Stai leggendo: In 8 aggrediscono una coppia: ma lei è una ex campionessa di Muay Thai

Letto: {{progress}}

In 8 aggrediscono una coppia: ma lei è una ex campionessa di Muay Thai

La ferocia del branco scagliata su una coppia: lei però è Rossella Setti, nel 2009 campionessa italiana di Muay Thai. E ha evitato il peggio.

Incontro Muay Thai Getty Images

29 condivisioni 2 commenti

Un pestaggio brutale: erano almeno in otto, avevano puntato una coppietta mentre rientrava a casa. E chissà come sarebbero andate le cose, se la coppia in questione non fosse stata Rossella Setti, ex campionessa nel 2009 di Muay Thai (un'arte marziale nota anche come boxe thailandese) insieme al suo compagno. Poteva andare peggio, molto peggio. E invece, Rossella è riuscita a difendere sé stessa e il fidanzato, Mattia Polisena, riuscendo anche a bloccare uno degli aggressori. È accaduto a Carpi, nella notte tra venerdì e sabato scorso. 

Rincasavano da una serata trascorsa al Mattatoio, locale nel centro della cittadina emiliana. Erano le tre di notte. Mentre si incamminavano su quel percorso fatto mille altre volte, tornando a casa la sera, hanno incontrato un gruppo di persone. Erano otto, forse di più. "Non è chiaro se avessero visto l'iPhone o se volessero attaccare briga senza una ragione. Fatto sta che ce li siamo ritrovati addosso", ha raccontato Rossella a Repubblica.

Un'escalation di violenza inaudita. Prima è stato colpito Mattia Polisena, finito a terra privo di sensi. Poi ancora picchiato, a forza di calci sul viso. Rossella Setti, a quel punto, ha cercato di intervenire:

Ne ho colpiti un bel po', cercando anche di toglierli da Mattia. Poi si sono coalizzati tutti su di me, mi hanno immobilizzato colpendomi ripetutamente sul capo. Infine mi hanno spaccato la bottiglia di vetro in testa. Sono dei vigliacchi.

Un amico della coppia si è accorto di quanto stesse succedendo e ha provato a intervenire. Un tentativo vano: dopo essere stato minacciato con una bottiglia di vetro, la cosa giusta da fare era rientrare nel locale, richiamare l'attenzione dei presenti e allertare le forze dell'ordine. 

Coppia aggredita: scena del crimineHDistock

Quando ha sentito le sirene arrivare, racconta Rossella Setti, intorno a lei e al suo fidanzato c'era una pozza di sangue. Gli aggressori, di origini nordafricane, sono scappati. Non tutti, però, sono riusciti a dileguarsi: "Sono riuscita a rialzarmi e a saltare addosso a uno di loro". Si tratta di un ventenne tunisino pregiudicato che aveva violato l'obbligo di dimora. Grazie all'intervento di Rossella, che è riuscito a immobilizzarlo, è stato arrestato. 

La brutta serata non si è conclusa con l'intervento delle forze dell'ordine e l'arrivo in ospedale. Al pronto soccorso sarebbero andati anche due presunti aggressori: "I nostri amici e parenti hanno incontrato questi individui palesemente coinvolti nell’episodio. Loro ovviamente hanno dichiarato il falso, dicendo di essersi picchiati tra di loro e accusando i nostri familiari di essere razzisti. Li hanno anche minacciati con frasi del tipo: Vi tagliamo la gola. Vi veniamo a prendere". Intanto, nei prossimi giorni, la coppia incontrerà il sindaco di Carpi, Alberto Belelli. 

I due sono stati dimessi. Trauma cranico e facciale per lei, frattura multipla alla mascella e al naso per Mattia. Senza contare gli ematomi e le contusioni. Per poco, Polisena non ha perso l'occhio. E alla fine di questa bruttissima vicenda, Rossella non può non augurarsi che i colpevoli vengano identificati. E ringraziare tutti quegli anni di duro allenamento:

Se ci fosse stato un altro al mio posto non so come sarebbe finita. Anche un palestrato, ad esempio, non so come se la sarebbe cavata: perché quello che ti danno in più le arti marziali è l’allenamento mentale per stare in mezzo a tutti quei colpi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO