Stai leggendo: Elena Santarelli: 'Non faccio più programmi, la vita insegna che oggi ridi e domani piangi'

Letto: {{progress}}

Elena Santarelli: 'Non faccio più programmi, la vita insegna che oggi ridi e domani piangi'

Nel corso di una lunga intervista concessa al settimanale Oggi, Elena Santarelli ha svelato di aver cambiato completamente prospettiva dopo la lotta di suo figlio Giacomo contro il cancro.

Elena Santarelli Getty Images

4 condivisioni 0 commenti

Giacomo (9 anni), il primogenito di Elena Santarelli e Bernardo Corradi, è come tanti altri bambini un piccolo guerriero. Dopo aver combattuto a lungo contro un tumore maligno al cervello, Jack - è così che lo chiamano in famiglia - ha vinto la sua battaglia e ha espresso il desiderio di fare un viaggio a New York con mamma e papà. La serenità è tornata a casa di Elena Santarelli, che in questi mesi non ha mai fatto mancare il sorriso al suo bambino e alla sorellina Greta (3 anni), diventando il simbolo di tutte quelle mamme che coraggiosamente, al fianco dei loro figli, si confrontano con le difficoltà della malattia.

Ora che Giacomo è guarito, Elena ha una prospettiva completamente diversa. Ne ha parlato nel corso di un'intervista concessa a Oggi, in cui ha svelato di non fare assolutamente programmi:

Ho smesso di fare programmi. La vita ci insegna che oggi sorridi, domani piangi. E io non sapevo come sarebbe finita. Finalmente andremo al mare, ma non sappiamo ancora dove. A metà agosto di sicuro saremo in montagna.

La malattia di Giacomo ha messo a dura prova Elena Santarelli e il marito Bernardo Corradi, ma se possibile li ha resi ancora più forti. I due sono sposati dal 2014 - stanno insieme dal 2006 - e si amano moltissimo, ma hanno avuto come tutte le coppie momenti difficili:

Non siamo una coppia perfetta, la mia non è la famiglia del Mulino Bianco. Abbiamo avuto un periodo difficile, ma non ci ha messo in pericolo, anzi. Siamo stanchi ora, ma riusciamo ancora a ritagliarci i nostri spazi grazie ai nonni, anche solo una cena fuori.

View this post on Instagram

Quando vi ho resi partecipi del problema che ci ha colpiti ho anche promesso che quando sarebbe arrivata la tanto attesa comunicazione della fine delle cure l'avrei condivisa con tutti voi. Ecco quel giorno è arrivato: Giacomo finalmente è in “follow up"! Pochi giorni fa ha fatto la sua ultima terapia e i vari controlli hanno dimostrato che il nostro bellissimo bambino ha vinto questa battaglia. Oggi voglio testimoniare una storia a lieto fine per dare speranza a tante famiglie che ancora lottano o che si troveranno a lottare. Giacomo ha vinto la sua battaglia su un tumore cerebrale maligno e solo ora voglio condividere questo particolare, sperando possa infondere positività a molte famiglie, ma ricordando che ogni bambino ha la sua storia e il suo percorso. Quando si affronta un percorso così a volte non respiri dopo aver sentito altre storie. Il mio consiglio è quello di vivere la propria storia senza fare troppi confronti, affidandosi ai medici che hanno in cura in nostri bambini. Ci sono tante persone da ringraziare, iniziando dalla dottoressa Angela Mastronuzzi che con umanità e professionalità ci ha accompagnati in tutti questi mesi facendoci sentire meno soli (vorrei dirti molte più cose ma non mi basta un post). Vorrei ringraziare tutta l'equipe di neuro-oncologia e in particolare la dottoressa Antonella Cacchione che ci ha seguiti nel percorso in Day Hospital con amore e sensibilità e le dottoresse del reparto (Francesca del Bufalo e Iside Alessi). La mia gratitudine va anche alla caposala del reparto di neuro-oncologia, Adele Ripà e a tutti i suoi splendidi infermieri che non ho mai visto seduti, sempre pronti a scattare e a prestare aiuto con il sorriso così come alla caposala del Day Hospital Elsa Bianchini e alle sue infermiere che con molta pazienza ogni giorno stanno dietro ad una media di 100/130 pazienti al giorno. Un grazie va alla dottoressa Evelina Miele che mediante il profilo di metilazione eseguito all'Ospedale Bambino Gesù, ha aiutato i patologi a classificare il raro tumore che ha colpito Giacomo. Il mio grazie va anche al reparto di neurochirurgia, al primario dottor Carlo Efisio Marras, al dottor Andrea Carai ..segue altro post

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Dopo l'estate, Elena Santarelli tornerà al cinema e in televisione. La vedremo nel nuovo film di Fausto Brizzi, Se mi vuoi bene, e potrebbe riprendere il suo posto al fianco di Marco Liorni e Rita Dalla Chiesa a Italia Sì.

Non possiamo che augurare a lei e a tutta la sua splendida famiglia buone vacanze!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE