Stai leggendo: Festival della Commedia italiana: sei pellicole si contendono il titolo di 'più bella di sempre'

Letto: {{progress}}

Festival della Commedia italiana: sei pellicole si contendono il titolo di 'più bella di sempre'

Alla prima edizione del Festival dedicato alla gloriosa commedia italiana sei film in gara, un omaggia ad Alberto Sordi, a 99 anni dalla sua nascita, e tanti ospiti che hanno fatto grande il genere: da Lino Banfi a Stefania Sandrelli.

5 condivisioni 0 commenti

Risate (sicure) e riflessioni con la prima edizione del Festival della Commedia italiana - La commedia italiana più bella di sempre, in programma a Formia (LT), dal 30 giugno al 7 luglio. Una prima edizione, sotto la direzione artistica di Fabrizio Conti, ideatore del format, con Ricky Tognazzi e Simona Izzo.

La commedia all'italiana

La rassegna vuole omaggiare il fortunato filone cinematografico nato in Italia negli Anni 50 che prende il nome da Divorzio all'italiana di Pietro Germi, uno dei primi film di successo del genere. Considerato tra i padri fondatori insieme a Mario Monicelli, Nanni Loy, Ettore Scola, Luigi Comencini, Vittorio De Sica, Lina Wertmüller, Luigi Zampa e Dino Risi. Era il periodo della Dolce Vita, dei caffè di Via Veneto e del boom economico. Sono anni di fermenti culturali, la società italiana è in evoluzione e il cinema con la sua pungente satira la racconta abilmente con storie brillanti: situazioni comiche che nascondono un contenuto profondo e attuale.

Tanti ospiti attesi

L'attore Lino BanfiHDGetty Images

Tra curiosi aneddoti e retroscena i film in cartellone verranno raccontati anche attraverso i ricordi di alcuni volti noti del cinema nostrano. A partire da il re della commedia sexy Lino Banfi, l’iconico Oronzo Canà de L’allenatore del pallone diventato anche ambasciatore Unesco, fino all’attrice toscana Stefania Sandrelli, protagonista di tante commedie brillanti e grottesche. E poi Remo Girone, Enzo Decaro, Michela Andreozzi, Paolo Conticini e Valeria Marini.

Sei film della commedia italiana in gara

In gara sei film della commedia italiana, da quelli più storici alle ultime uscite, si sfideranno per aggiudicarsi il titolo di migliore commedia italiana di sempre. I "magnifici sei" sono: Benvenuti al Sud, Come un gatto in tangenziale, Ricomincio da tre, Febbre da cavallo, il Marchese del Grillo, La vita è bella. Durante la kermesse, inoltre, sarà possibile rivedere, o magari scoprire per la prima volta delle pellicole della storia passata e recente del nostro cinema italiano come Non ci resta che piangere, 9, Amici miei, Quo vado? Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l'amico misteriosamente scomparso in Africa? E tante altre ancora.

Alberto Sordi, sempre nel cuore

A 99 anni dalla sua nascita, la kermesse celebrerà un “mostro” di bravura del nostro cinema italiano: Alberto Sordi, l’attore romano che più di tutti ha saputo rappresentare vizi e virtù dell’italiano medio. Verranno così proiettati alcuni dei suoi capolavori: da Il Marchese del Grillo a Il conte Max, da Un borghese piccolo piccolo a Polvere di stelle. E poi Lo sceicco bianco, I vitelloni fino a Il vedovo, Lo scopone scientifico, Lo scapolo e Il vigile.

Tuna filmografia costellata da più di centoquaranta film, concentrandosi sulle maschere più note rimaste impresse nell’immaginario collettivo, come l'americano Nando Mericoni, l’arrogante scapolo Ragioniere Paolo Anselmi, il vigile Otello Celletti e il Dott. Guido Tersilli de Il medico della mutua. Si parte l'1 luglio con Il Marchese del Grillo e Detenuto in attesa di giudizio.

Le dive del muto italiano e il programma

Durante i giorni del festival presso la Corte Comunale, sarà inoltre possibile visitare la mostra Stelle silenti - Le dive del muto italiano in collaborazione con Le Giornate del Cinema Muto e Istituto Luce. Verranno esposte una serie di foto e fotogrammi di grandi attrici del cinema muto italiano che negli anni '10 e '20 illuminarono gli schermi di tutto il mondo.

Tutte le serate partiranno con uno spazio dedicato ai corti, al mondo del web e ai suoi protagonisti. Ad inaugurare la manifestazione Liliana Fiorelli con il corto Mash up. Seguiranno sul grande schermo la proiezione di Non ci resta che piangere e Nove lune e mezza, con gli interventi di Michela Andreozzi e Alessandro Tiberi. Lunedì 1 luglio, invece, prima di Ricomincio da tre direttamente arrivano dal web i seguitissimi Le Coliche.

Paola Cortellesi in Ma cosa ci dice il cervelloHDClaudio Iannone

Si prosegue la sera dopo con il corto di Michela Giraud, Educazione cinica, e la visione di Brancaleone alle Crociate, con la presenza di Stefano Natale e Riccardo Rossi. Mentre mercoledì 3, invece, spazio ai film Ma cosa ci dice il cervello e La banda degli onesti commentati da Remo Girone e Victoria Zinny. Promettono tante risate, giovedì 4 luglio, due grandi classici della commedia italiana, Il Marchese del Grillo e Febbre da cavallo.

L'attrice Stefania SandrelliHDGetty Images

Tra i due film, gli incontri con Stefania Sandrelli, Antonio Giuliani e Loredana Cannata. Apriranno, invece, la serata di venerdì 5, con il loro cortometraggio Ce l'hai un minuto?, Alessandro Bardani e Francesco Montanari; a seguire La clinica dell'onestà e Intenzioni serie di Luca Vecchi. Non poteva mancare poi la proiezione di un classico: Amici miei. Per l'occasione saranno presenti Cesare Rascel, Paolo Conticini e Pino Ammendola. Tra gli incontri più attesi, dopo la proiezione, il 6 luglio, del corto Goodbye Totti (6 luglio) di Marco Castaldi e Josafat Vagni, quello con Lino Banfi e Luca Manfredi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO