Stai leggendo: Leggere insieme ai bambini aiuta i genitori a esser meno bruschi e i figli meno iperattivi

Letto: {{progress}}

Leggere insieme ai bambini aiuta i genitori a esser meno bruschi e i figli meno iperattivi

Leggere quotidianamente insieme ai propri bambini quando hanno tra 1 e 3 anni di età comporta molti vantaggi, quali la minor inclinazione dei genitori a comportarsi in modo duro con i figli, e la riduzione dell'iperattività dei piccoli.

Una madre legge a letto con i figli iStock

1 condivisione 0 commenti

La lettura è un'attività benefica a moltissimi livelli, e le persone che leggono regolarmente con i loro bimbi saranno genitori meno bruschi e severi, e i figli saranno meno iperattivi o turbolenti.

Queste le conclusioni raggiunte da uno studio condotto da un team di ricercatori della Rutgers Robert Wood Johnson Medical School, che è il primo ad analizzare l’impatto della lettura realizzata insieme con i bambini sul modo di essere genitori.

Lo studio è stato pubblicato (assieme a un video esplicativo) nella rivista Journal of Developmental & Behavioral Pediatrics e afferma: “Ai genitori, la semplice routine della lettura insieme al proprio figlio con cadenza giornaliera, fornisce vantaggi non solo accademici ma anche emotivi che possono aiutare a favorire il successo del bambino a scuola e oltre”, spiega Manuel Jimenez, il pediatra a capo del team di ricercatori, che ha aggiunto: “Ciò che abbiamo rilevato può essere applicato a programmi che aiutino i genitori e i tutori in aree con pochi mezzi a sviluppare capacità genitoriali positive”.

La ricerca si è basata sull’analisi di dati provenienti da 2165 coppie di madri e figli da 20 grandi città americane, in cui alle donne veniva chiesto quanto spesso leggessero ai bambini di età compresa tra 1 e 3 anni. Le stesse donne hanno partecipato a una successiva intervista a due anni di distanza, fornendo informazioni su quanto spesso avessero utilizzato metodi disciplinari fisicamente e/o psicologicamente aggressivi con i figli, e quale fosse stato il comportamento di questi ultimi. Lo studio ha anche monitorato fattori quali la depressione genitoriali e difficoltà economiche che potevano influire sulla durezza del comportamento dei genitori e la turbolenza di quello dei figli.

I risultati hanno dimostrato che la frequente lettura condivisa all’età di un anno è associata con minor durezza dei genitori con bimbi di tre anni di età, e la frequente lettura condivisa all’età di tre anni è associata con minor durezza dei genitori ai cinque anni . Le mamme che leggevano frequentemente con i loro figli riportavano anche comportamenti meno irruenti nei figli, cosa che può contribuire a ridurre la severità dei genitori.

Secondo gli autori, questi risultati possono rendere più efficaci i programmi che promuovono il benessere accademico, emotivo e socioeconomico dei bambini.

A voi piace leggere con i vostri bimbi?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO