Stai leggendo: Star Wars IX: Billie Lourd reciterà con mamma Carrie Fisher in The Rise of Skywalker

Letto: {{progress}}

Star Wars IX: Billie Lourd reciterà con mamma Carrie Fisher in The Rise of Skywalker

J.J.Abrams è riuscito a montare insieme vecchie scene con Billie Lourd e la mamma Carrie Fisher per inserirle nel prossimo film di Star Wars e dire addio all'amata Leia nel modo più degno.

0 condivisioni 0 commenti

Star Wars: Episodio IX - The Rise of Skywalker è il capitolo finale della nuova trilogia di Guerre Stellari, che arriverà al cinema a dicembre, e l’aspettativa dei fan per questo film è tanta, anche perché sarà l’ultima volta in cui potremo vedere la compianta Carrie Fisher nei panni del personaggio che l’ha resa un’icona del cinema, la principessa - ora Generale - Leia.

J.J. Abrams, il regista del film, ha rivelato che la figlia della Fisher, Billie Lourd - la quale ha un ruolo nella nuova trilogia - potrà recitare nuovamente al fianco della madre, grazie a un sapiente montaggio di scene vecchie.

In un’intervista, infatti, il cineasta ha parlato di quanto fosse stata sconvolgente e dolorosa la morte dell’attrice. Carrie Fisher è venuta a mancare il 27 dicembre 2016 all’età di 60 anni, per un arresto cardiaco mentre era in volo da Londra a Los Angeles. Per poter completare la trilogia senza eliminare l’amato personaggio, Abrams è ricorso al materiale non utilizzato negli episodi precedenti, e inizialmente aveva pensato di eliminare il personaggio della Lourd - il tenente Connix della Resistenza - perché pensava sarebbe stato troppo doloroso per la ragazza rivedersi accanto alla mamma. Billie Lourd, però, ha insistito perché mantenesse anche quelle scene.

Ci sono momenti in cui parlano, ci sono momenti in cui si toccano.

J.J. Abrams prosegue: “Ci sono momenti in cui Carrie è lì, e sento proprio che sia un elemento della Carrie misteriosa, spirituale, sapete, la tipica Carrie che era, il fatto che sia successo così, perché in qualche modo ha funzionato. E non avrei mai creduto che potesse funzionare”.

Abrams è stato inflessibile sul fatto che non voleva utilizzare una versione della Fisher in computer grafica, e ovviamente non si è mai pensato a trovare un’altra attrice per il ruolo. Ecco perché quando ha trovato vecchie clip dell’attrice ha sentito “come se avessimo trovato all’improvviso la risposta impossibile alla domanda impossibile”.

Lo scorso mese a una convention a Chicago, il regista ha descritto la presenza della Fisher nel prossimo film: “Abbiamo parlato a lungo di come avremmo potuto andare avanti [dopo la morte della Fisher]. Insomma, era la migliore. Era gloriosa. Era incredibile … Era impossibile. Non c’era modo. Non puoi scritturare un’altra attrice per quel ruolo e non puoi farla sparire all’improvviso”.

Star Wars: The Rise of Skywalker arriverà al cinema il 18 dicembre.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE