Federica Xotti: travel & moda per un'ispirazione a 360 gradi

Intervista a Federica Xotti: look da viaggio

"Credo che la moda sia un potente mezzo di comunicazione, un modo con cui ognuno può raccontare qualcosa di sé attraverso il proprio aspetto che in fondo, si sa, è il nostro biglietto da visita": l'intervista a Federica Xotti.

Ha cominciato parecchi anni fa - quando ancora i social non esistevano - da un blog e in particolare dal mondo travel, che è ancora, attualmente, il suo filo conduttore. 

È dai viaggi che poi ho sviluppato tutto il resto, dalla possibilità di renderli perfette location per il product placement di ogni tipo. Ho iniziato dunque a fondere travel e fashion, ma anche food e lifestyle in generale, in un connubio che i brand apprezzano molto.

Da Travelliamo, si è evoluta su tutte le piattaforme e come il mercato richiede, ma senza mai abbandonare le origini. Oggi Federica Xotti è una fashion & lifestyle blogger e influencer con quasi 90mila follower.

Nella nostra intervista, Federica ci ha raccontato il suo percorso dal blog fino ad oggi, fra consigli di stile e tante curiosità sui suoi progetti per il futuro.

Ciao Federica. Raccontaci un po’ di te.

Classe '92, sono nata e cresciuta in un piccolo paese della provincia di Udine, in Friuli Venezia Giulia. Una regione poco nota, che ho imparato ad amare solo col tempo. Una realtà che ho da sempre sentito un po’ stretta per me, per le mie ambizioni e attitudini e che oggi – paradossalmente - credo di poter definire come la spinta che mi ha motivata a credere fino in fondo nei miei sogni pur di emergere ed evadere. Ho sempre amato viaggiare, anche se ho cominciato piuttosto tardi, sostanzialmente quando documento d’identità e finanze (sudate facendo ripetizioni pomeridiane ai ragazzini) mi hanno permesso di essere autonoma e libera di partire.

Ad accompagnarmi fin dall’inizio anche la passione per la fotografia nonché quella voglia di far sentire la mia voce, di raccontare, raccontarmi e condividere, abitudine che al tempo – parliamo più o meno del 2011 – non era così comune come ora. Una volta conseguita la laurea triennale in Scienze del Turismo Culturale, ho capito che finalmente era arrivato il momento di fare ciò che avevo sempre desiderato, di trasferirmi altrove (ora vivo a Milano) e di dimostrare a tutti che potevo veramente trasformare la mia passione in un lavoro… e così è stato!

10 Outfit

Come è nato il tuo blog Travelliamo e dove sei arrivata oggi?

“Travelliamo” nasce nel 2013, dopo una marea di tutorial guardati su YouTube che mi spiegassero, concretamente, come andare a realizzare da sola un sito web. Detto questo, al di là di codici html, script, widget e quant’altro, il mio blog è il frutto di tanta passione; non soltanto quella per i viaggi che – fin dall’inizio – sono stati il cuore del mio storytelling sul web, ma anche per la scrittura che è da sempre il modo di esprimermi che preferisco, che mi permette di esternare al meglio emozioni e sensazioni, giocando con le parole, in termini di significato, suono, ritmo...

Il tutto è poi cresciuto col tempo, grazie all’indicizzazione di Google e al naturale sviluppo della comunicazione. Al sito si sono affiancati i relativi social, Facebook prima e Instagram poi e, di anno in anno, mi sono trovata a fare esattamente ciò che desideravo e a cui, con un po’ di lungimiranza, ho da sempre ambito. Le mie passioni sono diventate il mio mestiere.

La creazioni di contenuti – web e social – è ora il mio pane quotidiano, ciò di cui mi occupo a tempo pieno e, spaziando dal travel al fashion, dal food al lifestyle in generale, posso ora ufficialmente dire che è questo il mio lavoro… e per me è davvero una soddisfazione!

Dicono che ormai sia tutta solo questione di immagini, che la gente non si soffermi più a leggere caption e didascalie ma, anche fosse solo per una manciata di utenti, io ho scelto di mantenere il mio stile, riponendo fiducia nella parola e attenzione in ciò che scrivo, senza trascurare mai lo storytelling... che mi ha vista nascere.

Cos’è per te la moda e che posto occupa oggi nella tua vita?

Ad oggi, credo che la moda sia un potente mezzo di comunicazione: può trasmettere messaggi e permette di esprimere se stessi e la propria personalità. Non penso che la moda sia un qualcosa capace di omologare le persone, di renderle tutte uguali, vittime de “Il colore dell’estate” o de “la fantasia della stagione”, quanto piuttosto la vedo come un modo con cui ognuno può raccontare qualcosa di sé agli altri attraverso il proprio aspetto che – in fondo si sa – è il nostro biglietto da visita. Con la moda ci lavoro, quindi per me è anche sinonimo di product placement, Fashion Week e di campagne social ma è allo stesso tempo un divertimento, uno maniera per dare sfogo alla mia creatività… perché un look azzeccato può cambiare radicalmente la riuscita e il risultato finale di una bella foto IG.

Quando hai deciso di fondere travel e fashion?

Lavoro costantemente con il fashion da qualche anno in quanto, parlando di social, è un mondo che si sposa bene con quello del travel. I brand apprezzano molto il fatto che io possa portare i loro capi, dall’abbigliamento agli accessori, nei posti più belli del mondo e fotografare, per esempio, un bikini in Polinesia Francese o un berretto fra i ghiacciai della Patagonia Cilena. Per la riuscita degli scatti anche l’outfit è fondamentale e mi piace l’idea di ispirare chi mi segue a 360 gradi.

Credo che la moda sia un potente mezzo di comunicazione, un modo con cui ognuno può raccontare qualcosa di sé agli altri attraverso il proprio aspetto che in fondo, si sa, è il nostro biglietto da visita. 

Per il tuo lavoro viaggi molto: quali sono gli outfit che prediligi per viaggiare?

Quando viaggio la mia valigia è un po’ come la borsa di Mary Poppins! Studio gli outfit nel dettaglio prima della partenza e generalmente quando sono a destinazione so già esattamente come vestirò di giorno in giorno, anche sulla base delle experience che mi trovo a vivere. Dall’escursione nel deserto qatariota alla gita in barca a Mauritius, dalla visita dei templi thailandesi al safari nella savana del Senegal: ogni circostanza ha un look diverso e spesso mi capita di cambiarne anche più di uno al giorno… ma forse anche di più. In generale comunque posso dire che ciò che cerco sono outfit d’impatto visivo, belli a vedersi e fotogenici, ma che allo stesso tempo mi permettano di essere comoda e a mio agio. Via libera quindi ai tessuti svolazzanti, alle sovrapposizioni e ai tocchi di colore… se poi sono al mare, piedi scalzi sempre!

Il capo più versatile per viaggiare? Tu come lo indossi?

Se c’è un capo a cui non potrei mai rinunciare in viaggio è il cappello, un bel Panama dal tono neutro, perfetto per completare ogni look, che sia casual, da spiaggia o avventuroso. È inoltre un tocco che fotograficamente parlando rende sempre molto bene e – detto inter nos – aiuta anche ad apparire più curate quando la messa in piega ci abbandona;)

Ciò che cerco sono outfit d’impatto visivo, belli a vedersi e fotogenici, ma che allo stesso tempo mi permettano di essere comoda e a mio agio.

Le 5 cose da mettere in valigia quest’estate?

Nella mia valigia per le vacanze non manca mai un maxi dress, magari fantasia, fresco e leggero ma anche super fashion e d’impatto.

Immancabili le sneaker bianche, in pelle: comode per camminare quando si visita una città nuova e facilissime da abbinare con altri capi.

Must have fra gli accessori, una cascata di collane sovrapposte, di diverse lunghezze; a me piacciono dorate, magari con tante conchiglie estivissime come ciondoli.

Una giacchetta in denim può salvare la vita in caso di serate fresche così come un bel cappello a tesa larga, specialmente al mare.

Per il tuo prossimo progetto volerai alle Bahamas: raccontaci di che si tratta.

Le Bahamas sono uno dei miei travel dreams da diverso tempo! Si tratta di un progetto social in collaborazione con il Tour Operator italiano Alpitour con cui, a gennaio 2019, ho avuto la fortuna di volare in Messico, a maggio in Sardegna e che ora mi porterà nuovamente fra le acque cristalline del Mar dei Caraibi. Sarà una settimana all’insegna del relax e della tintarella, delle passeggiate al tramonto e del cocco sgranocchiata all’ombra delle palme. Mi dedicherò però anche alla scoperta delle bellezze dell’isola di Grand Bahama, fra snorkeling, escursioni e lunghi bagni insieme a simpaticissimi maialini… non vedo l’ora!

Le tue ambizioni/obiettivi per il futuro?

Una domanda a cui a volte ho difficoltà a rispondere! Non tanto perché io non abbia desideri o obiettivi ma perché in questo pazzo mondo del web tutto cambia e si sviluppa così velocemente che non ci si può proprio immaginare cosa succederà domani. In fondo amo anche questo del mio lavoro, il fatto di non sapere mai dove sarò, cosa farò… potrebbe sembrare quasi un’incoscienza, a tratti, ma trovo invece che sia estremamente stimolante poter costruire il proprio futuro giorno per giorno.

Ovviamente desidero riuscire a consolidare la mia figura professionale, così da mantenere sempre alto il mio ruolo e la mia posizione nel settore. Mi piacerebbe inoltre concretizzare il connubio fra fashion e travel magari con una capsule collection, che sia di borse/valigeria oppure di make-up, waterproof per resistere anche alle avventure più estreme. Per guardare poi ancora oltre, nel mio futuro vedo anche una famiglia, dei figli a cui far scoprire il mondo… ma per tutto questo c’è ancora tempo!

Se volete seguire Federica, la trovate su Instagram come @travelliamo.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

      SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO