Stai leggendo: Megan Fox: ‘Dopo Jennifer’s Body ho avuto un vero crollo mentale’

Letto: {{progress}}

Megan Fox: ‘Dopo Jennifer’s Body ho avuto un vero crollo mentale’

Circa dieci anni fa Megan Fox è entrata in un periodo molto buio della sua vita, in cui si è nascosta da tutto e tutti, e solo costruire una sua famiglia le ha permesso di riaprirsi al mondo.

L'attrice Megan Fox Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Megan Fox è una delle attrici più ammirate di Hollywood, ma la star di Transformers non sempre ha vissuto con serenità la sua fama.

In una recente intervista rilasciata a Entertainment Tonight l’attrice 33enne ha infatti rivelato di aver passato un periodo molto buio circa dieci anni fa, poco dopo l’uscita del film Jennifer's Body: in quegli anni, infatti, Megan Fox era costantemente celebrata per il suo aspetto, in modo che però la riduceva spesso a una bambola sexy. “Non era solo quel film, era ogni giorno della mia vita, tutto il tempo, con ogni progetto cui lavorassi e ogni produttore con cui ho collaborato”.

Mi ha portato a un crollo nervoso.

L’attenzione ossessiva ha esercitato una pressione dannosa sulla giovane star:

Credo di aver avuto un vero e proprio crollo mentale in cui non volevo più fare niente.

E continua: “Non volevo essere vista, non volevo dover posare per una foto, comparire sulle riviste, sfilare sul tappeto rosso, non volevo essere vista in pubblico tutto perché avevo la paura, e la convinzione, e l’assoluta certezza che sarei stata presa in giro, o che mi avrebbero sputato addosso, o che qualcuno si sarebbe messo a gridarmi contro, o che la gente mi avrebbe lapidato o assalito per il solo fatto che stavo in giro”.

E così sono entrata in un periodo davvero buio della mia vita.

Megan Fox aggiunge poi rivelando di aver cercato di parlare delle sue esperienze #MeToo, accadute mentre cresceva a Hollywood e lavorava sui set cinematografici e televisivi, ma pensava che le sue riflessioni non sarebbero state ben accolte, e ha anche spiegato che benché condivida il pensiero femminista, non sente che “che sia spazio” per lei nel femminismo.

Sebbene mi consideri una femminista, mi sento come se le femministe non mi vogliano nel loro gruppo.

E aggiunge: “Come si può sostenere le altre donne se si sceglie di sostenerne solo alcune? Se devo essere una professoressa universitaria o essere una donna che non trovate minacciosa per qualche motivo? Perché non posso far parte anche io del gruppo?”

Le cose sono migliorate quando è rimasta incinta del primo figlio, Noah, avuto dal marito Brian Austin Green: “Quello è stato il momento di cambiamento, in cui la mia consapevolezza è cambiata e la mente si è aperta e sono stata in grado di avere una panoramica più ampia sulle cose. E poi è arrivato un altro bimbo e poi un altro, e ogni volta mi sono sentita come se diventassi una versione migliore di me stessa”.

Dopo Noah, infatti, l’attrice ha dato alla luce due altri maschietti, Bodhi e Journey, di 5 e 3 anni rispettivamente. Cosa pensate della confessione di Megan Fox?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO