Stai leggendo: John Travolta racconta quella volta in cui una fan entrò in casa e si nascose nell'armadio

Letto: {{progress}}

John Travolta racconta quella volta in cui una fan entrò in casa e si nascose nell'armadio

In occasione dell'uscita del suo nuovo film, The Fanatic, John Travolta ha raccontato della volta in cui una fan entrò in casa e si nascose nel suo armadio. L'attore interprete di Grease e Pulp Fiction ha, comunque, un buon rapporto con i propri fan.

John Travolta Getty Images

1 condivisione 1 commento

Recentemente intervistato, John Travolta è tornato a parlare di uno spiacevole incidente avvenuto in casa sua, qualche anno fa. Come si legge su People, l’attore 65enne ha raccontato di una spaventosa esperienza avuta con un fan:

Ho vissuto a Santa Barbara per circa 30 anni fa e qualcuno è sgattaiolato in casa mia. Ho aperto l'armadio ed eccola lì: mi ha spaventato, ma si è rivelata essere una persona innocente. Era una ragazza che, probabilmente, voleva incontrarmi e non sapeva come farlo.

Ha spiegato Travolta.

Ho un biglietto vincente per tutto il mondo, per cui costa così tanto firmare autografi o fare foto? Per me, non è un grande prezzo da pagare.

Ha continuato l’attore interprete di Grease e Pulp Fiction. E, proprio nel suo nuovo film, The Fanatic, John veste i panni di un fan, Moose, ossessionato dalla propria star preferita, Hunter Dunbar, interpretata da Devon Sawa.

Nella vita reale, John ha poi raccontato di avere sempre avuto – per la maggior parte delle volte – ottime esperienze con i propri ammiratori. Soprattutto, l’attore si reputa grato per il successo ottenuto, ormai più di 40 anni fa. Come raccontato, Travolta sa anche cosa significhi essere un fan emozionato all’idea di incontrare il proprio idolo, perché a lui è capitato diverse volte:

Amavo Jimmy Cagney e, quando lo incontrai, rimasi senza parole. Poi, ci sono Gérard Depardieu, Paul McCartney e Barbra Streisand.

John Travolta è sposato con l’attrice Kelly Preston, dal cui matrimonio sono nati tre figli: Jett – nato nel 1992 e morto nel 2009 - Ella Bleu (2000) e Benjamin (2010). Il primogenito ha perso la vita, a 16 anni, mentre si trovava in vacanza con i genitori alle Bahamas.

Le cause esatte non sono state rese note – forse, epilessia o attacco cardiaco – ma la famiglia ha, poi, dichiarato che il figlio soffriva della sindrome di Kawasaki - malattia che causa problemi al cuore, nei casi più gravi – e di autismo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO