Jeremy Scott illumina di oscurità la passerella con la sua Spooky Couture

Collage di tre look della Moschino Cruise 2020

Le ragnatele non sono mai state così glam. L’ultimo fashion show Cruise di Jeremy Scott per Moschino è un omaggio alle serie e ai film dark-horror.

Pochi designer possono contare su una fantasia sfrenata e un reticolo di suggestioni pop come Jeremy Scott, che nell’ultima sfilata Cruise 2020 ha squarciato un territorio inesplorato e oscuro, quello del mondo horror-glam, con la sua solita spolverata di chic & kitsch.

Postmoderna e citazionista, la sfilata si traduce in una sorta di pastiche, e “pasticcio”, che amalgama tanti riferimenti, tanti déja vu, tante citazioni, impastati e infornati con un risultato onirico e icastico.

Jeremy Scott ha scelto una location molto hollywoodiana, gli Universal Studios di Los Angeles, per imbastire la sua sfilata irresistibile dell’orrore, sullo sfondo geniale e superamericano di schiere di villette con staccionate ridipinte e roseti colorati, un mood pronto a ospitare la deriva splatter che ha strizzato l’occhio a Buffy, a Dracula, La Mummia, Frankenstein, ma anche Stranger Things e tanti altri titoli contemporanei o degli ultimi 100 anni.

Collant lacerate, paillettes, ragnatele punk, frange da spaventapasseri e rimandi agli horror si sono mescolati con guizzi colorati, trench, t-shirt. felpe, stampe grafiche, ruche leziose. Anche gli accessori erano perfettamente a tema, come le borse, che – anche questa volta – citano l’esasperante ossessione per la pop culture da parte del designer: a tracolla nessun accessorio in pelle o coccodrillo, ma una scatola della pizza ordinata a casa, l’antipasto dei massacri più insanguinati dei film.

Lo Spooky Couture di Moschino, che non prescinde neanche dalla sposa, un simbolo che torna spesso nei fashion show di Scott e che intercetta il mood gothic di Tim Burton, illumina di oscurità i primi giorni di giugno, scioccando e turbando tra le vetrine e i trend modaioli della stagione calda, con rifiniture chic, costumi, borse di paglia e abiti bianchi.

La sposa nella sfilata Moschino

Jeremy Scott ha superato se stesso, emozionando e suggestionando.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

      SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO