Stai leggendo: Cosa vedere nel Salento, itinerario alla scoperta delle sue attrazioni artistiche e storiche

Letto: {{progress}}

Cosa vedere nel Salento, itinerario alla scoperta delle sue attrazioni artistiche e storiche

Il Salento è un territorio ricco di testimonianze artistiche, culturali e storiche da scoprire durante una giornata nuvolosa o un semplice break dalle sue meravigliose spiagge.

Le decorazioni della facciata della Basilica di Santa Croce lecce iStockphoto

79 condivisioni 0 commenti

Il Salento è una delle mete predilette da chi desidera trascorrere delle vacanze estive in famiglia, in coppia o con le amiche rilassandosi su meravigliose spiagge bagnate da un mare cristallino ma offre anche delle interessanti attrazioni da visitare durante una giornata nuvolosa o se si desidera prendersi un break dal sole.

Tra le attrazioni da visitare nel Salento vi sono Lecce, la Signora del Barocco, per ammirare le incredibili decorazioni che adornano chiese, palazzi e case, la stupenda Gallipoli fulcro della movida salentina e altro luogo dove stupirsi di fronte alle meraviglie del periodo barocco oppure Corigliano d’Otranto dove visitare un castello di origine medievale perfettamente conservato.

Chi desidera prendersi una pausa dalla folla che si riversa nel Salento nei mesi estivi può regalarsi una visita al borgo di Presicce o di Specchia, due incantevoli paesi circondati da distese di ulivi.

Scoprite cosa vedere nel Salento oltre, ovviamente, alle sue spiagge:

  1. Lecce
  2. Gallipoli
  3. Corigliano d’Otranto
  4. Presicce
  5. Specchia

1 - Lecce

Tra le città più suggestive da visitare nel Salento vi è Lecce, un luogo magico dove ammirare stupende testimonianze del periodo barocco.

Durante una passeggiata per le strade del suo centro storico, a cui si accede oltrepassando Porta Napoli, è possibile ammirare palazzi, chiese, monumenti le cui facciate sono caratterizzate da elaborate decorazioni che appaiono estremamente armoniche nonostante il loro essere eccessive.

Tra gli edifici di maggiore interesse si segnalano il Duomo, la Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, la Chiesa Santa Maria di Costantinopoli, la Basilica di Santa Croce, Palazzo Adorno e Piazza Sant’Oronzo, quest'ultima considerata il cuore pulsante della "Signora del Barocco".

Durante un break a Lecce merita, inoltre, una visita l’imponente Anfiteatro Romano e il Castello di Carlo V risalente al 1539.

La facciata della Cattedrale di Lecce.HDiStockphoto
La bella facciata della Cattedrale di Lecce.

2 - Gallipoli

Se desiderate regalarvi un break da lunghissime giornate trascorse tra spiaggia e mare, una cittadina che merita sicuramente una visita è Gallipoli, la Perla del Salento.

Il centro storico di questa località sorge su un isolotto collegato alla terraferma da un ponte in muratura ed è costituito da un dedalo di viuzze che formano un labirinto costellato da chiese e raffinati palazzi realizzati in stile barocco. Imperdibile è una visita alla Basilica concattedrale di Sant’Agata, al Duomo edificato nel punto più alto dell’isolotto e all'imponente Castello Angioino circondato quasi interamente dal mare.

Per concludere il vostro tour di Gallipoli è consigliata una visita al pittoresco vecchio porto dove ammirare una fontana greca risalente al III secolo a.C e una passeggiata lungo Corso Roma per regalarsi un po’ di shopping nei suoi bei negozi.

  • Dove mangiare a Gallipoli: Baguetteria De Pace un accogliente locale dove scoprire piatti tipici del luogo preparati con ingredienti di eccellente qualità oppure Ristorante Dolce Vita dove assaggiare piatti a base di pesce godendo di una meravigliosa vista sul mare.
Il castello di GallipoliHDiStockphoto
Le mura del Castello di Gallipoli.

3 - Corigliano d’Otranto

Un’altra attrazione da visitare nel Salento è Corigliano d'Otranto, una pittoresca cittadina a circa 26 km da Lecce, abitata sin da tempi antichissimi e che nel corso dei secoli ha subito varie dominazioni che hanno lasciato profondi segni nel territorio e nella sua cultura. Il dialetto che si parla ancora oggi a Corigliano d’Otranto è, infatti, il griko di origine greca.

Tra i luoghi più suggestivi da ammirare durante una gita a Corigliano d’Otrante vi sono il Castello De Monti, una struttura fortificata risalente al Medioevo che presenta quattro torri e un profondo fossato, la Chiesa madre di San Nicola con la sua particolare facciata asimmetrica e gli interni barocchi, e i Dolmen Caroppo I e Caroppo II, insediamenti abitativi risalenti a epoche remote.

  • Dove mangiare a Corigliano d'Otranto: Agriturismo Le Site un luogo dove assaggiare piatti tipici preparati con prodotti a Km zero oppure Masseria Costa un locale dove assaggiare piatti tradizionali rivisitati con un tocco di modernità e raffinatezza.
Una torre del Castello Medioevale di Corigliano d'OtrantoHDiStockphoto
L'imponente cinta muraria del Castello Medioevale di Corigliano d'Otranto

4 - Presicce

Una meta perfetta per una gita nell’entroterra del Salento alla scoperta degli usi e dei costumi che hanno caratterizzato la sua lunga storia è il borgo di Presicce, un incantevole paesino situato a meno di 10 km dalla costa.

La particolarità di questo borgo dove il tempo sembra essersi fermato è che sotto la sua Piazza del Popolo si apre un mondo parallelo costituito da 23 frantoi sotterranei dove veniva prodotto l’olio d'oliva che rappresentava la principale risorsa economica dell’area. Questi sotterranei sono scavati nel tufo e presentano oltre ai frantoi varie cavità che venivano utilizzate per conservare al riparo dal caldo torrido olive, attrezzi vari e ovviamente l’olio.

  • Dove mangiare a Presicce: Antica Pietra Filosofale, dove gustare piatti tipici seduti in uno dei tavoli posti lungo il vicolo Giacomo Matteotti oppure Palate 31 un ristorante piccolo e accogliente dove si respira un'atmosfera familiare e rilassata.
Uno stretto vicolo del borgo di PresicceHDiStockphoto
Un pittoresco vicolo del borgo di Presicce.

5 - Specchia

Il borgo di Specchia è un altro incantevole luogo del Salento dove trascorrere qualche ora immersi nella quiete della campagna.

Questo paese fa parte dell’associazione I Borghi più belli d’Italia, un ente che ha lo scopo di valorizzare i piccoli centri abitati che possono vantare un interesse storico ed artistico, e offre ai suoi visitatori pittoreschi scorci architettonici ed interessanti palazzi.

Specchia è arroccato su una collina e passeggiando tra i suoi vicoli si scorgono suggestivi panorami sulle distese di uliveti e agrumeti che lo circondano e si possono ammirare interessanti opere architettoniche come Palazzo Risolo, la Chiesa della Presentazione della Beata Vergine Maria, la Chiesa dei Francescani e la piccola e Chiesa di Sant'Eufemia risalente al 900 d.C.

  • Dove mangiare a Specchia: Ristorante la Ficarigna dove assaggiare piatti a base di pesce o carne oppure il Frantoio un locale caratteristico dove assaporare piatti della tradizione.
La facciata di Palazzo Risolo a SpecchiaHDiStockphoto
L'imponente Palazzo Risolo nel borgo di Specchia.

Vota anche tu!

Quale attrazione del Salento vorresti visitare oltre alle sue spiagge?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE