Emanuele Faucetta, intervista al modello e influencer di Palermo

Emanuele Faucetta in primo piano

"Sono una persona molto determinata ed ambiziosa. Per non sbagliare mai mi baso molto sul mio istinto che ad oggi ha sempre fatto centro!": l'intervista a Emanuele Faucetta.

Emanuele Faucetta è un modello italiano e influencer di 29 anni con una grande passione per la moda.

"Sono nato a Palermo, sono alto 1.87cm, ho una famiglia stupenda e 2 cani amorevoli, ma probabilmente questo di me, grazie ai social, lo sapete già." Quello che non sapete di Emanuele, però, è che è una persona piena di idee imprenditoriali e progetti ambiziosi. E la determinazione per realizzarli tutti.

Nella nostra intervista, Emanuele ci ha raccontato del suo percorso professionale e delle difficoltà di affermarsi rispetto alle colleghe donne, oltre a tante curiosità sui suoi progetti per il futuro.

Ciao Emanuele, raccontaci un po’ il tuo percorso fino ad ora.

Ho concluso gli studi con ottimi risultati e poi ho iniziato a lavorare, praticamente da subito. Nel corso degli anni ho fatto tanti lavoretti, seppur niente di particolarmente significativo, ma in ciascuno di essi ho imparato qualcosa di nuovo. La mia vera passione, però, è da sempre la moda: mi capita spesso di investire gran parte dei miei risparmi in abiti di tendenza e ricevo spesso richieste di collaborazione sia da esercenti operanti nel territorio in cui vivo sia dai vari marchi che mi contattano direttamente su Instagram. Sono una persona multitasking e grazie al mio carattere equilibrato, disponibile e cortese, riesco a relazionarmi con persone diverse in culture e pensieri, ma per non sbagliare mai mi baso molto sul mio istinto che ad oggi ha sempre fatto centro!

15 Outfit

L'outfit a tuo parere è importante?

L'outfit per me è un elemento chiave! È vero che l'abito non fa il monaco, ma è anche vero che l'immagine che diamo di noi al primo impatto ha un ruolo fondamentale, essa stessa è comunicazione. Vestire bene racconta una vera e propria storia di chi siamo e la scelta e la cura dei dettagli esprimono le nostre emozioni.

Il nostro modo di vestire racconta chi siamo.

Come sei riuscito a trasformare una passione in una professione?

Ho iniziato facendo qualche scatto per un amico che ha un negozio di abbigliamento vicino casa: lui pubblicizzava la sua merce ed io mi divertivo, ma era appunto solo un hobby nel tempo libero, perché realmente non sapevo dove sarei potuto arrivare. La popolarità è arrivata dai social e, carico di entusiasmo, gioia e determinazione, ho deciso di aprire un profilo Instagram e curare tutto nei minimi dettagli. Ho iniziato ad investire in shooting fotografici e proporre alle aziende i miei outfit; ho ricevuto così molte richieste di collaborazione e, anche se un po' scettico, ho pensato che dovevo almeno provarci. Complice la mia famiglia che ha creduto in me, ho iniziato l'ascesa verso la professione che più preferisco: la moda!

Come definiresti il tuo stile e da cosa è influenzato?

Il mio stile potrei definirlo innovativo e brillante, cerco sempre di curare i miei outfit nei minimi particolari. Mi piacciono i look estrosi (ma non troppo) e il color block.

I profili Instagram che segui di più?

Prendere ispirazione dal look delle celebrità è un'ottima palestra per il gusto, credo che chi sia riuscito a sfondare in questo campo abbia davvero tanto da insegnarmi. In cima alla mia lista delle preferenze c'è il fashion blogger Mariano Di Vaio; a seguire poi, Rowan Row e la pagina @nohow.

Su Instagram sono le donne ad avere ampio seguito: per un uomo secondo te è più difficile affermarsi?

Instagram ormai fa talmente tanto parte del nostro quotidiano da sembrare quasi che le regole della "popolarità" siano la nostra realtà e le nostre priorità. Bisogna tenere sempre il proprio Instagram aggiornato e attivo, a casa, in viaggio, da soli o con amici, colazioni, pranzi, cene e aperitivi. Più post si pubblicano, più si cresce. Ovviamente avere popolarità televisiva è una marcia in più, a volte addirittura una garanzia. Per un uomo è più difficile affermarsi che per una donna? Forse sì, perché gli uomini devono fare molti più scatti per veder crescere i loro like, ma ci sono tanti fattori da tenere in considerazione. In ogni caso è certo che serve tanta determinazione e costanza.

Per un uomo è più difficile affermarsi che per una donna? Forse sì, perché gli uomini devono fare molti più scatti per veder crescere i loro like, ma ci sono tanti fattori da tenere in considerazione.

Pitti Immagine 2019: lo hai seguito?

Credo che Pitti Immagine sia un colosso della moda, ne detta le tendenze ormai da anni, e io lo seguo incuriosito ed affascinato da anni. Il 2019 ha visto una vera e propria esplosione di colori, look floreali e accessori altamente estrosi, cappelli, occhiali, borse. Prendere spunti da chi come me ha il coraggio di osare è stimolante, purtroppo però fino ad oggi, tra impegni di lavoro e questioni familiari, non sono riuscito a prenderne parte. È comunque sulla lista alle mie priorità e spero vivamente di riuscire ad organizzarmi per il prossimo anno.

Pitti Immagine 2019 ha visto una vera e propria esplosione di colori, look floreali e accessori altamente estrosi, cappelli, occhiali, borse.

Abbiamo da poco archiviato la Milano Moda Uomo. Quali sono i trend maggiori per la PE 2020 a tuo parere emersi dalle fashion week?

Ho guardato con attenzione e credo che tra i tanti brand presenti, BLAUER mi ha colpito nel presentare una collezione sempre più sostenibile, con tessuti che rispettano l’ambiente, interamente con fibra riciclata Repreve; CIESSE PIUMINI con i volumi sempre più minimizzati ed i colori sempre più accesi. Nel complesso comunque tutto lo Street Style mi ha affascinato.

Progetti in corso?

Attualmente sto lavorando ancor di più sulla mia immagine, perché il mio obiettivo principale è creare un brand tutto mio.

E per il futuro? Quali sono i tuoi progetti per il 2020?

Per il 2020 ho un progetto (ma non posso svelare molto) si tratta di un "bar della moda", dove si potrà scegliere oltre al cocktail da consumare anche l'outfit da indossare e la foto migliore da postare su Instagram. C'è tanto lavoro dietro e il 2020 è ormai alle porte, ma sono una persona positiva ed essere positivi contribuisce a rendere migliore tutto ciò che ci circonda. Mi impegnerò con tutte le mie forze pur di riuscire.

Grazie Emanuele. Se volete seguirlo su Instagram, lo trovate come @emanuele_brillante_official.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

      SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO