Stai leggendo: La danza di Julia, ballerina plus-size: 'Fate ciò che vi rende felici'

Letto: {{progress}}

La danza di Julia, ballerina plus-size: 'Fate ciò che vi rende felici'

Ha indossato le scarpette per la prima volta quando aveva tre anni: oggi, che ne ha 31, insegna ai suoi alunni che la danza è per tutti

7 condivisioni 0 commenti

Quando ha indossato le scarpette da danza per la prima volta, Julia Del Bianco aveva 3 anni. Oggi ne ha 31: a quella prima volta, sono seguiti anni di lavoro e studio. Non se l'è mai tolte, quelle scarpette. Fino a diventare una ballerina professionista e insegnate di danza, oltre che modella plus-size.

Nata a Limeira, in Brasile, ha trasformato la sua più grande passione nel proprio lavoro. E si è fatta ambasciatrice di un messaggio rivolto a chiunque: tutti possono ballare.

View this post on Instagram

Tinha escrito um textão com toda minha história de vida e principalmente na dança porque é muito fácil julgar e desmerecer alguém sem saber de dua trajetória. Mas depois li ele novamente e achei grande demais. Percebi que não tem relevância.  Quem é preconceituoso vai sempre destilar seu ódio. Reflexo do que eles são por dentro. Agora quer saber? A quantidade de comentários positivos de apoio e de incentivo a outras pessoas é bem maior. Mas muito maior mesmo! Então objetivo alcançado! ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Bora dançar, galera! Falar as pessoas sempre vão então vamos fazer o que nos faz feliz. Sempre! 🥰😉💕 ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Foto: @robsonkhalaf Pontas: @gaynorminden Tutu: eu que fiz rs

A post shared by Júlia Del Bianco | Plus Size (@judelbi) on

Nonostante le critiche, nonostante i giudizi altrui, anche i più cattivi. Perché troppe volte ha ascoltato le storie di passioni soppresse e rinnegate a causa del peso. Troppe volte ha visto persone innamorate della danza rinunciarvi. Proprio per questo, Julia ha fondato la prima scuola itinerante che definisce "plus-size friendly", la Dance for Plus. Un progetto nato per offrire una preparazione professionale a chiunque abbia voglia di impegnarsi e assecondare la propria passione. 

"Essere lontana dagli standard degli altri insegnati di danza, che sono magri, è positivo per i miei alunni", spiega Julia alla rivista brasiliana Metropole. "Possono accettarsi, così come ho fatto io. Migliorando la propria autostima".

Ballerina, modella e influencer sui social network. Attraverso un lungo percorso, che passa per il dolore e parla di accettazione: "Quando ho iniziato a ingrassare, sembrava che non potessi vestirmi bene anche io, come qualsiasi altra persona. Mia madre, che faceva la sarta, ha iniziato a confezionare i vestiti per me, perché trovavo solo abiti vecchi e non riuscivo più ad avere uno stile che fosse mio. Ho fatto tantissime diete, pregiudicando la mia salute fisica e soprattutto quella psicologica. Fallivo, era frustrante. 

Fino a quando, un giorno, non ho deciso di smettere di fare la guerra al mio corpo per cercare di adattarmi a uno standard che non fa per me.

Ho iniziato a vedere insegnati di danza e modelle con il mio stesso fisico. E ho capito che anche io avrei potuto essere felice". A maggior ragione quando basta indossare quelle solite scarpette, per esserlo. Una felicità in grado di ridicolizzare anche i commenti più cattivi sui social network: "Chi è prevenuto, distillerà sempre il proprio odio", commenta con serenità Julia. "Le persone che parlano, parleranno sempre. Tanto vale fare ciò che ci rende felici. Sempre".

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO