Stai leggendo: Game of Thrones, Emilia Clarke ringrazia i fan per lo straordinario regalo

Letto: {{progress}}

Game of Thrones, Emilia Clarke ringrazia i fan per lo straordinario regalo

Emilia Clarke ha ringraziato i fan di Game of Thrones per lo straordinario regalo fatto: aver raccolto fondi per l’associazione benefica da lei creata, la SameYou. Questa si occupa di assistere e aiutare le persone colpite da danni cerebrali.

Emilia Clarke Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

I fan di Game of Thrones hanno veramente a cuore sia la serie che gli attori che hanno interpretato i personaggi di Westeros ed Essos per 8 stagioni, dal 2011 al 2019. A dimostrazione dell’enorme affetto che nutrono per l’indimenticabile Daenerys Targaryen ed Emilia Clarke – volto della Madre dei Draghi – hanno deciso di raccogliere soldi per l’associazione benefica da lei creata: la SameYou.

Okay, ‘senza parole’ è un termine molto fluido che ho ignorato in questo video sconclusionato, ma come potrei esserlo quando ci sono così tanti ringraziamenti da fare a voi, incredibili umani! Maledizione, sono una donna molto fortunata ad avere fan così gentili, generosi e brillanti che stanno raccogliendo fondi per la mia associazione. (…) Non avrei potuto pensare a un modo più bello per salutare la Madre di Draghi, se non con questo passo per far sentire meno solo chi soffre di lesioni cerebrali. Siete i miei eroi. Sono io quella che dovrebbe inginocchiarsi a voi.

View this post on Instagram

Ok so ‘speechless’ is a very fluid term.... that I’ve ignored in this rambling video BUT how could I be when there are so many thank you’s to give to YOU AMAZING HUMAN BEANS!!!!! Bloody hell, I am one very lucky lady to have such kind, generous, shining spirited fans who are raising money for my chairty @sameyouorg Elle Elaria and your reddit page where you have raised almost £38,000 has made my day, week, month, year, decade, and I couldn’t think of a more beautiful way to wave goodbye to the mother of dragons than with this step towards making brain injury sufferers feel less alone. YOU ARE MY HEROS. I am the one who should be bending the knee to you. #loveinabundance #sameyoucharity #humanitywins #thisiswhatbraininjurylookslike #❤️

A post shared by @ emilia_clarke on

Queste le parole che l’attrice britannica ha voluto dedicare ai fan, sul proprio profilo Instagram. La Clarke ha avviato la fondazione agli inizi di quest’anno per aiutare nella riabilitazione e nelle cure chi ha subito ictus, aneurismi e altre lesioni cerebrali. Si tratta di un tema particolarmente vicino all’attrice che, al New Yorker, ha rivelato di aver subito due aneurismi e due interventi, per questa ragione.

L’attrice ha rischiato di morire due volte, durante le riprese de Il Trono di Spade. Agli inizi del fantasy drama, stressata e pressata dagli attacchi della critica e della stampa, Emilia ha sofferto di attacchi di panico e, un giorno – l’11 febbraio 2011 - mentre si trovava in palestra a Londra, ha iniziato ad accusare mal di testa e altri sintomi dell’aneurisma in arrivo:

Ho raggiunto il bagno, mi sono piegata sulle ginocchia e ho vomitato tanto e violentemente. Nel frattempo, il dolore - una sensazione di colpi, pugnalate, percosse - stava peggiorando. In un certo senso, sapevo cosa stava accadendo: il mio cervello era danneggiato.

Ha detto la Clarke. Una volta raggiunto l’ospedale, le fu spiegato che si era rotta un’arteria cerebrale e venne operata. In parte paralizzata, il recupero per lei non fu semplice:

Anche se stavo dicendo cose senza senso, mia madre è stata così gentile da ignorarle e provare a convincermi che ero perfettamente lucida, ma sapevo che non era così e nei momenti peggiori volevo spegnere le macchine. Ho chiesto ai medici di lasciarmi morire.

Emilia ClarkeHBO
Emilia Clarke come Daenerys Targaryen in Game of Thrones

I medici l’avevano avvisata che un piccolo aneurisma non si era assorbito. Nel 2013, mentre recitava a Broadway, subì un altro aneurisma e, di conseguenza, un’altra operazione:

Il recupero è stato ancora più doloroso rispetto a quello precedente. Avevo l'aspetto di qualcuno che aveva affrontato una guerra molto più violenta rispetto a quelle affrontate da Daenerys. Ero uscita dall'operazione con un drenaggio che usciva dalla testa. Parti del mio cranio erano state sostituite con il titanio. (...) Negli anni dopo la seconda operazione, sono guarita andando oltre ogni ragionevole speranza. Ora sto bene al 100%.

Per questo, oggi, Emilia Clarke desidera aiutare chi soffre come ha sofferto lei:

Oltre al mio lavoro come attrice, ho deciso di dedicarmi all'attività benefica e ho aiutato a sviluppare SameYou, in collaborazione con partner nel Regno Unito e negli Stati Uniti, che ha lo scopo di offrire cure alle persone che hanno subito danni cerebrali e aneurismi.

Chi volesse contribuire può visitare il sito SameYou.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE