Stai leggendo: Masturbazione maschile: 10 cose che forse non sai ma vorresti sapere

Letto: {{progress}}

Masturbazione maschile: 10 cose che forse non sai ma vorresti sapere

Dieci curiosità sul piacere solitario maschile, dal luogo preferito alle fantasie scelte: gli uomini non hanno più segreti.

Un uomo nella sua intimità Photo by Ali Yahya on Unsplash in creative commons

0 condivisioni 0 commenti

La masturbazione maschile è uno degli argomenti sulla sessualità umana che ancora risente di vecchi tabù, di ridicole superstizioni e di giudizi severi provenienti da un mondo arcaico. Le leggende sull’onanismo si sprecano: vanno da moniti pseudo scientifici piuttosto fantasiosi come il pericolo di diventare ciechi, di perdere tutti i capelli all’improvviso o di essere l’unica causa dell’acne giovanile fino a identificare colui che pratica in solitudine come un pervertito con evidenti difficoltà sessuali. Tale ignoranza sulla questione, per fortuna, può essere velocemente liquidata con una sana risata e la possibilità di scoprire tutto riguardo l’auto gratificazione maschile, compresi alcuni segreti “del mestiere” di cui forse siete ancora all’oscuro. Noi ve ne mettiamo a disposizione ben dieci!

1. Tutti gli uomini si masturbano?

Sì. Tutti. Dalla prima adolescenza in poi, single e accoppiati, esercitano il diritto al proprio piacere e se dicono che non lo fanno mai sono dei gran bugiardi.

Tutti gli uomini praticano l'onanismo HDPhoto: Caitlyn Wilson per stocksnap in creative commons

Questa attività può subire variazioni nel corso del tempo in intensità e frequenza ma è qualcosa che fa sempre parte del DNA maschile.

2. La masturbazione toglie slancio alla coppia?

L’uomo può darsi piacere in solitudine anche avendo una relazione gratificante, senza per questo ridurre gli slanci amorosi e il desiderio verso la propria compagna.

La relazione di coppia non è minacciata dall'autoerotismo maschile HDIStock

Anzi, affina il desiderio perché aumenta la quantità di testosterone in circolo.

3. Può essere una alternativa al tradimento?

La masturbazione maschile non protegge dai tradimenti ma, per alcuni uomini, lasciarsi andare a fantasie proibite durante l’atto può effettivamente frenare l’impulso a relazioni clandestine che possono avere conseguenze anche nefaste per la coppia.

L'onanismo può essere un buon rifiugio contro il tradimento HDPhoto by Pablo Heimplatz on Unsplash in Creative Commons

Parafrasando William Shakespeare, meglio commettere il più vecchio dei peccati nel più nuovo dei modi.

4. Masturbarsi fa bene alla salute?

Ebbene sì: l’autoerotismo rilascia endorfine, i neurotrasmettitori associati al senso di felicità e benessere, alleviano lo stress.

L'autoerotismo migliora l'umore e le difese immunitarie HDPhoto by Jens Lindner on Unsplash Creative Commons

In più, se questa piacevole attività è vissuta con una certa frequenza, favorisce il ricambio del liquido prostatico, evitando infiammazioni e riducendo la possibilità di soffrire di tumore alla prostata.

5. A cosa e a chi pensano gli uomini quando lo fanno?

C’è quello che ama fantasticare sulla vicina di casa, chi predilige una collega di lavoro con cui magari, nella realtà, non vorrebbe mai una storia o chi fa un puzzle di volti e corpi sconosciuti, appena incrociati in metropolitana.

Quali fantasie sono più gettonate durante la masturbazione maschile? HDPhoto by Lucas Filipe on Unsplash Creative Commons

Non vi sono limiti e non devono esserci, anche se una percentuale rilevante confessa di pensare a momenti di intimità del passato con una ex fidanzata mentre raramente si focalizza sulla partner attuale. La visione di video hot per accendere il desiderio è piuttosto frequente anche per gli innumerevoli menu a disposizione che accontentano tutti i gusti.

6. Meglio la mano o qualche sex toys?

I sex toys appositi, anatomicamente pensati per il piacere al maschile, non incontrano ancora i favori dei puristi che continuano di gran lunga a preferire la classica mano amica, fedelissima compagna di mille avventure solitarie.

La mano conosce meglio le abitudini autoerotiche di un uomo HDPhoto by Geetanjal Khanna on Unsplash Creative Commons

La mano comanda il ritmo, la pressione e la sua sensazione tattile sembra insostituibile.

7. C’è un luogo preferito o un momento migliore della giornata?

Il luogo più gettonato pare sia sotto la doccia mentre il letto e il divano stimolano meno gli appetiti.

La mattina è il momento migliore per l'autoerotismo maschileHDPhoto by Skyler King on Unsplash Creative Commons

Il momento preferito è la mattina, per iniziare la giornata a dir poco galvanizzati ma l’atto deve essere compiuto rigorosamente lontano dalla partner: meglio se è già andata al lavoro o dorme ancora.

8. L’esperienza autoerotica può migliorare l’eiaculazione precoce?

I medici, oltre a farmaci e terapia psicologica, consigliano per gli uomini che soffrono di questo disturbo di provare la masturbazione controllata che consiste nel fare alcuni esercizi pelvici durante l’atto unite a tecniche di controllo come lo Squeeze o lo Stop e Start, ovvero interrompere il movimento non appena si sente l’arrivo dell’orgasmo.

L'autoerotismo può essere un'ottima cura per l'eiaculazione precoce HDPhoto by Alexander Popov on Unsplash creative commons

Per questi metodi si consiglia l’aiuto e abnegazione della partner ma per chi soffre di ansia da prestazione, esercitarsi in solitudine è la migliore delle soluzioni. Uomo avvisato…

9. L’onanismo può influire sulla fertilità maschile?

Una domanda molto gettonata, soprattutto dalle coppie che desiderano avere un figlio. La masturbazione non influisce sulla fertilità maschile esattamente come un rapporto sessuale. Vero è che se l’atto è fin troppo frequente il volume di liquido seminale e il numero di spermatozoi possono essere momentaneamente inferiori.

una sana e non eccessiva masturbazione non diminuisce troppo il volume degli spermatozoi HDPhoto by John Looy on Unsplash creative commons

Se volete accrescere la famiglia, meglio dedicarsi con più slancio al rapporto a due con la propria compagna.

10. Il piacere raggiunto con la masturbazione è migliore o peggiore di quello con la propria partner?

Se pensiamo all’atto fisico e meccanico in sé, il piacere non è né migliore né peggiore. Ma lo stimolo visivo e l’attrazione particolare verso una donna, con i sensi moltiplicati e gli ormoni a mille fanno la differenza, a dimostrazione che anche l’uomo ragiona con il cuore e con il cervello, e non solo con il proprio solitario compagno di giochi.

L'attrazione e l'amore fanno sempre la differenza anche nel piacere HDPhoto by Jez Timms on Unsplash Creative Commons

In conclusione, è d'obbligo citare il regista Woody Allen, il quale consiglia di non condannare la masturbazione perché è fare del sesso con qualcuno che si stima. Come dargli torto?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.