Stai leggendo: LGBT, addestramento speciale alla tolleranza per la polizia francese

Letto: {{progress}}

LGBT, addestramento speciale alla tolleranza per la polizia francese

Frédérique Jeckel, “Major” della polizia francese spiega il senso dell'iniziativa: "Ci siamo preparati ad accogliere e supportare questa categoria".

Polizia di Marsiglia, addestramento alla tolleranza LGBT Getty Image

11 condivisioni 0 commenti

Una settimana di allenamento specifico destinato al personale responsabile della registrazione dei reclami e delle denunce della forza di polizia di Marsiglia. Un tipo di formazione per la forza armata unicamente finalizzato ad accogliere nel modo migliore le persone LGBT. Frédérique Jeckel, “Major” della polizia francese, è stata nominata referente di questo progetto unico che assegna un primato a Marsiglia, quello di prima città francese ad aver intrapreso un'iniziativa di questo tipo.

Sono stata molto preparata e concentrata su come accogliere e supportare questa categoria. Cerco di offrire loro un servizio cortese, amichevole, ma anche e soprattutto confidenziale, cosa non sempre facile. Mettiamo a disposizione anche uno psicologo. Il peggio è lasciarli senza risposta.

Così ha spiegato Jeckel al portale 20minutes.fr. L’agente di Polizia ha sottolineato come lo spirito di questa iniziativa volta all'integrazione si focalizzi sulle persone transgender, in quanto considerato il pubblico più esposto. Tra le varie situazioni che vengono portate ad esempio, c'è quello delle persone che hanno un aspetto (maschile o femminile) che non vada però a combaciare con il nome presente sulla carta d'identità. Ecco, in queste situazioni gli agenti preposti al rapporto con il pubblico dovranno rivolgersi a queste persone nel modo in cui loro preferiscono e non necessariamente seguendo quanto riportato sui documenti. L'obiettivo è fare in modo che le persone LGBT, che già troppo spesso subiscono degli atteggiamenti e comportamenti denigranti, non vengano esposte a momenti di imbarazzo anche nel momento in cui si presentano dalle forze dell'ordine.

Francia: Marsiglia, addestramento diritti LGBTHDGetty Image

Marsiglia, prima in Francia: addestramento tolleranza LGBT

Un grande passo avanti, quello di sensibilizzare la polizia circa le modalità di trattamento di dati che per alcuni potrebbero risultare sicuramente più sensibili che per altri. Enunciare il proprio nome e un cognome è solo una comune prassi, che per un persona transgender potrebbe tradursi in un’altra forma di violenza da aggiungere a quella da denunciare. Come spiegato ancora una volta da Frédérique Jeckel, ciò che servirebbe è un po' più di discrezione e di finezza.

La formazione attuata dalla polizia francese mira anche a consentire al personale responsabile della registrazione dei reclami e denunce di fornire risposte certe alle persone LGBT che si presentano alle stazioni.

In alcuni casi, abbiamo a che fare con una semplice contravvenzione, ma se ci sono circostanze aggravanti come un linguaggio discriminatorio, allora diventa un crimine. Vengono spiegati gli elementi per caratterizzare questo o quel reato. Cerchiamo di rassicurarli a livello personale e li orientiamo il più possibile verso le associazioni.

Il messaggio subliminale lanciato dalla polizia francese è quello di mettere da parte l’aggressività, lottando contro ogni discriminazione che possono subire le persone transgender, impedendo che queste si verifichino anche all’interno della stessa polizia. Di importanza cruciale in tal senso è stata la collaborazione tra la polizia di Marsiglia e alcune associazioni a tutela dei diritti LGBT, un incontro che ha fatto sorgere successivamente l’iniziativa. Il fine più importante dell’enorme lavoro della polizia è quello di spingere la persone a denunciare: secondo una statistica infatti, ad oggi, il 96% rinuncia dopo aver subito un abusi, insulti o un’aggressioni.  

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE