Stai leggendo: Dal cibo al telefono, passando per le sigarette: come comportarsi alla guida e cosa dice la legge

Letto: {{progress}}

Dal cibo al telefono, passando per le sigarette: come comportarsi alla guida e cosa dice la legge

Dal consumo di cibo alle sigarette: scopri cosa è permesso e cosa invece è meglio non fare mentre si è al volante della propria auto.

0 condivisioni 0 commenti

Al volante bisogna sempre fare molta attenzione, perché spesso mettiamo in atto delle abitudini poco consone per la nostra sicurezza e per quella dei passeggeri, e di chi ci circonda in strada. Questa è una regola che tutti dovrebbero conoscere già, anche se spesso qualche “vizietto” sopravvive, richiedendo un intervento tempestivo per correggere in corsa il nostro stile di guida, in modo tale da adattarlo alle leggi imposte dal codice della strada e dal buonsenso. Il tutto con l’obiettivo di evitare multe e guai di altro genere, potenzialmente anche ben più gravi.

Cibo al volante: si può o no?

Analizzando il testo relativo al codice della strada, in effetti manca un capitolo dedicato a chi consuma cibo al volante. Di conseguenza, questa pratica non viene espressamente proibita dal già citato codice, quindi in teoria non dovrebbe portare a nessuna sanzione. In teoria, perché nei fatti esiste un articolo del codice della strada (art. 141, comma 2) che in sintesi ci dice questo: qualsiasi comportamento che ci impedisce di mantenere il totale controllo del veicolo può essere sanzionato a norma di legge, perché va a incidere sulla sicurezza alla guida.
Quindi anche il consumo di alimenti al volante può ricadere all’interno della situazione chiarita poco sopra, e di riflesso portare ad una multa o comunque ad un pericolo concreto per la salute. Inoltre, secondo uno studio condotto dall’Università di Leeds, le distrazioni portate dal cibo al volante sono molto rischiose, al pari della guida in stato di ebbrezza.

Fumare mentre si guida

Si parla di un argomento particolarmente dibattuto, ma che può contare su un regolamento molto chiaro in proposito. E qui va analizzata la situazione prendendo in considerazione non soltanto le sigarette convenzionali, ma anche quelle elettroniche. Effettivamente, fumare in macchina non è consentito se si presentano determinate condizioni. Nello specifico, la legge italiana impone di non farlo quando a bordo si trovano minori di 18 anni e donne in dolce attesa. La regola vale sia in stato di fermo del veicolo, sia quando questo è in movimento.
In assenza di passeggeri minorenni o donne incinte, non esistono cavilli che proibiscono il fumo in auto, ma è comunque meglio evitare, per una questione di distrazione al volante. Per quel che riguarda le e-cig, attualmente non esiste una legge che proibisce di usarle in auto, ma il consiglio è di attenersi ai regolamenti validi per le comuni sigarette.

Il telefono in auto

La legge sull’utilizzo dei cellulari in auto è piuttosto chiara: non viene concesso, in nessun caso, di usare il telefono quando si è alla guida. Anche la consultazione della rubrica, o qualsiasi altra azione fisica, viene punita con una sanzione. È ovviamente possibile usare le cuffiette, ma attenzione: per legge, un orecchio dev’essere sempre libero dall’auricolare, per monitorare i rumori del traffico e per non perdere la concentrazione.
In conclusione, è sempre il caso di fare attenzione a ciò che dice la legge, ma non solo: anche il buonsenso ha il suo peso, quando si parla di evitare distrazioni al volante. Perché la sicurezza alla guida non può mai essere messa in secondo piano.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO