Stai leggendo: Il gusto di Emma: storia (a fumetti) della donna che scrisse la Guida Michelin

Letto: {{progress}}

Il gusto di Emma: storia (a fumetti) della donna che scrisse la Guida Michelin

Una giornalista e una fumettista fanno squadra per raccontare la storia di Emmanuelle Maisonneuve, unica ispettrice donna nella squadra che aggiorna ogni anno la celebre guida Michelin: Il gusto di Emma è un fumetto per palati pregiati.

Un dettaglio da Il gusto di Emma Dynit Showcase

2 condivisioni 0 commenti

Un palato finissimo e una volontà di ferro: da queste due qualità prende vita il sogno di Emmanuelle Maisonneuve, la donna delle stelle Michelin. La storia di questa avventuriera giornalista di Tolosa, nata nel 1976 e appassionata sin da giovanissima di viaggi, è perfetta per quest'epoca di sfide culinarie in TV, reality ambientati nelle cucine dei grandi ristoranti, fotografie di leccornie su Instagram e in generale un'attenzione quasi ossessiva per tutto ciò che è cibo. Da sempre amante della buona cucina e simpatizzante dei discorsi relativi, gran parte degli italiani fa del cibo un argomento di conversazione a tavola e tra un pasto e l'altro. Chi di non ha assistito o preso parte in prima persona a stereotipiche litigate su come si faccia il tiramisù originale, quale sia la pizza più buona d'Italia (campana, toscana, siciliana o romana?) o ancora se il vero dolce delle feste natalizie sia il pandoro o il panettone?

Emmanuelle Maisonneuve è un'esperta di cucina, viaggi e sapori autenticiGilles Bonnat
Uno scatto di Emmanuelle Maisonneuve, tratto dal suo sito ufficiale

Siamo sempre stati buone forchette, ma ne gli ultimi anni ci siamo trasformati in foodie, leggermente ossessionati dall'estetica e dall'etica dentro il piatto. Per questo motivo Il gusto di Emma è un agevole biografia a fumetti che parla con grande schiettezza alla nostra contemporaneità e saprà intrigare il lettore curioso, anche se non avvezzo al mondo delle graphic novel. I due agili volumi pubblicati da Dynit sulla collana Showcase uniscono una matita orientale a una fruizione tipicamente europea del fumetto, che non intimorirà alcun tipo di lettore. Con un disegno di facile lettura e immediatamente gradevole, con le sue pagine a colori e con l'invasione minima delle tecniche digitali, Il gusto di Emma è il giusto mix di storia personale, battaglie femministe e sfide in punta di forchetta nel dietro le quinte della grande cucina francese. 

Un, due, tre stelle

La guida Michelin è un'istituzione mondiale dell'enogastronomia, una pubblicazione annuale che davvero non ha bisogno di presentazioni. Copertina rossa, formato taccuino, mappe e recensioni puntuali, redatte da un team legato al celebre marchio di pneumatici francese. La guida è una presenza costante nelle vacanze delle famiglie francesi amanti dei viaggi e della buona cucina. È come avere un amico appassionato di ristoranti e fine conoscitore della zona che ti guidi alla scoperta di nuovi locali, sempre al tuo fianco, anche in posti che non hai mai esplorato prima. 

Emmanuelle Maisonneuve è una delle tante buone forchette francesi cresciute così, vedendo i genitori consultare la guida dal sedile posteriore dell'auto di famiglia durante le vacanze estive e le gite. Anche chi non ha mai vissuto il rituale di sfogliare la guida relativa alla propria destinazione (ne esiste ovviamente anche una dedicata all'Italia) e anche chi non è particolarmente amante della cucina conosce il simbolo supremo della guida: le stelle Michelin. Assegnate solo ai migliori ristoranti al mondo e attraverso un processo di selezione durissima, che richiede l'assoluta eccellenza in cucina, le stelle Michelin (da un minimo di una a un massimo di tre) cambiano la vita del ristorante e del ristoratore che le guadagna. Più clientela e più gloria ma anche l'enorme responsabilità di non perdere questo prestigioso riconoscimento, che può essere revocato ogni anno.

graphic novel

Il gusto di Emma. Una donna dietro le quinte della più grande guida gastronomica del mondo: 1

graphic novel

Il gusto di Emma. Una donna dietro le quinte della più grande guida gastronomica del mondo: 1

€ 10,96

Il lavoro che sta dietro la guida è enorme e tiene impegnata un'intera redazione di critici, chiamati ispettori. Muniti di tesserino ufficiale, gli ispettori Michelin fanno su e giù per tutta la Francia, incuranti della stanchezza che comporta il continuo aggiornamento della guida. Ogni anno bisogna rivisitare i ristoranti già presenti in guida e provare i nuovi arrivati, aggiornando dati e valutazioni. Essere un ispettore Michelin significa fare su e giù per la Francia, mangiare in ristoranti stellati e in bettole, dormire ogni notte in un hotel diverso, mangiare nove volte la settimana al ristorante, macinare chilometri su chilometri con il proprio autoveicolo. 

È un mondo duro quello degli ispettori, temuti e talvolta invisi agli albergatori e cuochi. Chi gestisce attività ricettive è stressato, sfiancato dall'impegno costante di mantenere il proprio locale ai massimi livelli assicurandosi che sia economicamente propizio. Rabbia, malcontento e stanchezza si riversano spesso sugli ispettori nel momento dell'ispezione. Viaggiando così tanto e impiegando le ore notturne per sistemare gli appunti delle visite diurne, diventa molto difficile anche mantenere una relazione sentimentale o una famiglia: la redazione della Guida Michelin è un'opera che sfianca le instancabili truppe da ambo i lati della barricata: giornalisti e critici, cuochi e chef. 

Una donna alla corte delle stelle

In questo mondo angusto, sfiancante e popolato da soli uomini sta tentando ormai da tempo di entrare Emma, un giovane ragazza dal palato davvero eccezionale. Emma non è di certo una sprovveduta, anzi: dopo aver studiato all'istituto alberghiero si è formata nelle università degli Stati Uniti, laureandosi in giurisprudenza e in giornalismo. Arriva poi la grande occasione: raffinare il proprio palato lavorando a stretto contatto con due nomi iconici della cucina mondiale come Michel Bras e Alain Ducasse. Per molti sarebbe un punto d'arrivo, per Emmanuelle è la solida base su cui costruire il proprio sogno: entrare tra gli ispettori della guida rossa. 

Il gusto di Emma riassume i primi anni della protagonista nella redazione della guida, a stretto contatto con un team tutto al maschile e in buona parte in età avanzata. Pur se incoraggiata dai colleghi, Emma deve innanzittutto vincere le loro resistenze, provando di essere un buon critico gastronomico e di poter tenere il ritmo forsennato proprio della professione. Anche se in buona fede, molti colleghi non mancano di sottolineare la sua giovane età e il suo sesso come ostacolo alla permanenza nel team della guida. Seppur tra mille difficoltà - personali e lavorative - Emma riuscirà a sturpirli. Non solo si adeguerà ai ritmi delle ispezioni e alle mille regole da seguire (prenotare sotto falso nome, non lasciare mai tracce della propria identità, fare mille e una domande ai proprietari, ricordare ogni dettaglio della visita) ma raffinerà il proprio gusto. 

graphic novel

Il gusto di Emma. Una donna dietro le quinte della più grande guida gastronomica del mondo: 2

graphic novel

Il gusto di Emma. Una donna dietro le quinte della più grande guida gastronomica del mondo: 2

€ 12,11

Se nel primo volume Emma impara a tenere il ritmo di questa nuova realtà, nel secondo tomo - più introspettivo e personale - Emma si concentrerà su sé stessa, facendo chiarezza sulla sua complicazione situazione sentimentale e sul suo gusto, come da titolo. Attratta da sempre dai piatti semplici e autentici, Emma si presenterà alla temutissima riunione per l'assegnazione delle stelle con una candidatura sui generis, che critica costruttivamente alcuni pregiudizi che la guida e i suoi ispettori portano con sé verso le piccole realtà, magari al femminile. Gli stessi pregiudizi che Emma ha combattuto e vinto, con l'aiuto di un collega tanto affascinante quanto di larghe vedute. 

Il gusto di Emma è una lettura squisita, che mescola con grande precisione e armonia elementi del memoir, del fumetto biografico, passione per la cucina e un pizzico di femminismo. Se amate l'argomento cibo e siete dei foodie incalliti, non potete lasciarvela sfuggire. 

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE