Stai leggendo: Perché le donne cercano i gigolò (e il sesso non è la priorità)

Letto: {{progress}}

Perché le donne cercano i gigolò (e il sesso non è la priorità)

Quando una donna paga un professionista per una notte di passione: puro piacere o dietro questa scelta c'è qualcosa di più? Leggi la nostra indagine sulle motivazioni che spingono a frequentare un gigolò.

American Gigolò Paramount

0 condivisioni 0 commenti

Affermare che la prostituzione sia il mestiere più antico del mondo non è affatto un luogo comune ma un dato della realtà: le fonti raccontano che, fin dall’antica Grecia, numerosi erano i postriboli in cui sia donne sia uomini erano obbligati dai loro lenoni – parola elegante per descrivere il protettore – a prestazioni sessuali in cambio di un misero guadagno. L’evoluzione umana ha scelto di eccellere e progredire e, nonostante i cambiamenti epocali, il sesso in cambio di denaro è l’unica costante che ancora accomuna l’uomo contemporaneo al suo remoto passato.

Sulla prostituzione femminile conosciamo ogni aspetto e trasformazione sociale: le passeggiatrici notturne lungo i viali delle grandi città sono quasi scomparse in favore di luoghi più discreti come saune e fittizi centri di massaggi orientali mentre internet ha creato nuovi profili – Cam-Girl, Escort - amplificando in modo esponenziale il fenomeno in termini di offerta e guadagno. Anche la prostituzione maschile non è certo una novità: già le ricche matrone romane, opportunamente mascherate per non farsi riconoscere, pagavano profumatamente i gladiatori più forti e vincenti per momenti di piacere.

Il film American Gigolò (Paul Schrader, 1980) con un giovanissimo Richard Gere impegnato a corteggiare ricche e annoiate signore e scegliere costosissime camicie Armani ha sdoganato questa figura professionale che, in Italia e all’estero, è sempre più richiesta dalle donne pur non avvicinandosi minimamente ai guadagni delle colleghe e alla frequenza e abitudini ben radicate del genere maschile.

Che cosa spinge una donna a pagare un uomo in cambio di sesso? È la tanto attesa parità di genere che arriva pian piano anche attraverso questa nuova abitudine o dietro la necessità di accompagnarsi a un professionista dell’eros c’è qualcosa di più?

I numerosi blog e profili di questi lavoranti del piacere raccontano la complessità di un mestiere in cui, più che in macchine del sesso si devono improvvisare sempre più spesso in psicologi, in terapeuti sessuali o, semplicemente, in un amico affettuoso e pronto all’ascolto. Il ritratto di queste frequentatrici - età dai 25 ai 60 anni, economicamente benestanti e residenti in netta percentuale al centro-nord - mostra che dietro i motivi di un gesto così radicale il piacere solo per il piacere, paradossalmente, sembra essere spesso in secondo piano.

Siete curiose di conoscere le ragioni e argomentazioni più utilizzate? Ecco i motivi per cui le donne cercano i gigolò.

1. Essere accompagnate durante un viaggio o un evento importante

Una delle richieste più frequenti, quando una donna non ha un compagno stabile o un amico, è quella di essere accompagnate a un ricevimento, a un matrimonio in cui non vogliono per vari motivi andare da sole. 

Una donna paga un uomo anche per farle da cavaliere HDIStock

Per alcune, anche un viaggio da affrontare in solitudine può mettere in difficoltà e l’idea di avere accanto qualcuno, anche se a pagamento, può fare emotivamente la differenza.

2. Superare un divorzio o una delusione amorosa 

Donne segnate da un tempestoso divorzio, ferite nel profondo nella loro femminilità e che hanno perso fiducia nel loro aspetto e capacità di sedurre, non riescono a mettersi più in gioco con gli uomini e, paradossalmente, preferiscono pagarne uno per farsi corteggiare, coccolare e amare pur sapendo che è tutto fittizio.

Il professionista del sesso aiuta affettivamente le donne dopo un divorzio HDIStock

Questo genere di recita cosciente permette ad alcune – secondo la testimonianza di questi professionisti – di ritrovarsi, di sentirsi ancora donne senza temere di essere rifiutate.

3. Perdere la verginità dopo i 30 anni

Ci sono donne che non certo per motivi estetici ma per questioni morali, blocchi emotivi o profonda timidezza, non hanno mai colto l’occasione di amare un uomo o solo di fare del sesso, rimanendo vergini anche dopo i 30 e i 40 anni. 

Le donne pagano un uomo per perdere la verginità dopo i 30 HDIStock

Certe hanno finalmente incontrato un compagno ma si vergognano di confessare al proprio lui quello che sentono come un grosso ostacolo; altre hanno trovato solo ora il coraggio e il desiderio di provare questa fondamentale esperienza e si affidano al mestierante dell’eros per superare le proprie paure e inibizioni.

4. Superare la paura di una violenza subita

Attenzioni indesiderate da piccole fino a vere violenze sessuali lasciano un segno profondo nell’animo e nel corpo di una donna tanto da non voler farsi avvicinare da un uomo per il terrore di rivivere anche solo lontanamente una situazione così terribile. 

La donna segnata da violenza può ritrovare fiducia pagando un uomo HDIStock

Pagare una figura maschile dà la sensazione di poter prendere in mano le redini della relazione, di scegliere di fare solo quello che si desidera perché si è certe di non avere alcun tipo di imposizione ed obbligo. 

5. Si percepiscono troppo brutte o troppo belle 

I Gigolò raccontano che è abbastanza frequente essere contattati da donne che, sentendosi esteticamente inadatte a una relazione amorosa pur non essendo assolutamente sgradevoli, scelgono proprio loro per una serata romantica o erotica.

Pagare un uomo perché ci si sente o troppo brutte o troppo belle per trovare un uomo HDIStock

All’opposto, arrivano proposte anche da donne decisamente avvenenti che, paradossalmente, raccontano che la loro indubbia bellezza rende più arduo ricevere un approccio maschile e quindi più difficile iniziare una relazione.

6. La donna omosessuale che vuole provare il rapporto con un uomo 

Le scelte di genere sono sempre più complesse e fluide e capita che anche chi è sicura di amare il proprio sesso sia presa dalla curiosità di provare a fare l’amore con un uomo. 

Una donna omosessuale può provare una esperienza nuova senza sentirsi sbagliata HDIStock

Scegliere di pagarne uno permette di non coinvolgere un amico o un estraneo, sperimentando senza imbarazzi o giudizi questo nuovo e momentaneo impulso.

7. Sposate o fidanzate in cerca di nuove esperienze erotiche 

Anche le donne (felicemente?) sposate o fidanzate sono tentate di scegliere un uomo a pagamento per poter provare un gioco erotico che non osano confessare al proprio compagno. 

Donne sposate che non osano vivere una fantasia con il marito pagano uno gigolòHDIStock

O, semplicemente, per rompere la routine amorosa senza dover tradire in modo “tradizionale” il proprio lui.

8. Il piacere per il piacere 

Infine, arriviamo a quella categoria di donne, realizzate nel lavoro e anche affettivamente – sole o sposate poco importa – che desiderano farsi un regalo speciale: una notte di fuoco con un uomo piacevole, senza legami o complicazioni, con leggerezza e tanto divertimento.

Pagare un uomo per una donna sicura di sè è un regalo molto piacevole HDIStock

Non si sentono manchevoli di qualcosa ma, semplicemente, non vogliono perdere tempo in corteggiamenti, cene con uomini a cui non sono interessate per arrivare a una botta e via.

Vota anche tu!

Pagheresti un gigolò? 

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE