Stai leggendo: Tour della Norvegia in treno: lo splendido percorso lungo la costa occidentale

Letto: {{progress}}

Tour della Norvegia in treno: lo splendido percorso lungo la costa occidentale

Una rete ferroviaria di più di 3.000 chilometri che passa per i fiordi e il Circolo Polare Artico: la Norvegia offre la possibilità di vivere un viaggio indimenticabile fuori dal tempo.

5 itinerari ferroviari per esplorare la Norvegia in treno iStock

55 condivisioni 0 commenti

I paesaggi che scorrono lenti, dal finestrino, fermata dopo fermata. La possibilità di ammirare paesaggi mutevoli e di perdersi nei propri pensieri. I viaggi in treno hanno da sempre un fascino irresistibile. Dove non conta solo la meta: ma l'intero tragitto.

Se siete della stessa idea vi invitiamo a sperimentare un tour in treno della Norvegia. Le Ferrovie Nazionali Norvegesi si estendono per più di 3.000 chilometri da Kristiansand, nel sud, fino a Bodø oltre il Circolo Polare Artico. 5 tragitti lungo i quali potrete fare tappa in graziose cittadine, scoprire laghi e montagne, spingervi verso l'estremo nord e, ovviamente, incantarvi di fronte a uno dei paesaggi più ammirati al mondo: quello dei fiordi norvegesi, patrimonio dell'UNESCO.

La Ferrovia di Bergen

Quello della Ferrovia di Bergen è probabilmente l'itinerario ferroviario più famoso e maggiormente frequentato dai turisti. Con partenza dalla capitale Oslo, giunge fino a Bergen attraverso l'Hardangervidda, luogo che detiene numerosi primati. Oltre ad essere il Parco nazionale più grande della Norvegia e un altopiano di ben 6.500 chilometri quadrati – il più esteso del Nord Europa – ospita al suo interno anche il branco di renne più numeroso del nord Europa. Poco distante da qui, inoltre, si trova la lingua del Troll, Trolltunga, una suggestiva roccia sporgente che si staglia sopra il villaggio di Skjeggedal – vicino a Odda – a 700 metri di altezza sul lago Ringedalsvatnet.

Trolltunga: la caratteristica roccia "lingua Troll" in NorvegiaHDiStock

Il tragitto compie in tutto 22 fermate. Merita sicuramente una sosta Oslo, la capitale, una delle città più verdi del mondo dove potrete visitare il Castello di Akershus, passeggiare tra le statue dello scultore Gustav Vigeland (nel parco a lui intitolato) o ammirare L'urlo di Munch, custodito alla Galleria Nazionale di Oslo.

Viaggi in treno in Norvegia, da Oslo a BergenHDiStock

La seconda tappa è alla quattordicesima fermata, quella di Finse: siamo nel punto più alto del percorso, a 1.222 metri sopra il livello del mare. Luogo rinomato per gli sport invernali e le escursioni estive in bicicletta, qui potrete ammirare il ghiacciaio di Hardangerjøkulen usato da George Lucas come set per il pianeta glaciale di Hoth in Star Wars – L'impero colpisce ancora, quinto episodio della saga.

Tappa finale è Bergen: chiamata anche la porta sui fiordi, questa splendida città che funge da capolinea è davvero sorprendente. Potrete visitare il porto con le pittoresche case colorate (Patrimonio UNESCO) e l'affascinante fortezza Bergenhus.

Arrivare a Bergen, in Norvegia, con il treno che parte da OsloHDiStock
  • Informazioni utili: molti turisti decidono di scendere a Myrdal, dove la linea di Bergen incontra la Ferrovia di Flåm, la seconda della nazione.

La Ferrovia di Flåm

La Flåmsbana (Ferrovia di Flåm in italiano) è uno dei tragitti ferroviari più ripidi a livello mondiale, con una pendenza del 5,5% per circa l'80% del percorso. Ma non solo: grazie ai suoi magnifici paesaggi – la linea costeggia per lunghi tratti i fiordi norvegesi – è stato definito da Lonely Planet come il miglior viaggio in treno al mondo.

La partenza è in alta montagna, nella già citata Myrdal (ovviamente dipende in che verso affrontate il viaggio). Da qui, in 40 minuti di viaggio e 20 chilometri complessivi, si arriva alla stazione di Flåm, dove sorge l'omonimo paese. Lungo il tragitto vi consigliamo una sosta d'obbligo a Kjosfossen, una spettacolare cascata nella municipalità di Aurland, tra le principali attrazioni turistiche della Norvegia.

In Norvegia, tra fiordi e cascate lungo la Ferrovia di FlamHDiStock

Poi di visitare il capolinea: Flåm è un piccolo villaggio di circa 500 abitanti dove potrete passeggiare a contatto con la natura o provare la popolare pesca nel fiume Flåmselvi.

Norvegia in treno: la ferrovia di Flåm e il villaggio di 500 abitantiHDiStock

Una volta qui potrete muovervi per esplorare l'Aurlandsfjord e il Nærøyfjord, il fiordo più stretto del mondo – in un punto specifico misura soli 250 metri di larghezza – oppure ripercorrere il viaggio all'indietro in bici lungo la ciclabile Rallarvegen – percorso ciclistico panoramico da Flåm a Myrdal.

  • Informazioni utili: la Ferrovia di Flåm funziona ogni giorno dell’anno e, specie in estate, sono previste diverse partenze giornaliere.

La Ferrovia di Dovre

7 ore complessive di viaggio, da Oslo a Trondheim. La Ferrovia di Dovre, inaugurata nel 1921, copre una distanza di 548 km, lungo i quali attraversa vallate, montagne e alcuni dei parchi nazionali più importanti. Rispetto alle prime due linee – Bergen e Flåm – si tratta sicuramente di un percorso secondario e con meno attrazioni. Tuttavia anche qui ci sono luoghi da segnalare, che meritano una visita.

Lungo il tragitto, ad esempio, si passa per Eidsvoll, dove il 17 maggio 1814 fu firmata la prima Costituzione norvegese. Inoltre nel 1854 Eidsvoll divenne anche il capolinea della prima linea ferroviaria, con partenza da Oslo.

A livello naturalistico, invece, il treno attraversa la bellissima vallata di Gudbrandsdalen, un paesaggio estremamente vario e popolato da una fauna e una flora molto diversificate. All'interno della zona si trovano infatti i pozzi carsici del Parco Naturale di Helvete, le cascate di Myfallet, il canyon di Dørfallet/Dørdalen e le suggestive Kvitskriuprestein. Create dai depositi di materiale morenico, si tratta delle piramidi terrestri più importanti del nord Europa.

Kvitskriuprestein: le suggestive piramidi terrestre norvegesiHDiStock

L'ultima fermata è Trondheim: la terza città, in ordine di importanza, della Norvegia. Una vivace cittadina con tanti bar e vie dello shopping dove potrete ammirare la bellissima cattedrale di Nidarosdomen: costruita sulla tomba di Sant'Olav, è anche santuario nazionale. Oppure visitare uno dei tanti spazi dedicati all'arte: come il il Museo di Arte, il Museo Nazionale di Arti Decorative e l'insolito Rockheim: un museo nazionale dedicato alla musica popolare norvegese.

Tour in treno, in Norvegia, da Oslo a TrondheimHDiStock
  • Informazioni utili: La ferrovia effettua anche corse notturne e potrete dormire a bordo di appositi scompartimenti (stile cuccette). Inoltre il treno ferma anche a Dombås dove potrete fare il cambio per salire a bordo della Ferrovia di Rauma.

La Ferrovia di Rauma

Direttamente collegata alla Ferrovia di Dovre, la Raumabanen (Ferrovia di Rauma) parte dalla stazione montana di Dombås e percorre un tratto di 114 chilometri verso Åndalsnes, scenografico villaggio incastonato tra i fiordi norvegesi. Passa lungo Romsdalen (la valle del fiume Rauma) e alcune delle attrazioni più belle della nazione. Un viaggio definito, dalla stessa NSB, come "una delle linee ferroviarie più belle e selvagge della nazione".

Tra le cose da vedere assolutamente c'è Trollveggen (o Troll Wall): una parete verticale di mille metri di gneiss, tra le più alte d'Europa.

Trollveggen, la parete verticale lungo la Ferrovia di RaumaHDiStock

Poi il ponte ferroviario di Kylling, che sovrasta di 60 metri il colorato fiume Rauma, dalle tonalità verde smeraldo. Il corso d'acqua sarà un fedele compagno di viaggio per tutto il tragitto in treno e potrete ammirarlo dal finestrino, accompagnati dalla voce della guida che – in norvegese, in inglese e in tedesco – vi darà informazioni sulle principali attrazioni.

La ferrovia di Rauma e il famose ponte di KyllingHDiStock

Tra queste, una non passerà inosservata ai fan di Harry Potter: proprio sulla Ferrovia di Rauma sono state girate alcune scene di Harry Potter e il principe mezzosangue, con l'Hogwarts Express che viaggia attraverso i paesaggi innevati di Bjorli!

L'ultima tappa è anche il capolinea: Åndalsnes. Si tratta di una città di circa 3.000 abitanti adagiata sulla bocca del fiume Rauma e poco distante dal Romsdalsfjord, il nono fiordo della Norvegia – con una lunghezza di circa 88 chilometri. Da qui consigliamo di intraprendere il Rampestreken, un sentiero escursionistico un po' faticoso – circa 2 km con un dislivello di 500mt – che però vi offre uno dei panorami più belli di tutto il viaggio.

In Norvegia, tra montagne e fiordi: la bellissima città di ÅndalsnesHDiStock
  • Informazioni utili: il viaggio da Dombås a Åndalsnes dura all'incirca 1 ora e 30 minuti. Durante tutto l'anno sono previste 4 partenze al giorno. Si può tuttavia optare per un itinerario più breve che congiunge Åndalsnes a Bjorli in 1 ora.

La Ferrovia del Nordland

La più lunga, la più magica, la più a nord. Con il suo tragitto di 729 chilometri tra Trondheim e Bodø, la Ferrovia del Norland è l'unica ad avventurarsi nei paesaggi ghiacciati del Circolo Polare Artico. Un viaggio unico nel suo genere che, secondo il The Guardian, fa parte dei 18 viaggi in treno più belli al mondo.

Una volta partiti dalla città di Trondheim vi lascerete alle spalle, chilometro dopo chilometro, rumori e viste di palazzi, per addentrarvi in uno scenario sempre più incontaminato. Il percorso attraversa le foreste di Trøndelag e il gruppo montuoso dello Saltfjellet che fa parte, assieme al ghiacciaio di Svartisen – il secondo della Norvegia per estensione – del Parco nazionale Saltfjellet-Svartisen.

Il ghiacciaio di Svartisen, vicino alla città norvegese di BodoHDiStock

Dopodiché il treno torna verso la costa, dove raggiunge Bodø: il capolinea del percorso può essere tuttavia concepito come un nuovo punto di partenza. L'area urbana più estesa della regione del Nordland è infatti un'ottima base per diverse attività. Da qui si può scegliere di scalare il ghiacciaio dello Svartisen o di ammirare alcuni dei fiordi più emozionanti, come il Skjerstad Fjord e il Saltfjorden.

Ma la tappa che, già da sola, merita ogni chilometro di questo viaggio sono le isole Lotofen. Avamposto al di sopra del Circolo Polare Articolo e situate tra le acque ghiacciate del mare norvegese, si tratta di un arcipelago che conta una superficie di 1.227 chilometri quadrati e oltre 24.000 abitanti.

Visitare le isole Lofoten, partendo con la ferrovia del NordlandHDiStock

Un luogo unico al mondo, dove riecheggia l'eco dell'epoca vichinga. A Borg c'è infatti il Museo Lofotr, con reperti e ricostruzioni derivanti dallo scavo archeologico di un vecchio villaggio dell'isola Vestvågøya, appartenuto a un capo vichingo. E, se d'estate consigliamo di provare un'escursione in kayak da isola a isola, in inverno non c'è scelta che regga: le incontaminate Lotofen sono uno dei migliori luoghi al mondo per vedere lo spettacolo dell'aurora boreale.

Isole Lofoten in Norvegia: uno dei luoghi migliori dove vedere l'aurora polareHDiStock
  • Informazioni utili: il treno in entrambe le direzioni da Trondheim e da Bodø effettua due partenze al giorno, sia di giorno che di notte.

Biglietti: dove acquistarli

Specie per chi sta programmando un viaggio di lunga durata, consigliamo di prenotare i biglietti online, in anticipo, attraverso il sito della NBS. Si tratta, infatti, del modo più semplice ed economico, in quanto potrete trovare tariffe scontate e speciali agevolazioni.

Ad ogni modo sarà sempre possibile acquistarli presso le biglietterie automatiche delle principali stazioni e a bordo treno (direttamente dal conducente) pagando con carta o contanti.

Viaggiare sulle ferrovie norvegesi: costi dei biglietti e dove acquistarliHDiStock

Classi, costi e come risparmiare sui biglietti

Prima di affrontare un viaggio in treno in un'altra nazione, una buona norma è quella di informarsi in anticipo. Specie in un Paese costoso come la Norvegia. Le ferrovie norvegesi prevedono – proprio come in Italia – la distinzione tra 1a e 2a classe. Tra le due, la differenza del costo del biglietto è di circa il 50%: un sovrapprezzo che – dato il buon servizio generale dei treni norvegesi – può essere tranquillamente evitato.

Le persone con età superiore a 67 anni, i disabili e i ragazzi da 4 a 15 anni hanno uno sconto del 50%, mentre viaggiano gratis i bambini da 0 a 3 anni. Uno sconto tra il 25% e il 40%, invece, è garantito per gli studenti. 

Solo per acquisti online fatti con un certo anticipo (fino a 1 giorno prima della partenza), poi, c'è la possibilità di approfittare della tariffa minipris: si tratta di biglietti scontati, che permettono di risparmiare fino al 75%. Generalmente per ogni viaggio ne vengono messi a disposizione un numero limitato – un po' come per la nostrana Super Economy – fino ad esaurimento. Questo tipo di biglietti non possono essere rimborsati, né modificati.

Vota anche tu!

Girereste la Norvegia in treno?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO