispetto all’epoca in cui vivevamo

Oggi lo Swabing ha mantenuto un’affascinante atmosfera bohémienne e la sera le sue numerose birrerie e locali notturni brulicano di persone in cerca di svago e relax.

La Porta della Vittoria, un Arco del Trionfo allo SchwabingiStockphoto
La Porta della Vittoria che si trova all'inizio della Leopoldstraße, la principale via dello Schwabing.

Come organizzare il viaggio

Scoprite le principali informazioni per pianificare al meglio il vostro break a Monaco di Baviera.

Il clima 

La capitale della Baviera gode di un clima continentale caratterizzato da inverni molto freddi ed estati particolarmente calde. A causa della sua collocazione geografica a ridosso delle Alpi, Monaco è spesso investita da ondate di gelo che le attribuiscono il primato di città più fredda della Germania. Allo stesso tempo, soprattutto in Autunno, vi soffia il Föhn, un vento caldo e secco che provoca dei repentini aumenti della temperatura.

Prima di partire per Monaco è, quindi, consigliabile consultare attentamente le previsioni meteo e optare per look a cipolla che assicurano il comfort in ogni situazione.

Cosa mangiare a Monaco di Baviera

La cucina tipica bavarese propone numerosi piatti a base di carne, soprattutto, di maiale.

Tra le pietanze da provare durante un break a Monaco vi è lo stinco arrosto accompagnato da un gnocco di pane, würstel di tutti i tipi dai weisswurst bolliti al bratwurst grigliato, l'anatra arrosto e la wiener schnitzel, una cotoletta di vitello impanata.

Immancabili come contorno crauti e patate cucinate in ogni modo accompagnati dall’iconico bretzel.

Dove mangiare a Monaco di Baviera

Se volete assaggiare piatti tipici prenotate da Zum Augustiner, una vera e propria istituzione a Monaco situata vicino a Marienplatz. Questo locale che oggi presenta un'area birreria e una ristorante ospitava una delle più antiche fabbriche di birra della città ovvero l’Augustiner, trasferita poi in una zona periferica.

Se il tempo e le temperature lo consentono, per un pranzo veloce è consigliata una sosta al Koniglicher Hirschgarten, che con i suoi 8.000 coperti rappresenta il più grande biergarten, giardino della birra, della Baviera e probabilmente del mondo.


Dove dormire a Monaco di Baviera

Se desiderate alloggiare nel cuore di Monaco in una posizione strategica per raggiungere le sue principali attrazioni, prenotate all’Hotel Am Markt situato nella zona pedonale a un minuto a piedi da Marienplatz.

Nel caso preferiate le location più silenziose il consiglio è di optare per l’Hotel München Palace nei pressi del’Englischer Garten. Questa elegante struttura ricettiva offre un ristorante internazionale, una sauna, una palestra e su richiesta trasferimenti da/per l’aeroporto in porsche.

Vota anche tu!

Quale attrazione di Monaco di Baviera vorresti visitare?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO