Stai leggendo: Il 22 giugno si celebra la giornata mondiale del cane in ufficio

Letto: {{progress}}

Il 22 giugno si celebra la giornata mondiale del cane in ufficio

Addio ansia e stress, benvenuto buonumore! Potremmo riassumere così i tanti benefici che dà portare il proprio cane sul posto di lavoro.

Colleghi con cane in ufficio Istock

50 condivisioni 0 commenti

Amanti e fieri padroni dei cani, segnatevi questa data in calendario: il 22 giugno è la Giornata mondiale del cane in ufficio. Ci sono aziende che aderiscono all’iniziativa e permettono ai dipendenti di portare i proprio amici a quattro zampe al lavoro. E i benefici non sono pochi! Continuate a leggere per scoprire tutti i vantaggi di una giornata lavorativa trascorsa insieme al proprio cane!

La giornata mondiale del cane in ufficio

L’idea risale al 1996: non si tratta quindi di una moda passeggera, ma quest’anno la giornata mondiale del cane in ufficio è giunta al suo ventitreesimo “compleanno”. Il merito di questa trovata geniale è dell’associazione inglese Pet Sitter International. Da subito America, Canada e molti stati europei hanno aderito a quello che ai tempi si chiamava Take Your Dog to Work Day. Non poteva mancare l’Italia, dove, secondo il Rapporto Assalco-Zoomark 2018, circa un cittadino su due ha un animale domestico.

Inoltre, secondo studi pubblicati sulla rivista Forbes, per i lavoratori, recarsi in un’azienda amica degli animali è sicuramente un incentivo al miglioramento dell’umore. E non solo questi sono i plus da considerare.

I buoni motivi per portare il cane in ufficio

Per chi non ne fosse ancora convinto, ecco una lista dei vantaggi che si ottengono lavorando insieme al proprio amico a quattro zampe.

Addio senso di colpa

Cane e padroneHDIstock

Chi ha un cane, lo sa: lasciarlo a casa da solo tutto il giorno può diventare causa di sensi di colpa. Che cosa starà facendo? Si annoierà? Avrà voglia di giocare? Tenere il proprio animale domestico con sé, sul posto di lavoro, è sicuramente un ottimo deterrente contro questo tipo di pensieri, che da un lato intristiscono l’umore e dall’altro influiscono di sicuro negativamente sulla concentrazione. E se pensate che anche avere il cane in ufficio sia deleterio per la resa, continuate a leggere e cambierete idea.

Pause di qualità

Cane in ufficiHDIstock

Di sicuro, avere in ufficio il proprio animale domestico costringe a qualche pausa in più, ma non è certo detto che sia un male, anzi! Certi tipi di lavoro richiedono pause ogni due ore, che ovviamente nessuno fa: queste pause fanno bene alla salute (defaticano gli occhi di chi sta davanti al computer o permettono di rilassare la schiena di chi fa un lavoro sedentario) e alla concentrazione, perché dopo un po’ la resa cala. Staccare e coccolare il proprio cane, dargli da mangiare, giocare con lui sono ottimi modi per riposarsi, sgranchirsi e tornare dopo qualche minuto più freschi al proprio lavoro!

Più gioia per tutti

Cane e padrona feliceHDIstock

Portare con sé il proprio cane è un modo per avere un amico in ufficio. E questo dà una carica di felicità maggiore a chi si appresta a lavorare otto ore in un ambiente magari non proprio accogliente. E visto che la felicità è contagiosa, le ripercussioni positive si avranno su tutti. Chi è felice, sarà anche meglio disposto verso i colleghi e quindi l’umore generale ne gioverà. Infine, il lavoratore che sa che la sua azienda è attenta ai bisogni degli animali, ne avrà un’opinione migliore e anche questo è un bell’incentivo per la gioia!

Un miglior rapporto coi colleghi

Cane e colleghiHDIstock

Un cane, si sa, attira simpatie: pensate a quando siete per strada e incontrare un bel cane o un cucciolo vivace. Siete immediatamente attratti verso di lui, per accarezzarlo o giocarci. In ufficio succede la stessa cosa e un cane diventa catalizzatore di attenzioni positive, e persone che magari non si conoscono, possono cominciare a parlarsi e a conoscersi. E recarsi sul posto di lavoro sapendo di trovare qualcuno con cui si ha qualcosa in comune, è una cosa davvero preziosa.

Addio stress e ansia

Donna accarezza caneHDIstock

Chi fa pet terapy, lo sa: accarezzare un animale è un gesto che ha un forte potenziale anti stress. Ci rilassa la mente e il corpo, cosa fondamentale dopo tante ore in ufficio, magari in giornate particolarmente stressanti. Per non parlare del senso di profondo affetto che si prova quando si guarda il proprio cane negli occhi: sembra di essere le persone più speciali del mondo, e anche questo è un incentivo a sentirsi meglio, che cementa la propria autostima e dice addio all’ansia.

Insomma, i motivi per aprire le porte della propria azienda ai cani sono decisamente tanti! Quindi, se la vostra azienda lo permette, il 22 giugno portate il vostro cane in ufficio, altrimenti lanciate la proposta… chissà che non venga ascoltata!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE