Stai leggendo: Sveva Casati Modignani ritrova le “amiche del giovedì” in Segreti e Ipocrisie

Letto: {{progress}}

Sveva Casati Modignani ritrova le “amiche del giovedì” in Segreti e Ipocrisie

Sveva Casati Modignani torna in libreria con il suo nuovo romanzo, Segreti e Ipocrisie, che ha per protagoniste le amiche del giovedì di Festa di famiglia. Ecco che cosa ci ha raccontato la scrittrice milanese

Sveva Casati Modignani a Milano Paola Maria Farina

0 condivisioni 0 commenti

Quello di Sveva Casati Modignani è ben più di uno pseudonimo; nel corso degli anni questo nome ha definito una scrittura, uno sguardo, uno stile. Una Storia – anzi tante –, con la maiuscola. Quando incontriamo la scrittrice, è il tardo pomeriggio di un giovedì milanese e ci piace pensare che la scelta non sia affatto casuale.

L’occasione, infatti, è l’uscita del nuovo romanzo Segreti e Ipocrisie (Sperling & Kupfer) che vede riannodare i fili delle vite di Andreina, Carlotta, Gloria e Maria Sole. Le “amiche del giovedì sera”, appunto.

Fin dal suo ingresso, Bice Cairati  svela molto di sé: dimenticate la signora milanese di certo immaginario collettivo, perbenista e con lo sguardo che ti squadra dall’alto in basso. Sveva Casati Modignani ti osserva, certo, ma con la vista di chi sa leggerti dentro. In fondo, prima di scrivere bisogna osservare, e lei sa fare benissimo entrambe le cose.

Sveva Casati Modigliani incontra i giornalistiHDMondadori

“Scusate il ritardo” è la prima frase che pronuncia immediatamente seguita da un annuncio che la entusiasma: “In settimana mi aspettano sul set della mia serie TV preferita, bellissimo!”. Sciura milanese dall’animo di una ventenne, l’autrice ha il dono di farti vivere nei suoi racconti una vita che pare scorrerti davanti, che sia un aneddoto personale o la trama di un libro.

E per la prima volta nella sua carriera, le pagine di un suo romanzo tornano a protagoniste già note, una scelta di cui chiediamo le ragioni: “Segreti e Ipocrisie è nato per caso. Solitamente alterno, da tempo, un romanzo lungo a una storia più breve, ma per questi personaggi mi sono accorta che dovevo chiudere la storia di ciascuna di loro.”

“Posso già dirvi, quindi, che dopo questo, ci saranno anche un terzo e un quarto libro. – aggiunge – Non è certo un’operazione voluta ma è stato, ripeto, un caso.” Così, le quattro amiche che hanno conquistato lettori e lettrici in Festa di famiglia, fanno il loro ritorno illuminate da una leggerezza che nasconde percorsi difficili.

Non so come nascano i miei personaggi, io cerco di stare molto coi giovani, ascolto le loro storie; le carampane della mia età mi annoiano. Qualche volta, però, le nonne sono più giovani delle nipoti.

E dal titolo si evince un passato familiare in cui il perbenismo proibiva di incrinare la rispettabilità di intere generazioni, così “sia Maria Some sia il fratello filippo sono cresciuti in una famiglia piena di ombre e cose non dette”, spiega l’autrice che mette al centro della nuova trama un’amicizia tutta al femminile.

“Volevo far vedere quanto sono importanti l’amicizia fra donne e la solidarietà femminile. Vorrei che si facesse più squadra, perché insieme siamo più forti.” Un’utopia? “Il problema è che facciamo fatica a capire un rapporto sincero perché ci sono sempre di mezzo gelosie e invidie, sono queste a rovinare tutto. Se invece ci mettessimo insieme ne avremmo tutte dei grossi vantaggi; bisogna imparare a coalizzarsi: quando siamo unite, diventiamo una famiglia.”

Amo i miei personaggi finché li racconto poi, quando la storia finisce, ci diciamo addio e io parto per una nuova avventura.

Sta forse qui la morale, o forse solo l’augurio, di Segreti e Ipocrisie, mentre la scrittura di Sveva Casati Modignani si tiene sempre lontana da ogni moralismo ed è allergica anche nel dare consigli. “Io di messaggi non ne ho mai per nessuno, faccio fatica ad averne per me, figuriamoci. Così come non mi piace dare consigli, siamo bravissimi a sbagliare da soli e sono convinta che ognuno debba essere libero di fare le proprie scelte.”

Potrei anche scrivere di famiglie nate nella bambagia e poi cadute nella miseria ma mi intristirebbe. Devo vivere per settimane, anzi mesi in compagnia di questi personaggi e quindi devo stare su di morale.

Mentre l’incontro volge al termine, chiediamo alla scrittrice se non pensa che Maria Sole, Andreina, Carlotta e Gloria sarebbero perfette in televisione o al cinema. “Non devi dirlo a me, io scrivo e basta. In passato due miei libri sono stati sceneggiati e ho apprezzato il risultato, ma non è certo la mia ambizione.”

Segreti e Ipocrisie, il nuovo romanzo di Sveva Casati Modignani

Sperling & Kupfer

Segreti e ipocrisie
Segreti e Ipocrisie, il nuovo romanzo di Sveva Casati Modignani

Sperling & Kupfer

Segreti e ipocrisie

€ 13,50

Così arriva il tempo di salutarsi e congedare le “amiche del giovedì”: hanno una vita ancora tutta da vivere.

Voto8/10

La scrittura della Modignani conquista con la sua freschezza e le quattro amiche del giovedì raccontano uno spaccato contemporaneo in cui non è difficile trovare qualcosa di sé.

Paola Maria Farina

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO