Stai leggendo: Cesare Cremonini ricorda il padre scomparso: 'Mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato'

Letto: {{progress}}

Cesare Cremonini ricorda il padre scomparso: 'Mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato'

Con un breve ma intenso video postato su Instagram, Cesare Cremonini ha voluto rendere omaggio al padre Giovanni, venuto a mancare proprio in queste ore all'età di 95 anni.

Cesare Cremonini Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

La perdita di un genitore lascia sempre, e per sempre, un vuoto incolmabile. Cesare Cremonini (39 anni) sta attraversando quel dolore proprio in questo momento, in seguito alla scomparsa dell'amato padre Giovanni. Medico di base di San Lazzaro di Savena (Bologna), era amatissimo da tutti in paese ed è proprio a quell'amore e al bene che suo padre ha sempre fatto agli altri che Cremonini si è appellato per rendergli omaggio sui social.

Condividendo alcune tenere immagini dell'infanzia con lui e il fratello Vittorio, Cesare Cremonini si è rivolto direttamente a suo padre ricordandolo non solo come genitore ma in quanto uomo:

Eri nostro padre, mio e di mio fratello Vittorio, ma eri anche il dutåur (dottore) per tutti gli altri. E dopo tutta una vita dedicata agli altri, hai visto? Oggi in tantissimi vogliono dirti grazie.

View this post on Instagram

Eri nostro padre, mio e di mio fratello Vittorio, ma anche “al dutåur”, il dottore, per tutti gli altri. Scegliesti un angolo del mondo per cominciare. Un posto dove nessuno prima di allora aveva mai visto un medico. E dopo tutta una vita dedicata agli altri, hai visto? Oggi in tantissimi vogliono dirti grazie. Al posto mio avresti di sicuro smorzato l’emozione con uno dei tuoi proverbi. I tuoi pazienti sono stati i tuoi figli e io sono orgoglioso di essermi sentito pari a loro. Da ogni visita notturna tornavi con un regalo per me e mio fratello, e mi raccontavi chi erano le persone che avevi guarito. Ci hai insegnato così il valore dell’uguaglianza e della gratitudine nel fare parte di una comunità. Mi hai visto partire da un pianoforte più alto di me, appoggiato a un muro di casa, dove mi chiedevi di suonare la sera per toglierti la stanchezza, e mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato. Non smetterò mai di pensarti e cantarti, perché con te il mondo era più bello. Ma se una canzone che stia al posto tuo non c’è, eccola qua. È come se fossi con me. Ciao babbo. Cesare e Vittorio.

A post shared by cesarecremonini (@cesarecremonini) on

Cremonini ha poi continuato facendo riferimento alla sua carriera nella musica, a quella passione diventata un lavoro di cui papà Giovanni era molto fiero:

Mi hai visto partire da un pianoforte più alto di me, appoggiato a un muro di casa, dove mi chiedevi di suonare la sera per toglierti la stanchezza, e mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato.

Il cantante, che qualche tempo fa in occasione del Natale descriveva suo padre come "la persona più seria e ironica" che avesse mai conosciuto, ha poi salutato Giovanni con una promessa:

Non smetterò mai di cantarti e pensarti, perché con te il mondo era più bello. Ciao Babbo.

I fan si sono subito uniti al cordoglio di Cesare Cremonini, a cui va anche il nostro abbraccio.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO