Da ora in passerella solo modelle over 18: l'annuncio di Kering

Modelle sfilano per Area alla NY F/W Fashion Week 2019

Stavolta si parla sul serio; basta con le modelle e i modelli junior. Il gruppo Kering ha annunciato ufficialmente la decisione di non far sfilare più sulle proprie passerelle modelle e modelli che abbiano meno di diciotto anni.

Da molto tempo, nel mondo e tra le case dell'alta moda francese, si parlava di questo importante e delicato argomento.

Ora è diventato realtà: il gruppo Kering, colosso della moda, che controlla Saint Laurent, Gucci e Balenciaga ha deciso che non farà più sfilare modelle e modelli che abbiano meno di diciotto anni. La decisione passerà in atto dal 2020, quando avranno luogo le settimane della moda delle successive stagioni invernali e primaverili.

L'annuncio di Kering

Se si pensa alle modelle minorenni viene subito in mente Naomi Campbell, che a 13 anni iniziò a posare, e a Kaia Gerber, figlia di Cindy Crawford, musa di Karl Lagerfeld che ancora adesso non arriva a 18 anni.

In una nota diffusa ieri si leggono le parole di Francois-Henri Pinault, presidente ed amministratore delegato del gruppo Kering:

In quanto gruppo del lusso mondiale, siamo consapevoli dell'influenza esercitata dalle immagini prodotte dalle nostre maison sulle generazioni più giovani. Sentiamo di avere la responsabilità di proporre le migliori pratiche possibili nel settore del lusso e speriamo che tali pratiche possano essere imitate anche da altri marchi che seguano il nostro esempio. 

Getty ImagesFrancois-Henri Pinault, presidente ed amministratore delegato del gruppo Kering
L'annuncio di Francois-Henri Pinault, presidente ed amministratore delegato del gruppo Kering

Tutti quanti sappiamo benissimo a chi stesse alludendo il presidente di Kering: la famiglia Arnault, ovvero il secondo gruppo che detiene il controllo dell'alta moda mondiale, Lvmh, che possiede Fendi, Dior, Louis Vuitton e altri marchi di questo livello.

Rivali dall'alba dei tempi, i due colossi dell'alta moda, perennemente sul piede di guerra in un testa a testa continuo (persino nella corsa a chi donava la somma più grossa per la ricostruzione di Notre-Dame), avevano già concordato un limite di età nel rispetto delle modelle, nel 2017, ovvero la soglia dei 16 anni come età minima.

Inoltre, nell'accordo erano presenti molti limiti anti-anoressia come l'eliminazione della taglia 32 e 34 rispettivamente per la donna e per l'uomo, un tempo requisiti dei casting.

Getty ImagesKaia Greber sfila per la Prada Resort 2020 Collection
Kaia Greber sfila per la Prada Resort 2020 Collection

Si spera quindi, data l'inevitabile gara tra i due giganti della moda, che presto il gruppo Lvmh annunci per tutta risposta qualcosa di ancor più intrepido. 

L'impegno sul versante sociale

Degna di nota è inoltre la dichiarazione di Marie-Claire Daveu, responsabile delle relazioni internazionali ed istituzionali oltre che dello sviluppo sostenibile di Kering, che ha affermato nella nota ufficiale:

Il livello di maturità psicologica e fisiologica di modelle e modelli che abbiano più di 18 anni è più adatto alle esigenze e ai ritmi imposti da questa professione. Siamo consapevoli dell'effetto che le immagini trasmesse dalle maison dell'alta moda possono costituire per alcune categorie di pubblico. 

Parole incontestabili e che, si spera, possano sensibilizzare l'industria dell'alta moda su questo argomento.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.