Apritimoda 2019: a Milano verranno svelati i segreti degli atelier

Una foto dal sito ufficiale ApritiModa

Torna per la sua terza edizione l'evento che apre le porte sui segreti degli atelier d'alta moda; Apritimoda. Un viaggio tra le fabbriche fuori città, gli atelier e i laboratori dei grandi marchi per scoprire il dietro le quinte del mondo del fashion.

A Milano arriva, per la sua terza edizione dopo Milano 2017 e Firenze 2018, Apritimoda; sabato18 e domenica 19 maggio il grande pubblico potrà addentrarsi nel dietro le quinte dell'alta moda visitando atelier, laboratori, palazzi storici e persino fabbriche fuori città dei più grandi nomi del fashion. 

L'obiettivo è far vedere con i propri occhi al pubblico i processi creativi ed esecutivi del mondo, altrimenti esclusivo, dell'alta moda. E quest'anno ci saranno anche delle novità rispetto alle edizioni precedenti, ad esempio il coinvolgimento di oltre 300 studenti provenienti dalle scuole di moda milanesi aderenti alla Piattaforma Sistema Formativo Moda, e saranno le guide della manifestazione.

Il progetto è stato ideato da Cinzia Sasso con il patrocinio di istituzioni come Confindustria Moda, Comune di Milano, Fai, Mibact, Confcommercio Milano, Cnmi e Fondazione Altagamma, e vedrà il coinvolgimento di 12 tra le più importanti aziende di moda italiane: Herno, Alberta Ferretti, Versace, Zegna, Agnona, Armani, Marras, Curiel, Cucinelli, Trussardi, Prada e Moncler.

Inoltre si affiancheranno anche la Fondazione Gianfranco Ferré, il laboratorio Pino Grasso Ricami e il laboratorio del Teatro della Scala.

Apritimoda 2019: le maison

Vediamo quindi, azienda per azienda, il viaggio tra le 12 maison d'alta moda che percorreranno i visitatori durante l'evento tra gli atelier, i palazzi storici, i laboratori e le fabbriche fuori città. Alcuni atelier apriranno solo sabato 18 mentre gli altri saranno disponibili sabato e domenica. 

Herno

Su prenotazione i visitatori potranno entrare nel quartier generale della maison Herno, in via Solari 17, da dove partiranno per poi recarsi a Lesa, sulle rive del Lago Maggiore, in cui si trova lo storico opificio ovvero la sede storica del brand. 

Alberta Ferretti

Si apriranno le porte di Palazzo Donzietti, nel centro storico di Milano, sede degli showroom di Alberta Ferretti. Le sale nobili saranno allestite con una gamma scelta di abiti da sera e una stanza sarà dedicata all'ultima Collezione, "Love Me", dedicata ai problemi ecologici. L'ingresso è libero, e la visita si terrà sabato 18.

Versace

Tra le vie del Quadrilatero spicca in via Gesù 12 il palazzo nobiliare in cui sarà possibile, su prenotazione, visitare la casa in cui Gianni Versace viveva ma anche e soprattutto lavorava. 

Zegna

Dal quartier generale in via Savona 56 sabato 18 il pubblico potrà partire alla volta del luogo di nascita del brand: la Fabbrica di Trivero, a Biella. Si potrà visitare il lanificio storico, casa Zegna, la mostra di Michelangelo e Pistoletto e infine nell'Oasi Zegna sarà organizzato un pranzo speciale. Per la visita c'è bisogno della prenotazione. 

Agnona

Nel vecchio distretto industriale vicino alla città, in via Tortona 37, si trova l'headquarter di Agnona. Le visite guidate saranno ad ingresso libero e qui verrà creata una parte museale interattiva che racconterà la storia del brand e si potrà assistere alla lavorazione dei tessuti.

Armani

Nell'Armani/Teatro di via Bergognone 59 saranno esposti molti abiti iconici di Giorgio Armani, indossati dalle star come Jodie Foster e Angelina Jolie. Inoltre sarà proiettato il video della sfilata donna del prossimo autunno inverno. L'ingresso è libero. 

Marras

Si apriranno le porte del Circolo Marras in via Cola di Rienzo 8, dove agli albori sorgeva un'officina meccanica. Sarà una vera e propria esposizione di piante, ceramiche, alberi e preziosi mobili. L'ingresso all'atelier è libero. Inoltre, solo su prenotazione, sarà possibile realizzare una t-shirt personalizzata eventualmente acquistabile. 

Curiel

Sarà ad ingresso libero la visita alla maison in via Montenapoleone 13, dove si potrà visitare i saloni principali e il laboratorio di sartoria in cui sono gelosamente custoditi gli abiti e in cui si trovano gli uffici e l'archivio cartaceo. 

Cucinelli

Nella storica sede della maison in viale Montello 16 si potrà liberamente visitare il quartier generale del brand caratterizzato dall'uso di materiali come legno, ceramiche e decorato da manufatti umbri. Di origine umbra è, infatti, il fondatore Brunello Cucinelli.

Trussardi 

In Piazza della Scala 5 sarà ad ingresso libero fino ad esaurimento posti la visita al palazzo ottocentesco dove si trovano il flagship store, gli showroom e il Café e il ristorante. Sarà una full immersion nella storia del brand in cui saranno esposte le immagini iconiche, i capi d'archivio e i prodotti di litfestyle. 

Prada

Sarà ad ingresso libero anche il quartier generale di Prada, sabato 18, in via Bergamo 21. Ci saranno molti allestimenti per l'occasione e un'esperienza virtuale in 3D per l'iniziativa Prada Invites. 

Moncler

La casa del piumino che è diventato simbolo iconico di stile aprirà le porte della sua sede in via Solari 33, solo su prenotazione, sabato 18. I visitatori potranno scoprire come ha avuto origine il marchio e il processo del prodotto.

Fondazione Gianfranco Ferré

Anche la Fondazione Gianfranco Ferré, con sede in via Tortona 37, aprirà le sue porte ai visitatori. L'ingresso è libero e al pubblico si aprirà il mondo dello stilista tra disegni originali, una selezione di abiti e oggetti personali. 

Laboratorio Pino Grasso Ricami

Sabato 18 dalle 10 alle 18, ad ingresso libero ma su prenotazione, in via Simone d'Orsenigo 25-27, aprirà il laboratorio di artigianato dove nascono i ricami per gli abiti più belli dell'alta moda.

Laboratorio del Teatro della Scala

In via Bergognone 34 sarà possibile (l'ingresso è libero) scoprire il dietro le quinte del lavoro dei costumisti teatrali, gli scenografi, i falegnami e gli scultori del Teatro della Scala. 

Siamo d'accordo con le parole di Cinzia Sasso, che ha affermato: "Il nostro non è un progetto commerciale, ma un'operazione culturale che mostri il backstage di un settore chiave". La moda, infatti, è senza dubbio un punto cardine del Made in Italy e confidiamo che questa iniziativa possa anche far avvicinare molti giovani a questo settore. 

Per maggiori informazioni ecco il sito ufficiale.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

      SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE