Stai leggendo: Festival di Cannes 72: Brad Pitt e Leo DiCaprio presentano C'era una volta... a Hollywood

Letto: {{progress}}

Festival di Cannes 72: Brad Pitt e Leo DiCaprio presentano C'era una volta... a Hollywood

Con C'era una volta a... Hollywood, Quentin Tarantino scrive una lettera d'amore al cinema degli anni 60' e a Cannes 72 fa approdare un trio indimenticabile composto da Brad Pitt, Leonardo Di Caprio e Margot Robbie.

Leonardo Di Caprio, Margot Robbie, Quentin Tarantino, Brad Pitt Getty Images

3 condivisioni 0 commenti

Con il suo nono film, C’era una volta a... Hollywood, Quentin Tarantino porta al di questa 72ma edizione una dichiarazione d’amore per il cinema e per quegli anni d’oro del cinema hollwyodiano e non solo, gli anni 60’ che lo hanno formato e ispirato nel suo stile e visione cinematografica.

Siamo a Los Angeles nel 1969 e al centro della storia ci sono una star in declino che cerca di risalire la china, Rick Dalton, interpretato da Leonardo DiCaprio in forma smagliante e il suo stuntman, Cliff Booth, un Brad Pitt, tuttofare, amico fraterno del protagonista, che gli fa da secondo, confidente, autista, padre, fratello. Quando la camera e lo sguardo di Tarantino si posa su di loro e le loro avventure, insieme o separati, C’era una volta a...Hollywood è un film vivo, pieno di citazioni, di performance attoriali incredibili e possibili grazie alla rappresentazione del cinema al cinema e a una nostalgia cinefila unita dal piacere che prova Tarantino nel trattare quei temi e quel momento storico.

Brad Pitt, Leonardo DiCaprio - Cera una volta a ...HollywoodHDSony pictures
Brad Pitt, Leonardo DiCaprio - Cera una volta a ...Hollywood

Fatta eccezione per gli ultimi 40 minuti di film, in cui la carica esplosiva tipica del regista che crea dipendenza si dispiega in tutto il suo splendore, C’era una volta a ...Hollywood è un film che alterna grandi guizzi ad una calma scandita dal silenzio di alcuni suoi personaggi, come quello di Margot Robbie che interpreta Sharon Tate.

A lei Tarantino ha affidato l’unico personaggio del film realmente esistito (insieme a quello di Emile Hirsch che interpreta suo marito, il regista Roman Polanski ed a Charles Manson), investendola anche di  una responsabilità ulteriore come attrice.  

Margot Robbie - C'era una volta a...HollywoodHDSony pictures
Margot Robbie - C'era una volta a...Hollywood

Margot Robbie descrive il modo in cui si è avvicinata al ruolo della moglie di Polanski che, ricordiamo, fu brutalmente assassinata dai seguaci di Charles Manson mentre era incinta di 9 mesi: 

Ho fatto molte ricerche e come attrice ho cercato di capire perché questo personaggio fosse nella storia, Quentin mi ha detto che lei era il cuore pulsante del film ed io la vedo come un raggio di luce. Ho cercato di lavorare per fare in modo che lei fosse come molte persone me l’hanno descritta, una luce brillante in questo mondo.

Margot Robbie - Quentin TarantinoHDGetty Images
Margot Robbie - Cannes 72

È molto silenziosa Sharon Tate - Margot Robbie nel film, Tarantino l’accompagna con la macchina da presa in una serena solitudine e la pone raramente in interazione con gli altri personaggi.

Di quella tragedia, Tarantino, in conferenza stampa, ha voluto parlare poco e si è fatto aiutare da Brad Pitt che ha motivato la presenza di Charles Manson e i suoi seguaci nel film, perché la “strage compiuta dalla sua banda aveva cambiato tante cose ad Hollywood, facendo emergere il lato oscuro della natura umana". Margot Robbie ha “giustificato” questo approccio del suo regista ulteriormente così: 

La tragedia, come ha detto Brad Pitt, è la perdita dell’innocenza e credo di essere riuscita a mostrare tutti i lati meravigliosi di Sharon, anche senza parlare molto. Sento di aver avuto molto tempo per esplorare il personaggio e questa è una rarità perché spesso lavoro sull’interazione di un mio personaggio con quello degli altri, mentre qui ho avuto molto tempo per viverlo da sola e da attrice l’ho apprezzato molto.

Margot Robbie - Quentin Tarantino - Photocall Cannes 72HDGetty Images
Margot Robbie - Quentin Tarantino - Photocall Cannes 72

Nonostante le polemiche e critiche, positive e negative, che hanno coinvolto proprio il suo personaggio all'interno di C'era una volta a...Hollywood, Margot Robbie è visibilmente felice di aver preso parte a questo film, il più atteso da stampa e cinefili al Festival di Cannes, edizione 72 e lo dimostra dichiarando: 

Come ho detto prima, quando analizzo un personaggio da interpretare, guardo sempre a quale sia la sua funzione all’interno della storia. Credo che i momenti a mia disposizione sullo schermo mi abbiano dato l’opportunità di onorare Sharon.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO