Stai leggendo: A lezione da Ellen Pompeo: la star bacchetta i media sull'uso corretto dei termini

Letto: {{progress}}

A lezione da Ellen Pompeo: la star bacchetta i media sull'uso corretto dei termini

La protagonista di Grey's Anatomy, nota per le sue battaglie femministe, ancora una volta di scaglia contro i media per l'uso scorretto di alcune terminologie.

Ellen Pompeo Getty Images

18 condivisioni 1 commento

Ellen Pompeo è ormai nota per le sue battaglie femministe. La protagonista di Grey's Anatomy ha dimostrato di avere grinta da vendere in più di un'occasione.

Di recente si è scagliata contro la produzione di The Bachelor per dei commenti irrispettosi nei confronti della collega Kelly Ripa, una delle donne di maggior successo alla ABC, che aveva criticato il programma, giudicato troppo sessista.

View this post on Instagram

Sending love and sunsets ❤️ ❤️❤️

A post shared by Ellen Pompeo (@ellenpompeo) on

Ancora più nota la sua battaglia dietro le quinte di Grey's Anatomy per ricevere il giusto compenso economico, dopo anni passati a lottare per la parità di diritti tra lei e Patrick Dempsey, suo collega per undici stagioni. Ellen ha anche confessato che a un certo punto ha pensato di mollare tutto perché non riusciva a far sentire la sua voce in quello che ha definito 'ambiente tossico'; l'occasione è arrivata quando Patrick ha lasciato lo show, perché ha potuto così finalmente negoziare il suo contratto. Il resto è storia.

L'ultimo messaggio di indignazione è rivolto ai media americani. Ellen ha condiviso un post su Instagram in cui accusa i giornali e i quotidiani di semplificare i fatti, usando termini, soprattutto nei confronti delle donne, molto spesso sbagliati. In questo caso, istiga i giornalisti a dire le cose come stanno, senza giri di parole: laddove si parla di sesso con minorenni, bisogna utilizzare il termine giusto, anche se avrà un forte impatto su chi legge.

A tutti quelli che lavorano nei media, smettetela di dire e scrivere 'sesso con minori'. Le ragazze minorenni sono solo bambine.

Per non urtare la sensibilità dei lettori, i media fanno uso di parole mal contestualizzate. Quando si parla di abusi su minori, ci si riferisce a un fatto specifico di violenza sessuale, non si parla di pornografia. Non sappiamo contro quale quotidiano si sia scagliata, ma Ellen ha ricevuto l'appoggio di molte persone sul web.

Come nota una dei suoi fan che ha commentato il post: "Lo stupro non solo è una parola molto corta da scrivere, ma l'unica corretta da usare." Un'altra utente continua: "Foto di nudo di minori... Questo è uno strano modo per dire pedopornografia." Una ragazza ci tiene a condividere una triste realtà: "Vivo in Iran e non abbiamo regole per chi sposa le ragazze minori di 18 anni. Nessuno ci ascolta."

A supportare il forte messaggio di Ellen, anche Camilla Luddington (Jo Wilson di Grey's Anatomy) e Kelly McCreary (interprete di Maggie Pierce).

Nel corso degli anni, la protagonista di Grey's Anatomyè diventata la voce delle donne, soprattutto in ambito lavorativo. E con questo suo ultimo messaggio ha impartito una bella lezione alla stampa.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO