Stai leggendo: Foto imbarazzanti ai contatti sbagliati? Whatsapp introduce una nuova funzione

Letto: {{progress}}

Foto imbarazzanti ai contatti sbagliati? Whatsapp introduce una nuova funzione

L'app di messaggistica più popolare al mondo sta testando una nuova funzionalità. Lo scopo? Dire addio all'invio di immagini errate (e alle gaffe).

Tre amiche si scattano un selfie dal cellulare iStock

1 condivisione 0 commenti

Di una cosa siamo certi: a tutti è capitato, almeno una volta, di inviare per sbaglio una foto ad un contatto piuttosto che a un altro. E la sensazione, ahimé, è sempre la stessa: che si tratti di un semplice scatto tra amici, di un'immagine osé o di un animaletto che fa facce buffe... La vergogna è dura da debellare.

Certo, Whatsapp da qualche tempo si adopera per venire in aiuto dei suoi utenti e rendere lo scambio di messaggi sempre più controllabile. Una spunta, due spunte, due spunte blu, cancella il messaggio (per me o “per tutti”): dal 2009 – anno di creazione dell'app – le novità sono già state parecchie.

Le spunte blu, ad esempio, ci consentono di verificare che il contatto abbia effettivamente visualizzato il contenuto. In caso contrario, abbiamo la possibilità di eliminarlo. Ma solo entro 60 minuti, tempo non sempre sufficiente per rendersi conto dell'errore – e per essere certi che il nostro contatto non abbia, a sua volta, già inoltrato la foto a tutti i suoi contatti in rubrica!

Una ragazza si scatta un selfie mentre mangia un gelatoHDiStock

Ora, però, è in versione beta una nuova funzione: per facilitare l'invio corretto – spesso l'errore nasce dal fatto che la schermata di inoltro ha solo una piccola miniatura della foto profilo – potremo visualizzare il nome del destinatario. In pratica, accanto alla schermata della foto – sulla barra inferiore dell'interfaccia – avremo anche l'informazione corretta del contatto in rubrica. Una doppia conferma, che potrà diventare, in alcuni casi, davvero salvifica.

Per ora si tratta soltanto di una funzione presente nella versione beta e non è ancora detto che venga effettivamente implementata anche nell'aggiornamento ufficiale.

Noi, però, ci auguriamo di sì. E voi?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO