Stai leggendo: Ariana Grande, Lady Gaga e oltre altre 100 star firmano una lettera per i diritti riproduttivi delle donne

Letto: {{progress}}

Ariana Grande, Lady Gaga e oltre altre 100 star firmano una lettera per i diritti riproduttivi delle donne

Circa 140 star di Hollywood si sono unite per mostrare il proprio sostegno a Planned Parenthood nella difesa dell'assistenza sanitaria in fatto di salute sessuale e diritti riproduttivi.

le cantanti lady gaga ariana grande e billie eilish Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Sono circa 140 gli artisti di Hollywood che hanno firmato una lettera in supporto della campagna di Planned Parenthood #BansOffMyBody, a difesa dei diritti riproduttivi delle donne.


Stando a quanto riportato da Complex Tra le star si contano anche i nomi di Ariana Grande, Lady Gaga, Miley Cyrus, Halsey, Nicki Minaj, Billie Eilish, Lizzo, John Legend, Demi Lovato, Beck, G-Eazy, HAIM, Sara Bareilles, Troye Sivan, Macklemore, Megan Thee Stallion, Kacey Musgraves, Carole King, Hayley Kiyoko, Bon Iver e Dua Lipa.

La lettera dichiara: “La libertà è il fondamento della musica. L’accesso all’assistenza sanitaria per la salute sessuale e riproduttiva riguarda la stessa libertà”.

Perché nessuno è libero se non ha il controllo del proprio corpo.

La dichiarazione prosegue: “I divieti radicali sull’accesso all’aborto sicuro e legale ci stanno privando della nostra libertà. Adesso è il momento di unirci in una sola band e dire ‘tenete i vostri divieti lontano dai nostri corpi’”.

Gli artisti che hanno firmato la petizione hanno chiesto ai propri fan di seguire il loro esempio, nella speranza di ottenere 500mila firme entro il giorno dell’anniversario della sentenza Roe contro Wade del 1973, che cadrà a gennaio 2020.

Billie Eilish ha anche diffuso un comunicato stampa in cui consolida ancora di più il proprio impegno per Planned Parenthood, l’associazione che si occupa di proteggere il diritto all’assistenza sanitaria in fatto di salute sessuale e riproduttiva: “Sono orgogliosa di sostenere Planned Parenthood nella loro lotta per l’accesso giusto ed equo ai diritti riproduttivi. Non possiamo vivere liberamente e muoverci pienamente nel mondo quando il nostro diritto fondamentale di accesso all’assistenza sanitaria per la salute riproduttiva di cui abbiamo bisogno è sotto attacco”.

Chiunque ha diritto a controllare il proprio corpo, la propria vita e il proprio futuro.

Il supporto delle star di Hollywood nei confronti delle dilaganti legislazioni antiabortiste negli States è sempre più forte, e anche qualche studio e diversi produttori si sono dichiarati contrari a questo tipo di normative.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO