Stai leggendo: Solstizio d'estate: cos'è, quanto dura, paganesimo e riti d'amore

Letto: {{progress}}

Solstizio d'estate: cos'è, quanto dura, paganesimo e riti d'amore

Tutto sul solstizio d'estate, dalle spiegazioni astronomiche ai dettagli sul giorno più lungo dell'anno fino ai tanti riti magici per trovare l'anima gemella.

Solstizio d'estate a Stonehenge iStock Photo

14 condivisioni 0 commenti

Il solstizio d’estate si sta avvicinando. Il 21 giugno 2019 inizia ufficialmente l’estate astronomica con quello che viene definito il giorno più lungo dell’anno, inteso come la giornata con più ore di luce nell’arco dei 12 mesi.

L’estate è la tua stagione preferita e sei curiosa di saperne di più? Abbiamo preparato per te una guida con tante curiosità

Solstizio d'estate significato

La parola solstizio deriva dal latino: sol - sole - e sistere - fermarsi. Il solstizio, infatti, è il momento in cui il Sole raggiunge il suo punto di inclinazione massima o minima. Se l’inclinazione è massima, abbiamo il solstizio estivo, mentre se l’inclinazione è minima abbiamo quello invernale.

Ovviamente, la data non è fissa. Il cambiamento è dovuto a un ritardo di circa 6 ore all’anno, causato dallo spostamento dell’asse attorno a cui la Terra compie la sua rotazione giornaliera.

È l’anno bisestile a rimettere a posto le cose, con una sorta di ritorno artificiale al punto di partenza. In questo modo l’oscillazione del solstizio è limitata a un paio di giorni. Questo significa che può cadere il 20 o il 21 giugno. 

Solstizio d'estate - movimento del soleHDiStock Photo

Quando inizia l'estate

L’estate inizia esattamente nel giorno del solstizio e termina nel giorno dell'equinozio successivo. Nel 2019, le date sono 21 giugno e 23 settembre. Cosa succede durante l’equinozio? Il Sole si trova allo zenit dell’Equatore e le ore di luce e le ore di buio sono identiche. Primavera e autunno iniziano proprio con il fenomeno astronomico degli equinozi. 

Ovviamente oltre alle stagioni astronomiche ci sono anche quelle meteorologiche, che iniziano una ventina di giorni prima rispetto a solstizi e equinozi e durano tre mesi.

Il giorno più lungo dell'anno

Capo nord al tramontoHDistock

Il 21 giugno sarà il giorno più lungo dell’anno in termini di ore di luce, circa 15. In realtà, il numero di ore di luce è andato riducendosi nel tempo a causa dell’impercettibile rallentamento della rotazione terrestre, dovuto alle forze di marea esercitate dalla Luna.

Il rallentamento, però, è contrastato da altri fattori geologici, come lo scioglimento delle calotte polari, che danno alla Terra una lieve accelerata. Ecco perché si parla di fenomeno impercettibile. In ogni caso, il solstizio d’estate più lungo risale al lontano 1912. Chiaramente, parliamo di una durata superiore comunque su misura infinitesimale.

Solstizio d'estate e paganesimo

Un scena di OutlanderHDStarz

Il solstizio d’estate è un giorno di festa legato a riti magici e pagani. È il momento in cui ingraziarsi la grande madre Terra, dispensatrice di vita e fertilità. Ecco perché si festeggia da sempre con fuochi purificatori, che servono a scacciare le tenebre e a celebrare la luce e il bene. Solitamente, si bruciano erbe vecchie e si balla intorno ai falò per allontanare la cattiva sorte. È tradizione anche bere la rugiada dei prati. Camminare tra l’erba e sdraiarsi nei prati all’alba bevendo la rugiada serve a mandare via il malocchio e a favorire la fecondità.

Spesso i riti pagani si intrecciano con la figura di San Giovanni Battista, il primo ad avere avuto la premonizione dell’arrivo di Gesù. Il Santo si festeggia proprio il 24 giugno e i riti del solstizio vogliono che si raccolga un mazzetto porta fortuna, detto proprio il mazzetto di San Giovanni. Secondo la tradizione, bisogna usare erbe come l’iperico (detto anche scacciadiavoli), l’artemisia o cintura del diavolo, la ruta, la mentuccia, il prezzemolo, il rosmarino, l’aglio e la lavanda.

Oggi è Stonehenge (foto in testata) il luogo in cui si riuniscono tutti i pagani del mondo per festeggiare il 20/21 giugno. Il motivo? Nel giorno del solstizio d'estate, un raggio di Sole passa attraverso il trilite (struttura in pietra) e cade sull’altare del sito archeologico inglese. Gli antichi consideravano questo fenomeno il segno celeste che sottolineava il passaggio delle stagioni.

Solstizio e magia: la notte migliore per trovare l'amore

Tradizionalmente il solstizio è legato alla fecondità e alla ricerca dell’anima gemella. In peasi come la Finlandia si festeggia celebrando matrimoni e facendo falò e riti per trovare la propria metà.

Ci sono una serie di riti magici da eseguire nella notte del 20/21 giugno per propiziarsi l’amore, come l’incantesimo campestre che consiste nel cogliere un quadrifoglio e nasconderselo vicino al cuore. Come forse sai, ogni foglia ha un significato diverso e precisamente amore, rispetto, salute e ricchezza. Il solstizio è considerato il giorno migliore per cercare gli introvabili quadrifogli, vista la durata delle ore di luce.

Un altro rito magico molto diffuso è la composizione di un mazzetto con otto fiori diversi. Durante il solstizio si festeggia all’aperto nei prati e bisogna comporre un mazzetto e poi metterlo sotto il cuscino per una notte, in modo da sognare l’incontro con l’anima gemella. E si sa, i sogni son desideri che vanno inseguiti una volta svegli! 

Se non credi alla magia ma sei alla ricerca di un nuovo amore, prova comunque a tentare la fortuna nella notte del prossimo solstizio d'estate.

Solstizio d'estate e yoga

Yoga col sole sullo sfondoHDistock

Il solstizio d’estate è senza ombra di dubbio il giorno migliore per praticare il saluto al sole. Si tratta di un esercizio yoga che consiste in una serie di posizioni ripetute. Sono 12 posizioni come le ore del sole da realizzare con movimenti fluidi, accompagnati da una respirazione effettuata sempre con il naso e con le mascelle rilassate.

Il saluto al sole ha tantissime varianti, ma tre sono quelle classiche. Se non fai yoga ma vuoi provare a festeggiare il prossimo solstizio d’estate, dai un’occhiata al video qui sotto con le indicazioni per provare a fare il saluto al sole.

Comincia a eseguirlo con regolarità per ottenere benefici come la diminuzione dello stress, l’allungamento muscolare, l’attenuazione del mal di schiena, la conquista di una maggiore rilassatezza e la regolarizzazione del sonno. Puoi iniziare con 2 sequenze al giorno per poi arrivare, piano piano, a eseguire dagli 8 ai 12 saluti al sole.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO