Stai leggendo: L’appello di Valentina Dallari: 'L’anoressia mi aveva resa così. Mai mollare'

Letto: {{progress}}

L’appello di Valentina Dallari: 'L’anoressia mi aveva resa così. Mai mollare'

Condividendo una foto di quando pesava solo 37 kg, Valentina Dallari si è rivolta ai suoi follower per sensibilizzarli circa i disturbi alimentari e l'anoressia.

5 condivisioni 1 commento

Valentina Dallari ha rischiato, come tante giovani donne, di essere uccisa dall'anoressia. La malattia la stava logorando, ma fortunatamente circa un anno fa ha chiesto aiuto ed è riuscita a vincere la sua battaglia più dura. L'ex tronista di Uomini e Donne si è ricoverata nel gennaio 2018 in una clinica specializzata e, dopo mesi di cure, è finalmente libera dal demone dell'anoressia. Non è stato semplice: il suo è stato un percorso tutto in salita, ma ora può orgogliosamente dire di esserne uscita.

In queste ore, su Instagram Story, la 25enne ha rivolto un appello ai suoi tantissimi follower, con lo scopo di motivare e infondere forza e fiducia a tutti coloro che oggi si trovano nella stessa situazione che lei ha vissuto circa un anno fa. Valentina ha condiviso una foto di quando pesava 37 kg:

Ecco la foto di un anno fa, scusate se è forte. Finalmente inizio a vedermi come ero davvero... e pensare che io mi vedevo esattamente come sono ora. Mai mollare. Mai.

Recentemente, in un'intervista concessa a Le Iene, Valentina Dallari ha provato a svelare quali dinamiche abbiano innescato la sua anoressia. I social hanno avuto un ruolo importante:

Seguivo Chiara Ferragni, ma soprattutto Chiara Biasi. Vedevo quelle sue spalle spigolose e pensavo che piacessero di più ai follower. Avrei ammazzato per avere quel fisico. Volevo essere proprio come lei. Pensavo che se fossi dimagrita, mi avrebbero contattata più brand per lavorare, che sarei stata più giusta, più cool. Volevo essere come lei e avere il suo thigh gap, lo 'spazio tra le cosce'.

View this post on Instagram

🐆

A post shared by Valentina Dallari (@valentinadallari_) on

Oggi, Valentina è guarita e ha ricominciato ad amare il proprio corpo. Il suo è un messaggio importante: non bisogna avere paura di chiedere aiuto e non si deve perdere mai la speranza. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.