Stai leggendo: Grey's Anatomy: l'episodio shock su Jo rischiava di essere diverso

Letto: {{progress}}

Grey's Anatomy: l'episodio shock su Jo rischiava di essere diverso

L'episodio shock su Jo era così intenso che inizialmente si pensava di modificarlo. Per fortuna poi è intervenuta Shonda Rhimes.

9 condivisioni 0 commenti

Anche dopo tutti questi anni, Grey’s Anatomy realizza episodi in grado di affrontare argomenti davvero delicati e intensi. In quest'ultima stagione, il medical drama è entrato in un territorio che si potrebbe definire proibito: quello della violenza sessuale.

L'episodio Jo-centrico, però, rischiava di essere diverso da l'abbiamo visto adesso. A svelarlo è la co-produttrice esecutiva Elisabeth R. Finch, che ha fortemente voluto occuparsi della puntata in questione, a Entertainment Weekly.

Una donna di nome Abby si presenta in ospedale in stato di shock dopo essere stato aggredita sessualmente. Jo e Teddy si occupano di lei che accetta, seppur con difficoltà, di fare un kit antistupro da mettere da parte qualora decidesse di denunciare il suo assalitore. Il momento più iconico è la scena corale tutta al femminile. Le due dottoresse, dopo averla convinta ad operarsi per curare le lesioni interne, la accompagnano tra il corridoio dell'ospedale dove c'è un muro di donne a supportarla. 

Quando arrivò il momento di visionare l'episodio prima di mandarlo in onda, i vertici della Standars and Practice erano preoccupati che questa scena avrebbe urtato la sensibilità pubblica. Nella televisione americana questo dipartimento si occupa di rivedere gli episodi, controllare se rispettano i canoni previsti dalla rete, e nel caso provvede a cambiarli. 

View this post on Instagram

Stand with us. #GreysAnatomy

A post shared by Grey's Anatomy Official (@greysabc) on

Elisabeth R. Finch ha confidato al magazine EW che i vertici avevano chiesto di non mostrare alcun tipo di fluido sui tamponi per non scioccare gli spettatori. La produttrice però inizialmente si oppose perché quella sequenza in cui Jo e Teddy curano la paziente fa parte di un processo medico, e volevano che fosse presente nell'episodio.

Poi è intervenuta la creatrice di Grey's Anatomy in persona, Shonda Rhimes, che ha spiegato il valore di quella scena.

Noi mostriamo la violenza ma anche la medicina. La ragione per cui nessuno sapeva i passaggi era perché non erano mai stati mostrati così tanti dettagli. Facciamo vedere innumerevoli atti contro le donne, ma traslasciamo le cure. 

Alla fine funzionò e la scena fu così intensa che tutte le donne che lavorano alla Standards and Practices volevano partecipare. Una curiosità: la Finch ha dichiarato che Shonda Rhimes aveva pagato per avere altre persone al lavoro in quell'episodio così che tutte le impiegate di Grey's Anatomy fossero libere di partecipare all'episodio.

L'episodio 19 di Grey's Anatomy 15 verrà ricordato non solo come uno dei più intensi ma anche come un inno alle donne.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE