Stai leggendo: Met Gala 2019: Cher sorprende gli invitati sulle note di Believe e Waterloo

Letto: {{progress}}

Met Gala 2019: Cher sorprende gli invitati sulle note di Believe e Waterloo

Cher è apparsa a sorpresa al Metropolitan Museum of Art di New York in occasione del Met Gala, incantando il pubblico di VIP con una performance memorabile.

Cher dal vivo Getty Images

7 condivisioni 0 commenti

Il Met Gala 2019 è stato un trionfo di stile camp, che certo non poteva prescindere dal celebrare la regina di questo trend, ovvero la sempre fenomenale Cher.

La cantante 72enne, infatti, ha sorpreso i prestigiosi ospiti riuniti presso il Metropolitan Museum of Art di New York con una performance memorabile, stando a quanto emerge dai video dei fortunati spettatori quali Bella Hadid, Tracee Elliss Ross e Hailee Steinfeld.

Lo show per pochi intimi comprendeva una troupe di ballerini con costumi anni ‘70 tra i quali Cher emergeva come una vera regina disco con indosso un bomber scuro, jeans e una gran parrucca bionda, cantando sulle note della sua super hit Believe e poi su quelle del classico intramontabile degli ABBA, Waterloo (che Cher stessa ha cantato nel suo album più recente di cover della band svedese).

A introdurre la cantante è stata Lady Gaga, una dei responsabili di questa edizione del Met Gala: “Assisteremo a delle performance incredibili stasera e vorrei chiedervi un po’ di attenzione. Siete calmi? Siete concentrati? Siete pronti?”. Non appena le star hanno seguito le indicazioni di Gaga, lo show è iniziato.

Una volta sul palco, Cher ha detto al pubblico: “Non volevo dire nulla stasera ma poi ho visto il documentario First Monday in May e mi ha ricordato quando ero piccola, mi ha emozionato e intristito, e mi ha fatto sentire un po’ una drama queen. Ecco chi sono”.

La diva ha proseguito: “Ma ero davvero povera, e dislessica… Dovevo tenere insieme le scarpe con gli elastici. Ero poverissima, ma avevo questa passione per i colori e la pittura e le stampe e tutto, i tessuti. Quando uscì quella scatola da 64 di pastelli, persi la testa. Volevo essere qualcuno, e volevo essere qualcosa in più che una semplice cantante, e quando incontrai Sonny, lui faceva tutto quello che volevo, quindi ho vissuto un sogno con lui, e siamo andati avanti”, ha ricordato Cher, facendo riferimento agli esordi con Sonny Bono.

Voglio che sappiate quanto sono orgogliosa di essere qui e far parte di questo evento.

Cosa pensate della performance di Cher?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE