Stai leggendo: Come proteggere bambini e adolescenti dai pericoli dei social

Letto: {{progress}}

Come proteggere bambini e adolescenti dai pericoli dei social

Proteggere i figli dai social non è impossibile: segui il nostro vademecum con 10 consigli, dalle impostazioni della privacy alla creazione di account privati.

Bambini, ragazzi e social istock

2 condivisioni 0 commenti

Bambini e adolescenti sono sempre più esposti ai pericoli provenienti dalla rete e dai social. Secondo un’indagine condotta dall’Unicef, la percentuale di ragazzi e ragazze vittime di esperienze negative online è più che raddoppiata. Nel 2010 corrispondeva, infatti, al 6% dei naviganti minorenni, mentre nel 2017 è arrivata al 13%. E in tutto il mondo, 1 ragazzo su 3 è vittima di cyberbullismo.

Per evitare che le percentuali continuino ad aumentare, bisogna correre ai ripari. Non serve vietare ai propri figli l’uso dei social, basta aiutarli a capire come sfruttare questi nuovi strumenti senza caderne vittima.

In che modo? Ecco il nostro vademecum con 10 consigli su come proteggere i bambini dai pericoli dei social:

  1. Parla ai figli dei pericoli dei social
  2. Non comprare un dispositivo tutto per loro
  3. Attiva la protezione bambini SafeSearch
  4. Apri un account
  5. Imposta la privacy insieme a tuo figlio
  6. Filtra le richieste di amicizia
  7. Rendi gli account privati 
  8. Non cadere vittima dello sharenting
  9. Fai domande ai tuoi figli
  10. Rendi YouTube più sicuro

1. Parla dei pericoli esistenti

bambino sotto le coperteHDistock
Pericoli dei social per i bambini

Chiarisci apertamente i pericoli della rete, ma senza esagerare con l’intento di creare delle paure. È bene informare bambini e ragazzi in maniera realistica e invitarli a seguire online le stesse regole di buona educazione che si applicano nella vita reale. In questo modo potrai renderli più consapevoli. 

2. Non comprare uno dispositivo tutto per loro 

Teenager su facebookHDistock
Non regalate ai figli un cellulare tutto per loro

Cerca di non regalare ai tuoi figli tablet e pc con accesso illimitato a internet. Proponi l’uso di un tablet o di un pc di famiglia, con cui ti sarà possibile attuare una sorta di controllo meno intrusivo.

3. Attiva la protezione bambini SafeSearch

Si tratta di un filtro di Google che blocca i contenuti considerati non adatti ai bambini. Una volta attivato, individua le parole chiave esplicite e non consente la visualizzazione di siti, immagini e video che ritiene non adatti. SafeSearch funziona sia su PC che su smartphone e l'attivazione è semplicissima. Vai nella sezione Impostazioni di ricerca di Google, seleziona Filtri e spunta la casella Attiva SafeSearch. In alternativa, puoi usare il parental control tramite il programma gratuito Windows Live Family Safety.

4. Apri un account

Ragazze sul divnao guardano il cellulareHDistock
Apri un account

Il modo migliore per aiutare i propri figli a usare i social è conoscerli. Se non possiedi un profilo, aprilo subito e cerca di capire come funziona. In questo modo, ti sarà più semplice insegnare un uso consapevole dei mezzi digitali.

5. Imposta la privacy insieme a tuo figlio

Padre e figlia usano tablet e social insiemeHDiStock Photo
Impostare la privacy per difendere i figli dai social

Social come Facebook non dispongono di un parental control che ti permette un controllo attivo. Per proteggere tuo figlio puoi impostare le opzioni per la privacy. La prima cosa da fare è limitare il numero di persone che possono vedere i contenuti del profilo. Ti basta entrare nelle Impostazioni, aprire la sezione dedicata alla privacy e scegliere la voce Amici specifici nel menu Chi può vedere i tuoi post futuri?

In realtà, è bene anche verificare i post in cui bambini e ragazzi vengono taggati tramite la sezione Registro attività e limitare il pubblico dei post. Queste semplici azioni servono a ridurre il numero di sconosciuti che ha accesso al profilo di tuo figlio/a.

6. Filtra le richieste di amicizia

famiglia che guarda il cellulareHDistock
Filtra le richieste di amicizia dei tuo figli

Il controllo diretto degli account potrebbe essere percepito come una misura eccessiva dai propri figli. Puoi, però, limitare le richieste di amicizia su Facebook da parte di sconosciuti.
Accedi con tuo figlio alla sezione dedicata alle impostazioni sulla privacy. Dopodiché, clicca sulla sezione In che modo le persone ti trovano e ti contattano? Si apre subito un menu a tendina con due opzioni tra cui scegliere: Tutti e Amici degli amici. Seleziona la seconda opzione in modo da tutelare meglio il profilo dagli sconosciuti.

7. Rendi gli account privati 

Una bambina guarda il tabletHDistock
Bambini e social: è sempre bene rendere privati gli account social

Social come Instagram e Twitter danno la possibilità di creare account privati con cui proteggere i ragazzi. Proponi il profilo privato come regola per l’utilizzo di questi social, soprattutto se i tuoi figli sono minori di 13 anni.

8. Non cadere vittima dello sharenting

Pericolo sharenting sui social HDiStock
Attenzione allo sharenting

Che cos'è lo sharenting? È la mania piuttosto diffusa di pubblicare foto dei propri figli online. Si tratta di una tendenza davvero pericolosa, soprattutto se non si ha l’accortezza di coprire il volto dei bambini e di non pubblicare foto con elementi così riconoscibili da consentire la geolocalizzazione. Per proteggere davvero i ragazzi, bisogna fare un uso corretto dei social come utenti adulti. Lo sharenting, per esempio, espone i bambini a un uso improprio della loro immagine. Non solo, gli crea una sorta di storia digitale che peserà molto quando il bambino, diventato più grande, vorrà utilizzare in prima persona i social.

9. Fai domande ai tuoi figli 

Madre che controlla i bambini su internetHDistock
Chiedi ai tuoi figli cosa fanno su internet

Informati sull’uso che i ragazzi e i bambini fanno dei social con domande come: Hai mai parlato online con qualcuno che non conosci? Hai mai avuto una discussione violenta con qualcuno online? Hai mai bloccato qualcuno? Hai mai dovuto eliminare il commento di qualcuno dalla tua pagina? Tutte queste domande ti servono a capire come tuo figlio vive i social e a costruire un rapporto aperto e sincero, che sarà fondamentale nel caso in cui dovesse essere vittima di cyberbullismo o di malintenzionati.

10. Rendi YouTube più sicuro

I bambini e la visione dei contenuti su YouTubeHDiStock Photo
Rendi Youtube sicuro

Il social più utilizzato dai bambini è sicuramente YouTube. Se tuo figlio lo usa da pc o da smartphone, vai nelle impostazioni e clicca su Modalità con restrizioni. Sono disponibili anche le app YouTube Kids per Android e Apple. In questo modo avrai delle versioni pensate appositamente per i bambini.

Vota anche tu!

Permetti ai tuoi figli di "essere social"?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO