Il giardinaggio è chic, green ed ecosostenibile nella sfilata di Dior

Un look Dior PE 2020

La magia di un giardino inclusivo, con un mood da pennellate impressioniste, ha rappresentato la sfilata ecosostenibile di Dior, mai così attuale per proiettare verso un 2020 green e consapevole.

Nel 2020 l’ecosostenibilità, la salvaguardia del pianeta e la cura dell’ambiente saranno ancora più centrali, cruciali, imprescindibili. La situazione è allarmante, gli oceani sono sotto un’eterna minaccia, la natura reclama un contatto più viscerale con l’uomo. Fiori, piante, foglie, distese erbose diventano elementi narrativi per congiungere l’urgenza con i must della moda.

E Maria Grazia Chiuri firma una collezione spettacolare per Dior, una sfilata che coniuga l’estro ambientalista ad artistiche suggestioni da quadro impressionista, reinventandosi sulla scia del mood di Monet che dipingeva fiori e ninfee.

Il direttore creativo della maison dedica questa collezione alla sorella di Christian Dior, Catherine Dior, ribattezzata Miss Dior (il nome suonerà molto familiare agli amanti dei profumi francesi), installando nel cuore della Paris Fashion Week un giardino inclusivo e rigoglioso.

Un look della sfilata Dior

100 alberi ospitano la primavera di una Maria Grazia Chiuri in jeans, che del gardening (quel giardinaggio che tanto amava Catherine) fa un leitmotiv sartoriale, disseminando segmenti di abbigliamento da giardinieri e pollici verdi nella schiera di look.

Getty ImagesMaria Grazia Chiuri alla sfilata Dior
Maria Grazia Chiuri nel giardino di Dior

Scopriamo una collezione fiorata e fiorita, inserti di arbusti, piante, trasparenze che esprimono tutta la delicatezza (e il miracolo) del germogliare della primavera. L’onnipresente tulle si affianca a cinture e lacci in rafia, a cappelli di paglia, giacche con applique petalose, look di simil-paglia, outfit check e pied-de-poule, denim delavé e lunghezze tè che ricordano i primi decenni del ‘900.

Gli alberi che hanno incorniciato la sfilata erano associati all’hashtag #PlantingForTheFuture, con un QR code da scansionare per sapere dove sarebbe stato piantato l’arbusto.

Scopriamo i trend anticipati da Dior per la prossima stagione calda.

Abiti e accessori a fiori

Fiori in primavera, avanguardia pura? Non per Maria Grazia Chiuri.

Il défilé Dior trabocca di flower power, ma non solo: spiccano steli, boccioli, gambi, petali, corolle, rampicanti, foglie e foglioline. Dior abbraccia una natura da dipinto, un'opera impressonista che ripopola le trasparenze e il tulle, ormai marchio della maison parigina.

I fiori raggiungono anche le borse, nel design Riviera, le scarpe e tutto il comparto accessori.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Trasparenze e ricami floreali (con qualche guizzo boho)
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
I fiori traboccano anche sulle borse
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Abiti di fiori e trasparenze (e con cinture sottili)
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
La natura Haute Couture

Mini-cinture in rafia o corda

Sottilissime, sembrano fatte di quei nastri boho per legare i pacchetti regalo. Ma risplendono con il logo CD, la quintessenza del lusso.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Le nuove cinture Dior
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Le cinture trattengono a stento il fiorire esagerato

Righe, quadri e quadretti

Stampe Vichy, quadrettini e quadrettoni, righe ampie o strette, Dior sceglie le linee essenziali per rifinire il look da giardiniere.

Gli outfit sono articolati in abitini a quadri rossi e neri, completi giacca e gonna o giacca e pantalone a scacchi bianchi e neri, decorati con ruche. Lo stile lezioso del gardening diventa Haute Couture con materiali sostenibili e un forte impatto green(ery). In qualche look, spunta un classico posh: il pied-de-poule.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Le righe incorniciano il pied-de-poule
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Look rigato da primi del '900
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Righe alla Mary Poppins in passerella

Cappelli di paglia (e trecce)

Quasi tutte le giardiniere chic di Dior indossano piccoli cappelli di paglia, rifiniti con lacci e nastri di rafia.

Perfetti per ripararsi dai raggi del sole, nella stagione estiva possono essere sfoggiati in campagna, in città o al mare. La rafia e la paglia sono le linee guida del fashion show di Maria Grazia Chiuri.

La donzelletta vien dalla campagna, un territorio dove le trecce sono country, chic e molto pratiche.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
La stagione dei cappelli di paglia
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
I cappelli nature
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Cappelli contro il sole

La paglia diventa fulcro di tutti gli outfit, come tessuto ispirazionale per abiti fatti di intrecci, dal sapore folk & country.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
La paglia come simbolo del lusso

Camicie e jeans

Il classico stile jeans e camicia ripopola la collezione Dior, abbinandosi ai leziosi accessori, alle sottilissime cinture, alle ballerine o stivali.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Jeans e camicia, nuovo classico

Tie-Dye

Abbiamo parlato del Tie-Dye come svolta fashion della primavera 2019, ma Dior lo ripropone per il 2020, incorporando questo particolare stile Nineties a tagli over e masculine.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Tie-Dye mania
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Tie-Dye come state of mind

Ballerine e infradito, ma con i nastri

I giardinieri di Maria Grazia Chiuri agli stivali alternano infradito, ballerine guarnite da laccetti di tessuto o giri di filo di rafia.

Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Corda e lacci come it shoes
Getty ImagesUn look della sfilata Dior
Espadrillas Haute Couture

Dior scuote le coscienze con la sua grazia sognante. Ago e filo sono tutt'altro che estranee alle questioni climatiche, all'inquinamento, all'effetto serra.

Con Maria Grazia Chiuri la cultura torna alla natura, lasciandosi guidare dalla sua magia.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

      SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO