Stai leggendo: Nicki Minaj cancella il concerto in Arabia Saudita per sostenere i diritti delle donne e della comunità LGBTQ

Letto: {{progress}}

Nicki Minaj cancella il concerto in Arabia Saudita per sostenere i diritti delle donne e della comunità LGBTQ

Nicki Minaj ha riconsiderato l'ingaggio in Arabia Saudita che aveva suscitato lo sdegno dell'opinione pubblica, portando anche la Human Rights Foundation a chiedere ufficialmente che l'artista ci ripensasse.

Nicki Minaj Getty Images

4 condivisioni 0 commenti

Nicki Minaj ha annullato un concerto in Arabia Saudita che aveva suscitato grandi polemiche online, affermando che vuole dimostrare il suo supporto per i diritti delle donne, della comunità LGBTQ e per la libertà d’espressione.

“Dopo attenta riflessione ho deciso di non proseguire con il concerto in programma al Jeddah World Fest”, ha dichiarato in un comunicato rilasciato alla Associated Press. La star ha detto che desiderava moltissimo portare il suo show di fronte ai fan in Arabia Saudita, ma che dopo essersi informata meglio sulla questione ha capito di dover riconsiderare l’ingaggio.

Credo sia importante per me mostrare chiaramente il mio sostegno per i diritti delle donne, della comunità LGBTQ e per la libertà d’espressione.

Il concerto avrebbe dovuto aver luogo il 18 luglio.

L’Arabia Saudita è un paese in cui ancora si osserva, in molto luoghi pubblici quali ristoranti, bar, scuole e università, una rigida segregazione tra uomini e donne single, anche se alcune regole hanno cominciato a cadere, come quella che impediva alle donne di guidare auto e partecipare a eventi sportivi negli stadi. Il Jeddah World Fest è aperto a un pubblico dai 16 anni in su, si tiene all’aperto presso il King Abdullah Sports Stadium ed è un evento in cui è proibito il consumo di alcol e droghe.

Tra gli altri artisti internazionali che si esibiranno al festival ci sono Liam Payne e il DJ Steve Aoki. A loro, oltre che alla Minaj, la Human Rights Foundation aveva chiesto la settimana scorsa di riconsiderare la propria partecipazione all’evento, e ora che la cantante di Anaconda si sia ritirata dall’ingaggio, il presidente dell’organizzazione, Thor Halvorssen, ha detto: “Ecco un esempio di leadership. Siamo grati a Nicki Minaj per la sua decisione esemplare e ponderata di rifiutare l’evidente tentativo del regime saudita di usarla come espediente di pubbliche relazioni”.

“Il festival del 18 luglio in Arabia Saudita indica ancora Liam Payne tra gli artisti che si esibiranno”, ha continuato Halvorssen, “speriamo che segua l’esempio di Nicki Minaj. La posizione morale della Minaj differisce da quella di celebrità come J-Lo e Mariah Carey che in passato hanno preferito riempirsi le tasche di milioni di dollari e appoggiare dittature invece che con le comunità oppresse e gli attivisti per i diritti umani imprigionati".

Negli ultimi mesi, in Arabia Saudita si sono esibiti artisti quali Carey, Enrique Iglesias, i Bllack Eyed Peas, Sean Paul, David Guetta e Tiesto. Il Jeddah World Fest sarà trasmesso a livello internazionale, e il governo promette anche visti elettronici rilasciati in tempi da record per qualunque visitatore voglia partecipare dall’estero.

Il paese sta cambiando velocemente da quando, l’anno scorso, il principe Mohammed Bin Salman ha dato via a una serie di riforme, tra cui l’apertura del primo cinema e l’abolizione dell’unico divieto di guida per le donne al mondo. D’altra parte però ci sono ancora i casi brutali come l’uccisione dell’autore Jamal Khashoggi e la tortura di molte attiviste per i diritti delle donne, senza contare che si tratta di una monarchia dove non c’è spazio per dissenso politico.

Cosa pensate della decisione di Nicki Minaj?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO