Stai leggendo: Oggi Sex and The City avrebbe un cast molto diverso, parola di Cynthia Nixon

Letto: {{progress}}

Oggi Sex and The City avrebbe un cast molto diverso, parola di Cynthia Nixon

Sex and The City è stata ed è ancora una serie TV dal sapore femminista, ma secondo Cynthia Nixon (Miranda) le cose sarebbero andate molto diversamente se fosse stata girata oggi, a partire dalla scelta del cast.

Cynthia Nixon Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Sono praticamente nulle le possibilità di rivedere di nuovo insieme le protagoniste di Sex and The City. Carrie, Miranda, Charlotte e Samantha non torneranno al cinema né in TV, a causa di alcune divergenze che hanno ridotto ai minimi termini le speranze dei fan di un nuovo revival della serie. Probabilmente - è questa l'opinione di una buona fetta di pubblico - è meglio così.

D'altronde, Sex and The City racconta un periodo della vita che per le sue attrici protagoniste è passato da un pezzo. Sarebbe interessante ritrovare Carrie e le sue amiche alle prese con i 50 anni (e oltre), ma ne varrebbe davvero la pena? I tempi, inoltre, sono molto cambiati da quando Sex and The City ha esordito in TV (era il 1988).

Di questo è convinta anche Cynthia Nixon, che nella serie ha vestito i panni della cinica Miranda Hobbes. La Nixon, che negli ultimi anni è stata attivamente impegnata in politica e a sostegno delle minoranze e del movimento LGBTQ, crede che tutto sarebbe diverso oggi, a partire dalla scelta del cast.

Ecco cosa ha dichiarato durante il Tribeca Film Festival a IndieWire:

Beh, penso che prima di tutto non saremmo stati tutti bianchi. Una delle cose più difficili per me - e lo era anche a quei tempi - è guardarmi indietro e vedere quanto la serie fosse incentrata sui soldi, giusto? Steve, il marito del mio personaggio, era l'unico vicino alla classe operaia.

Una scena di Sex and The CityHDHBO
Sex and The City: che cast potrebbe avere oggi?

Il mondo patinato e glam di Sex and The City, fatto di sfilate, borse costose e ristoranti chic, non ha mai rispecchiato la realtà. Perfino l'aspetto favoloso delle protagoniste, sempre impeccabili, oggi fa un po' storcere il naso a Cynthia Nixon:

So che l'elemento fantastico è fondamentale ed è stato importante per lo show, ma penso che ci siano molti modi in cui le persone possono risultare visivamente convincenti senza dover sembrare per forza perfette.

La Nixon continua a reputare Sex and The City una serie TV di stampo femminista, ma con delle pecche:

Penso che abbia dei difetti, gli stessi del movimento femminista in sé: è come vedere donne bianche e ricche che lottano per il potere!

Il cast di Sex and The City sul red carpetHDGetty Images
Sex and The City è davvero una serie femminista?

Che ne pensate? Siete d'accordo con Cynthia Nixon? 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE