Stai leggendo: Quali sono gli animali più intelligenti del pianeta?

Letto: {{progress}}

Quali sono gli animali più intelligenti del pianeta?

Scoiattoli ingannevoli, delfini che si riconoscono allo specchio, elefanti che distinguono varie lingue e non solo: ecco gli animali più intelligenti che popolano il nostro pianeta.

2 condivisioni 0 commenti

Sebbene l’uomo rimanga l’animale più intelligente del pianeta, anche altre specie dimostrano di avere delle capacità intellettuali davvero sorprendenti.

Sicuramente tutti sappiamo dell’intelligenza dei primati, in particolare gli scimpanzé, o di specie quali i cani o i delfini. Possiamo intuire poi facilmente perché tra gli animali considerati più intelligenti rientrino pappagalli, e magari abbiamo anche letto qualcosa sui polpi, creature assolutamente straordinarie.

Ma sapevate che anche le capre, gli elefanti e i corvi dimostrano di avere delle abilità intellettive veramente sorprendenti? Ecco allora quali sono gli animali più intelligenti del pianeta.

  1. Scimpanzé
  2. Capre
  3. Elefanti
  4. Delfini
  5. Corvi
  6. Api
  7. Polpi
  8. Scoiattoli
  9. Cani
  10. Maiali
  11. Pappagalli

1. Scimpanzé

Già per il loro aspetto così simile a quello degli esseri umani, gli scimpanzé sembrano distinguersi dagli altri animali. Ma ciò è ancora più vero se si tiene conto delle loro capacità cognitive: gli scimpanzé infatti sanno interagire con l’ambiente che lo circonda, utilizzando strumenti e manipolando oggetti e materiali per aiutare la propria comunità a compiere lavori. Sono considerati la specie più evoluta tra i primati e dunque tra gli animali più intelligenti al mondo.

Con loro condividiamo circa il 99% del DNA, per cui gli scimpanzé sono i nostri “parenti” più prossimi nel regno animale. Uno studio pubblicato nel 2007 ha dimostrato anche che hanno delle capacità deduttive incredibili: i ricercatori presentarono infatti lo stesso test cognitivo a esemplari adulti e adolescenti così come a studenti del college. L’esame consisteva nel ricordare dove fosse posizionata una lista di numeri (da uno a nove) su un touch screen.

Sia gli scimpanzé che gli esseri umani potevano visionare i numeri sullo schermo per meno di un secondo, e poi veniva chiesto loro d'indicare dove erano apparsi. I risultati nelle due categorie sono stati quasi uguali tra esseri umani e scimpanzé adulti, mentre gli animali adolescenti hanno superato tutti, ricordando la posizione delle cifre con molta più precisione.

2. Capre

Sebbene il loro aspetto e il loro comportamento sia tradizionalmente associato a quello di individui poco brillanti, le capre sono in realtà molto intelligenti. Lo ha provato un gruppo di ricercatori in Australia, i quali hanno creato un’apparecchiatura che tratteneva della frutta a un’estremità: per poter raggiungere il cibo, le capre dovevano usare i loro denti e tirare giù una corda che avrebbe attivato una leva, e poi le capre avrebbero dovuto utilizzare la leva per sbloccare la frutta con la bocca.

Ben nove dei dodici animali coinvolti nell’esperimento sono riusciti a portare a termine l’impresa dopo circa quattro tentativi, e quando i ricercatori, diversi mesi dopo, hanno voluto replicare la prova con le stesse capre, la maggior parte di loro ancora ricordava come attivare il sistema.

3. Elefanti

È probabile che se parlassimo con persone che lavorano o hanno a che fare con gli elefanti, ci direbbero che sono animali dotati di grande intelligenza. Per capire però quanto brillanti possano essere questi pachidermi, bisogna guardare agli studi degli scienziati. Tra questi ce n’è uno che ha scoperto che gli elefanti sono in grado di comprendere le differenze tra varie lingue, e sanno anche distinguere l’interlocutore a seconda che sia un uomo, una donna o un bambino.

Per arrivare a questo risultato, gli scienziati hanno sfruttato il fatto che in Africa gli elefanti sono obiettivi di caccia per una sola tribù: così i ricercatori hanno fatto ascoltare agli animali delle tracce audio di un gruppo che dà loro la caccia e di un altro che non lo fa. Ascoltando la prima registrazione, gli animali si sono dimostrati spaventati e si sono allontanati dalla fonte audio. Nell’altro caso, invece, non si sono mossi. Allora i ricercatori sono passati a far ascoltare loro registrazioni del linguaggio che li spaventava, includendo però donne e bambini: gli elefanti si mostravano atterriti solo quando le parole erano pronunciate dagli uomini, ovvero i cacciatori.

Inoltre, questi animali sembrano dimostrare coscienza di sé a certi livelli: sono stati visti mentre consolavano membri della propria famiglia, aiutavano altre specie in difficoltà e addirittura c’è stato il caso di un esemplare femmina, Happy, che è stata in grado di riconoscere il suo riflesso allo specchio.

4. Delfini

I delfini sono tra le specie animali notoriamente più intelligenti e gli scienziati lo hanno provato quando alcuni esemplari sono stati in grado di riconoscere se stessi allo specchio. Questa capacità è uno dei modi per misurare l’intelligenza di un animale: i ricercatori appongono un simbolo colorato sul corpo dell’esemplare, e poi posizionano l’animale di fronte allo specchio. Molti individui non saranno in grado di capire di essere di fronte al proprio riflesso, spesso scambiandolo per un altro animale.

I delfini invece, hanno cominciato a guardare il riflesso con attenzione: avevano capito che il simbolo era su di loro e non su un altro animale. In questa categoria di cetacei in particolare, quelli dal naso a bottiglia sono considerati i più intelligenti, in quanto sono la categoria con il cervello più grande del regno animale, e usano un complesso sistema di comunicazione.

5. Corvi

Quando si parla di animali intelligenti, non tutti penserebbero ai corvi. Eppure degli scienziati hanno condotto una serie di studi che provano quanto questi animali siano molto abili nel risolvere problemi. Una ricerca in particolare consisteva nel presentare a corvi e persone lo stesso test: un giocattolo che galleggia sull’acqua dentro un bicchiere molto alto, ma così stretto da non permettere al corvo d'infilarvi il becco né a un bambino di infilare la mano.

I bambini al di sotto degli otto anni sono rimasti a bocca aperta, senza trovare il modo per estrarre il giocattolo, mentre i corvi hanno trovato la maniera di risolvere il problema: hanno fatto cadere sassolini nel bicchiere, finché questi hanno causato la fuoriuscita di acqua facendo salire fino al bordo il giocattolo, che i volatili hanno afferrato prontamente.

6. Api

Che le api siano insetti fondamentali per la salvaguardia dell’ambiente è cosa risaputa, ma questi animali sono dotati anche di una notevole intelligenza. In un esperimento condotto presso la Queen Mary University of London in cui gli insetti dovevano muovere una pallina gialla al centro di una piattaforma dopo che i ricercatori avevano mostrato loro come fare. Alcune delle api vedevano la pallina muoversi da sola, quando in realtà il suo movimento era causato dai ricercatori grazie a un magnete. Invece con un altro gruppo di insetti gli studiosi muovevano la pallina con un’ape di plastica sopra a un bastoncino. Quando la pallina raggiungeva il centro, i ricercatori aggiungevano acqua zuccherata per ricompensare gli insetti.

Una volta capito che muovendo la pallina nel modo giusto avrebbero ottenuto una ricompensa, le api del secondo gruppo hanno cominciato a farla rotolare esattamente verso il centro della piattaforma, e quando i due gruppi di individui sono stati uniti, quelli del primo hanno cominciato a copiare il comportamento delle altre.

7. Polpi

Nel mondo degli invertebrati i polpi sono gli animali più intelligenti e tra i più interessanti in assoluto: in grado di assaggiare toccando le cose, di vedere attraverso la pelle, di ridurre considerevolmente le loro dimensioni per adattarsi allo spazio a disposizione (o per scappare), sono anche dotati di abilità cognitive incredibili. Tre quinti dei loro neuroni sono localizzati nei tentacoli, e sono in grado di svitare barattoli!

Un esperimento ha anche provato che sono capaci di riconoscere le persone: un polpo infatti, dopo aver interagito con uno studioso molto simpatico e amichevole e uno invece più freddo e distaccato, nel rivederli insieme dopo del tempo ha dimostrato di preferire il primo al secondo.

8. Scoiattoli

L’intelligenza degli scoiattoli si manifesta in una forma diversa da quella di altri animali, e per i nostri standard è forse meno impressionante. Eppure gli scoiattoli hanno una straordinaria capacità di ricordare dove nascondono il cibo, e fanno di tutto per ingannare chiunque credono che voglia rubarglielo.

Uno studio condotto presso l’università di Princeton ha infatti dimostrato che questi roditori hanno un’incredibile spaziale, e riescono a ricordarsi dove hanno nascosto ghiande e altre ghiottonerie da un anno all’altro, ma anche quale sia la via più breve per arrivare al cibo dalle proprie tane.

Se s’imbattono nel bottino di un altro scoiattolo, glielo rubano subito, quindi stanno sempre attenti a fare in modo che le proprie scorte siano ben protette, cambiando il loro nascondiglio periodicamente, e arrivando anche a fingere di star nascondendo una ghianda se sanno di essere sorvegliati, finché non sono davvero da soli e allora potranno trovare il luogo perfetto per metterla al sicuro. In California è stato anche provato che gli scoiattoli mascherano il proprio odore con quello dei serpenti a sonagli per nascondersi dai predatori.

9. Cani

Sono gli animali più amati dall’uomo, e capaci di interagire con noi in modi sorprendenti. Sappiamo tutti che quanto più permettiamo ai cani di vivere a stretto contatto con noi, tanto più loro dimostreranno di “capire” e seguire le nostre abitudini. Uno studio condotto dieci anni fa presso l’università della British Columbia a Vancouver, Canada, aveva dimostrato addirittura che l’intelligenza di questi animali è paragonabile a quella di un essere umano di due anni.

La ricerca aveva provato infatti che i cani sono in grado di comprendere fino a 250 parole e gesti, di contare fino a 5 e completare semplici calcoli matematici. Gli studiosi avevano anche compilato una lista delle razze più acute, che vedeva in cima Border Collies e i vari cani da riporto, mentre i vari tipi di hound e di terrier erano risultati meno brillanti.

10. Maiali

I maiali sono animali molto più intelligenti di quanto non si creda comunemente. Fin dagli anni ‘90 sono stati condotti studi per testare le loro capacità, e si è provato che erano in grado di muovere un mouse con il muso per distinguere tra gli scarabocchi che conoscevano e quelli nuovi.

I maiali sono capaci infatti di adattarsi a situazioni ambientali complesse, perché sanno acquisire nuove abilità facilmente. Una neuroscienziata della Emory University, Lori Marino, ha condotto uno studio comparativo su dozzine di ricerche condotte negli anni riguardo il comportamento dei suini, concludendo che un esemplare di mezza età è intelligente quanto un essere umano di tre anni: “Abbiamo provato che i maiali condividono una serie di capacità cognitive con altre specie altamente intelligenti come i cani, gli scimpanzé, gli elefanti, i delfini e anche gli esseri umani”.

I maiali infatti hanno un’eccellente memoria a lungo termine, sanno risolvere labirinti e completare altri tipi di test che coinvolgono la localizzazione di oggetti, capiscono comandi semplici e possono imparare combinazioni complesse di simboli che indicano azioni e oggetti, amano giocare e azzuffarsi per finta tra di loro (un po’ come i cani, per esempio), e vivono in comunità sociali complesse in cui tengono traccia dei singoli individui, imparando l’uno dall’altro.

11. Pappagalli

Per la loro famosa capacità di replicare i suoni del linguaggio umano, i pappagalli sono sempre stati considerati tra gli uccelli più intelligenti. Ma oltre a questa abilità, i pappagalli sono anche dotati di eccellente memoria e di una straordinaria capacità di risolvere problemi relativamente complessi.

Il loro cervello, infatti, è piuttosto simile a quello dei primati: presenta una regione che funziona come ponte per le informazioni tra le due aree più grandi del cervello. In una serie di studi, la scienziata Irene Pepperberg ha dimostrato che la famiglia dei Cacatuidi (i più intelligenti tra questo tipo di volatili) sanno comunicare i loro desideri, sanno contare (addizioni e sottrazioni) e capiscono anche il concetto di zero. Altri studi invece avevano mostrato che questi pappagalli sono in grado di costruire e usare degli strumenti. Insomma, hanno tutta una serie di talenti che in genere si riconoscono ai corvidi e ai primati.

Vota anche tu!

Quali sono i vostri animali preferiti tra questi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Vota anche tu!

Quali sono i vostri animali preferiti tra questi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.