Stai leggendo: Game of Thrones, Emilia Clarke: 'Ecco cosa faccio quando mi sento un fallimento'

Letto: {{progress}}

Game of Thrones, Emilia Clarke: 'Ecco cosa faccio quando mi sento un fallimento'

La star di Game of Thrones, Emilia Clarke, si è confessata in un'intervista in cui ha parlato della famiglia, del lavoro e di come capiti anche a lei sentirsi un fallimento. La bella Daenerys Targaryen ha affrontato alcuni momenti difficili.

Emilia Clarke Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Emilia Clarke, la biondissima Daenerys Targaryen di Game of Thrones, durante una recente intervista, ha raccontato qualcosa della sua vita, del lavoro, dell’esperienza ne Il Trono di Spade e, naturalmente, della fama. Nonostante il successo, però, anche alla Madre dei Draghi è capitato di sentirsi un fallimento:

Forse, è perché mio padre era un progettista del suono e lavorava in un ambiente come il teatro, ma ritengo che sia mio dovere non permettere mai a nessuno di capire che sto vivendo un brutto momento. Non penso che sia d'aiuto, per niente. Quando mi sento come il più grande fallimento del pianeta e non so neppure come respirare, metto su Desert Island Disc di Judi Dench.

Desert Island Disc è uno dei programmi radiofonici britannici più famosi: ogni settimana, un ospite famoso – o “naufrago”, come viene chiamato – è invitato dal presentatore per scegliere le canzoni che porterebbe con sé su un’isola deserta, un libro e un bene di lusso. La trasmissione ha avuto inizio nel 1942 e Judi Dench è stata una degli ospiti della trasmissione.

Quando guardo la televisione o un film, è una fuga. Voglio solo non pensare alla mia fottuta vita per un minuto. Voglio sedermi lì ed essere trasportata.

Ha rivelato a Flaunt l’attrice 32enne di Game of Thrones. Come lei, anche i fan de Il Trono di Spade cercano, probabilmente, di sfuggire alla realtà rifugiandosi nel mondo fantastico di Westeros ed Essos:

Game of Thrones è uscito in un momento in cui, culturalmente e socialmente, le persone sono interessate al potere. C’è il potere che è davvero affascinante e ci sono intrighi sensazionali e anche personaggi complessi incredibilmente ben scritti.

Emilia ClarkeHBO
Emilia Clarke nei panni di Daenerys Targaryen

Ma la Clarke ha anche dovuto affrontare due aneurismi cerebrali – uno nel 2011 e un altro nel 2013 – che l’hanno messa a dura prova e per cui ha rischiato di morire. Per ritrovare la pace, Emilia ha un trucco:

Immagino me stessa nella mia stanza a casa: posso sentire mio padre in giardino e sentire anche mia mamma, mio fratello e tutta la mia famiglia. Quello è il mio luogo felice.

Emilia sapeva di voler fare l’attrice dall’età di tre anni e ha iniziato questo percorso quando ne aveva appena undici. Il padre la metteva in guardia sul fatto che il successo potesse anche non arrivare:

Ho avuto modo di vedere la magia della recitazione grazie a lui. Era incredibilmente incoraggiante, ma anche tipo 'Tesoro, se vuoi farlo, devi sapere che la fama non accadrà. Il successo potrebbe non accadere.'

La Clarke ha studiato al Drama Centre London della University of the Arts London e lavorato in diverse opere teatrali - tra cui, a Broadway, come Holly Golightly nel musical di Colazione da Tiffany – e film per il cinema. Certamente, però, Emilia verrà ricordata soprattutto come Daenerys di Game of Thrones.

E ora l’attrice britannica sta per dire addio alla serie che l’ha vista impegnata per 8 stagioni, dal 2011 al 2019: l’ultima puntata di Game of Thrones andrà, infatti, in onda nella notte tra domenica e lunedì su Sky Atlantic.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE