Stai leggendo: In India il 'triplo talaq' è stato finalmente dichiarato illegale

Letto: {{progress}}

In India il 'triplo talaq' è stato finalmente dichiarato illegale

In India, per un marito non sarà più sufficiente ripetere 'io divorzio da te' per rompere irrevocabilmente il proprio matrimonio

Spose musulmane in India Getty Images

108 condivisioni 0 commenti

In India, il Parlamento ha reso illegale il triplo talaq, il divorzio lampo islamico. Con 99 voti a favore, contro gli 84 contrari è stata approvata una proposta di legge depositata nel 2017, anno in cui la Corte suprema lo aveva dichiarato incostituzionale. Da adesso, chiunque continuerà a praticare il triplo talaq, rischierà fino a tre anni di reclusione. 

Con questa decisione, dunque, non sarà più sufficiente ripetere tre volte "io divorzio da te" per rendere effettiva e irrevocabile la separazione coniugale. Un'usanza anacronistica e maschilista ma, ironicamente, al passo con i tempi, pronta ad adeguarsi alle nuove tecnologie, ai messaggini su whatsapp o alle mail, in cui confermare per tre volte l'intenzione di rompere definitivamente il matrimonio. 

"Finalmente una consuetudine arcaica e medievale è stata confinata nel cestino della spazzatura della storia. È una vittoria per la giustizia di genere e promuoverà ulteriormente l’uguaglianza nella società": così ha twittato la propria soddisfazione il primo ministro indiano, Narendra Modi. Il suo Partito Popolare Indiano si è pronunciato a favore di questa legge, mentre invece l'opposizione, capitanata dal Congresso nazionale indiano, aveva provato a bloccarla. Senza riuscirci.

Che cos'è il triplo talaq 

Il triplo talaq non è legittimato dal Corano. Anzi, è fortemente in contrasto con il talaq al-sunnah, il divorzio in accordo con gli insegnamenti del profeta Muhammad. Per rendere definitiva la rottura del matrimonio, infatti, la formula "io divorzio da te" deve essere ripetuta tre volte ma, secondo il Corano, in tre momenti differenti, distanziati da un periodo intermestruale ('idda) di attesa. Questo per evitare sia che il marito decida di divorziare dalla moglie con superficialità e impulsività, sia per dare occasione alla coppia di tentare la via della riconciliazione.

Spose indianeHDGetty Images

Seppure, dunque, secondo la tradizione islamica il triplo talaq - che, come abbiamo visto, non rispetta i termini di attesa e rende quindi irrevocabile il divorzio immediatamente - sia stato condannato da Muhammad e reso illegale in molti paesi a maggioranza musulmana, in altri è stato accolto e legittimato. L'India, con una decisione dalla portata storica del Parlamento, non è più tra questi. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO