Stai leggendo: Game of Thrones: l'interprete di Podrick Daniel Portman ha subito pesanti avance dalle fan mature a causa del suo personaggio

Letto: {{progress}}

Game of Thrones: l'interprete di Podrick Daniel Portman ha subito pesanti avance dalle fan mature a causa del suo personaggio

La vita di Daniel Portman è cambiata drasticamente grazie alla fama di Game of Thrones, ma in particolare l'attore che interpreta Podrick è diventato molto popolare con le donne mature per via di un episodio della terza stagione della serie.

L'attore Daniel Portman Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Daniel Portman, l’attore che interpreta lo scudiero Podrick Payne in Game of Thrones, ha raccontato di essere diventato oggetto d’attenzione da parte di molte donne più grandi di lui per via di alcune scene del suo personaggio nella serie HBO.

Durante la terza stagione, infatti, Podrick diventa l’idolo di alcune prostitute in un postribolo, le quali si rifiutano di essere pagate dal suo padrone, Tyrion Lannister (Peter Dinklage), dopo aver giaciuto con il giovane, a dimostrazione delle sua grandi capacità amatorie. In una recente intervista con Esquire, l’attore 27enne ha raccontato che la sequenza di tanti anni fa lo ha portato a diventare particolarmente popolare con le donne mature:

Sono stato palpato da così tante donne… cioè la quantità di donne più grandi che sono così…

L’attore non finito la frase e ha continuato: “Al giorno d’oggi penseresti che la gente sia capace di distinguere la realtà dalla finzione. Non voglio dire che sia una conseguenza normale [del mio lavoro], ma sai, la gente è davvero impazzita. Non è una cosa piacevole”.

Daniel Portman ha poi ammesso che non avrebbe mai immaginato che la sua vita sarebbe cambiata così tanto per via della serie, soprattutto perché la gente spesso si chiede se anche nella vita lui abbia le doti del suo personaggio.

Avevo 20 anni quando ho girato quella scena nel postribolo, e quindi ero praticamente un bambino in un negozio di caramelle.

E ha aggiunto: “Quando dici a un attore di 20 anni, che è praticamente capitato per caso in questa grande serie TV, che all’improvviso deve diventare un Casanova, la gente nel mondo si chiede se sia vero o no. Mentirei se dicessi che non è stato divertente".

Podrick è uno dei pochi personaggi secondari ad essere sopravvissuto fino all’ultima stagione, e a detta di Daniel Portman questo è dovuto al fatto che la sua figura contribuisce con qualcosa di importante allo show: “Mi è sembrato semplicemente che c’era qualcosa nel mio personaggio, per cui hanno voluto continuare a scrivere per me. È un complimento enorme quando gli sceneggiatori ti dicono ‘Ti vogliamo ancora qui intorno perché noi scriviamo il tuo personaggio e crediamo che ciò che porti nello show sia importante’. È molto, molto commovente”.

Attenzione! Possibili spoiler!

Nella seconda puntata dell’ottava stagione, Podrick aiuta dei giovani soldati a prepararsi al combattimento sotto la guida di Lady Brianne (Gwendoline Christie). Al riguardo l’attore ha detto: “Mi piace vedere qualcuno che non ha assolutamente alcuna speranza di condurre le truppe, che può allenare gli altri al combattimento e finisce in prima linea insieme a Brianne… È come se fosse stato promosso. Non è più un semplice scudiero”.

Nello stesso episodio il personaggio di Portman si trova a cantare di fronte a Tyrion, Brianne, Jamie Lannister e altri nelle ultime ore prima della battaglia decisiva contro gli Estranei. Portman racconta che non aveva avuto molto preavviso riguardo il momento musicale, in cui Podrick canta di una donna coinvolta in una storia d’amore destinata all’insuccesso con il principe Duncan Targaryen, che abdicò al trono per rimanere con lei: “L’hanno messo nel copione e non me l’hanno detto. Ero terrorizzato all’idea di cantare di fronte a tutte quelle persone con la telecamera in faccia. E pensare che un miliardo di persone avrà visto il primo episodio. Quindi l’idea che tanta gente mi avrebbe visto mi ha terrorizzato”.

L’ottava e ultima stagione di Game of Thrones torna ogni lunedì su Sky Atlantic.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.