Stai leggendo: Noel Gallagher: "Volevo bene a mia madre, ma poi ha partorito Liam"

Letto: {{progress}}

Noel Gallagher: "Volevo bene a mia madre, ma poi ha partorito Liam"

L'artista britannico torna sul complicatissimo rapporto con il fratello, senza risparmiarsi le solite frecciatine...

Noel e Liam Gallagher Getty Images

5 condivisioni 0 commenti

Volano di nuovo stracci, tra Noel e Liam Gallagher. O forse, sarebbe più corretto dire che i due fratelli di Manchester non hanno mai smesso davvero di punzecchiarsi (eufemismo), salvo qualche sporadica tregua. Alla faccia di chi aveva preso per buone le parole di Alan McGee, che alludeva a una grande reunion degli Oasis entro il 2019. 

Noel GallagherHDGwtty Images

Per il momento, l'unica cosa sicura è che tra i due continua a esserci maretta. L'ultima intervista di Noel al Guardian - in occasione dell'uscita del suo ultimo singolo, This is the place - non fa altro che ribadire l'ormai proverbiale astio che contraddistingue il rapporto tra i due fratelli Gallagher. 

Dopo aver criticato severamente gli ultimi lavori del più piccolo - di cui è appena uscito l'ultimo singolo, Once, terzo estratto dell'album solista 'Why me? Why not.' - ed essersi soffermato sulle parole poco cortesi che Liam ha riservato alla cognata, la sua consorte dal 2011 Sara MacDonald, Noel è partito all'attacco.

Prendendola alla larga, a dire il vero: "Le interviste sono un rischio professionale, sono situazioni così strane", ha inizialmente dichiarato Noel. "Sei seduto in una stanza con un ragazzo di Stoccolma che non hai mai incontrato e ti sta chiedendo di tua madre. È assurdo. Perché la risposta onesta sarebbe: 'Che cosa c'entra con te?'.

Ma la risposta intelligente è sempre: 'Mia madre? Le volevo bene fino a quando non ha dato alla luce Liam'.

Frecciatine pungenti con un pizzico d'ironia, per tornare a parlare del tribolatissimo rapporto con il fratello. D'altronde, nulla che stupisca davvero: i due sono ai ferri corti praticamente da sempre. Tra gli effetti di questa incompatibilità permanente, c'è il famoso comunicato stampa del 2009, in cui Noel annunciava la sua dipartita dagli Oasis causa l'impossibilità di "lavorare con Liam un giorno di più".

Nella sua intervista al giornale inglese, è poi tornato sull'ultima querelle dei mesi scorsi, in cui sono state coinvolte anche la moglie di Noel e la figlia. Messaggi minacciosi pervenuti sul celluare di Anaïs Gallagher, ma diretti alla matrigna: un episodio che il cantautore cinquantaduenne non riesce ad archiviare, nonostante le scuse del fratello minore. 

“Non è la prima volta che ha mandato dei messaggi a mia figlia, o che ha minacciato mia moglie. Se fosse una persona normale e non una rock star, la polizia sarebbe già andata a casa sua, ma dato che è una rock star la passa liscia. Ho un unico difetto: non perdono le persone. Soprattutto se inizi a contattare i miei figli e a lasciare che mia moglie venga bullizzata sui social media", ha continuato Noel. 

Dal lato umano, al lato artistico: "Penso che la musica di Liam sia poco sofisticata, fatta da un uomo poco sofisticato per persone poco sofisticate.

Se mettessi i miei figli di nove e 11 anni in una stanza, in 45 minuti riuscirebbero a comporre qualcosa migliore del suo ultimo singolo

Nemmeno l'esibizione di Liam al Glastonbury Festival gli è piaciuta: "Non mi sono mai vergognato così tanto per un uomo. Liam è riuscito a far sembrare le canzoni degli Oasis deboli e avvizzite. Sembrava che stesse affrontando la giornata peggiore della sua vita, mentre si muoveva in qualcosa simile al pigiama di mio figlio parlando di una qualche ingiustizia... Se non sai cantare le canzoni, non farlo!", ha concluso. 

I due non si vedono da tre anni, da "quando il Manchester City ha vinto la Premier League tre anni fa", conferma Noel. Tuttavia, i fratelli Gallagher non smettono di lanciarsi frecciatine velenose a distanza. Costringendo i fan degli Oasis a chiedersi da che parte stare e, soprattutto, se ci sarà mai davvero speranza per una reunion

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE