Stai leggendo: Madonna difende la sua decisione di esibirsi all'Eurovision in Israele: 'Non smetterò mai di fare musica per soddisfare l'agenda politica di qualcuno'

Letto: {{progress}}

Madonna difende la sua decisione di esibirsi all'Eurovision in Israele: 'Non smetterò mai di fare musica per soddisfare l'agenda politica di qualcuno'

Madonna ha confermato la propria esibizione all'Eurovision Song Contest che, quest'anno, ha luogo a Tel Aviv in Israele. La popstar era stata fortemente criticata per questo. La performance della Regina del Pop è prevista per la finale di sabato sera.

6 condivisioni 0 commenti

Madonna ha confermato la propria esibizione all’Eurovision Song Contest, nonostante i numerosi appelli ricevuti che le chiedevano di boicottare l’evento che, quest’anno, ha luogo in Israele. La popstar, a tal proposito, ha risposto a Reuters:

Non smetterò mai di fare musica per soddisfare l’agenda politica di qualcuno, né smetterò di esprimermi contro le violazioni dei diritti umani ovunque possano essere nel mondo.

La performance della Regina del Pop è prevista per la serata finale, sabato sera, a Tel Aviv. Questa partecipazione è stata fortemente criticata da diversi artisti internazionali che le consigliavano di cancellare la sua esibizione come protesta contro le autorità israeliane che – a detta di alcuni – userebbero questa kermesse per distrarre dall’occupazione della Palestina.

Il mio cuore si spezza ogni volta che sento di vite innocenti perse in questa regione e della violenza che così spesso viene perpetuata per soddisfare gli obiettivi politici di persone che beneficiano di questo antico conflitto.

La cantante 60enne ha poi espresso la speranza che, un giorno, possa terminare questa guerra e che possa, al suo posto, iniziare un percorso verso la pace:

Spero e prego che presto ci libereremo da questo terribile ciclo di distruzione e creeremo un nuovo cammino verso la pace.

La fondazione Ray of Light della cantante promuove giustizia sociale e l’emancipazione femminile nel mondo, sostenendo anche numerosi progetti palestinesi come il finanziamento degli stipendi degli insegnanti nelle scuole presenti nella Striscia di Gaza. Non si tratta, ad ogni modo, della prima volta che l’artista statunitense si esibirà in Israele: Madonna ha già cantato in questo Paese per i suoi concerti del 1993, del 2009 e del 2012.

Sabato sera, Madonna dovrebbe cantare due brani: uno tratto dal suo nuovo album, Madame X, che uscirà il prossimo 14 giugno; l’altra sarà, invece, una delle sue hit più famose, probabilmente Like a Prayer. Secondo quanto riportato, il team della cantante comprenderebbe 40 coristi, 25 ballerini, un direttore artistico e un coreografo.

Israele ospita il concorso dopo la vittoria dell’anno scorso della cantante israeliana Netta Barzilai: generalmente, infatti, il Paese vincente ospita la manifestazione l’anno seguente. La popolare competizione vede la presenza di cantanti provenienti da oltre 40 nazioni: l’anno scorso, è stata seguita da circa 189 milioni di telespettatori in 50 Paesi europei.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE