Stai leggendo: Ed Sheeran conquista San Siro con la sua tappa del Divide Tour

Letto: {{progress}}

Ed Sheeran conquista San Siro con la sua tappa del Divide Tour

Il sold-out di San Siro di fronte a un cantante capace di tenere in piedi un concerto, da solo, con chitarra acustica e voce.

Ed Sheeran in piedi, con la chitarra in mano, canta al microfono Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Sono da poco scoccate le 21. Sul cielo di San Siro, il sole è ancora alto. A riscaldare una giornata già bollente ci hanno pensato Zara Larsson e James Bay. Ma l'attesa è tutta per lui, per Ed Sheeran. Sale sul palco, solo, accompagnato dalla sola chitarra acustica. Sarà lei la sua unica compagna, insieme alla loop station, fino alla fine della serata. Un solo strumento con il quale però il cantautore inglese sarà in grado di regalare al suo pubblico tutta la gamma delle emozioni: dal romanticismo più sfrenato delle ballate, fino alla gioia mista a danza delle giga irlandesi.

L'inizio del concerto è sulle note di Castle On the Hill. Il cantante sale dalla scaletta sul palco, ripreso dalle telecamere pronte a proiettare la sua immagine sui maxi schermi alle spalle del palco. "Questo è il mio concerto più affollato in Italia e, in generale, il più grande del mio 2019" dice all'inizio della serata. Saranno diversi i momenti in cui abbandonerà la chitarra, per dedicarsi unicamente al suo pubblico. Con una promessa: "Domani sera non avrò concerti. Questa sera quindi io perderò la voce con voi e voi la perderete con me".

Ed Sheeran, in piedi, con una camicia a quadri, tiene in alto la chitarra stringendola con la manoHDGetty Images
La data conclusiva del tour italiano di Ed Sheeran, a Milano

Le occasioni per "perdere la voce" non mancano. A partire da A Team, "Una canzone che ho scritto a 18 anni e che ho sempre proposto nei miei tour: sia durante i concerti di fronte a 10 persone, sia ora di fronte a decine di migliaia di persone". Il concerto prosegue con Bloodstream e le 80 mila voci di San Siro pronte a unirsi in un solo oro. E poi è la volta di I Don't Care, il brano inciso a due voci con Justin Bieber.

L'impianto luci è imponente nelle dimensioni, ma non eccessivo. Sono rari i momenti in cui alle spalle di Sheeran scorrono immagini diverse dalla sua figura. Ad esempio, proprio sulle note di I Don't Care, quando i maxi schermi proiettano le immagini del videoclip dello stesso brano. La serata prosegue ricca di romanticismo con il medley Lego House / Give Me Love, a cui segue la giga irlandese Galway Girl.

Quindi, è il momento di un terzetto di canzoni che non lascia scampo: Thinking Out Loud, Photograph e Perfect. "Questo è il momento preferito da tutte le donne. Ora canterete questa canzone dalla prima all’ultima parola, perché se non la conoscete vuol dire che siete al concerto sbagliato" ironizza il cantante nel presentare il primo pezzo. Ovviamente non c'è pericolo: il pubblico continua a cantare dalla prima all'ultima nota.

Si sale ancora di bpm prima con Nancy Mulligan, quindi con Sing: l’ultimo brano prima del bis. Bis che inizia sulle note di Shape Of You (unico brano del repertorio di Sheeran il cui riff non è eseguito da una chitarra), per poi concludersi con una lunga e intensa You Need Me, I Don’t Need You. Così termina il concerto di Ed Sheeran a San Siro, l'ultima tappa della leg italiana del Divide Tour 2019. Ma, vista l'esperienza, è facile immaginarsi che si tratti solo di un arrivederci. A presto, a molto presto.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE