Stai leggendo: Sophie Turner di Game of Thrones: ‘Ero depressa per gli insulti al mio corpo’

Letto: {{progress}}

Sophie Turner di Game of Thrones: ‘Ero depressa per gli insulti al mio corpo’

Il bodyshaming e la deriva di odio sui social sono la piaga del nuovo millennio. Anche una star come Sophie Turner ha subito una tempesta di offese, tanto da essere caduta in depressione.

Sophie Turner in primo piano Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

È bellissima e famosa, ma da tempo si sottopone alla terapia psicologica. Sophie Turner, star di Game of Thrones, ha svelato durante un’intervista con Dr. Phil - sul suo podcast Phil in the Blanks – di aver sperimentato il tunnel della depressione. L’attrice da tempo sta lavorando per rafforzare la propria autostima e non farsi scalfire dalle offese e dalle critiche degli altri.

Sophie, che ha pianto durante l'intervista, ricordando i momenti peggiori, prende anche delle medicine per combattere la sua malattia e affianca alla terapia farmacologica una serie di incontri con un professionista che la sta aiutando a lavorare su se stessa. 

Per me alzarsi dal letto, uscire di casa e imparare ad amare se stessi è la sfida più grande. Mi sento molto meglio, sto andando in terapia […] e mi amo più di quanto facessi un tempo. 

Sophie aveva iniziato a vacillare dopo un aumento di peso che aveva scatenato le critiche e i feroci insulti sui social. Vivere sotto i riflettori non è sempre glam e gratificante e Sophie, che stava attraversando il momento dell’adolescenza, lo sa bene.

Ricevevo un sacco di commenti sul peso, sul fatto che avessi la pelle chiazzata - perché ero un adolescente, e questo è normale – e allo stesso ricevevo molti commenti sulla mia pelle e sul mio peso, nonché giudizi sul fatto che non fossi una brava attrice.

La Turner era caduta nel baratro e si era convinta che i commenti più crudeli dicessero la verità: era praticamente certa di essere grassa, di avere una brutta pelle e di non essere in grado di recitare. La depressione l’aveva indotta a chiudersi in casa a piangere.

View this post on Instagram

#LouisVuitton #LVconnected

A post shared by Sophie Turner (@sophiet) on

Ma l’attrice ha superato il momento buio facendosi aiutare e intraprendendo una terapia: riuscire a non far coincidere il proprio giudizio su se stessi con quello degli altri è un grande traguardo, ma non sempre facile da conquistare.

Ritratto di Sophie TurnerHDGetty Images
Sophie Turner nel 2013

Complimenti a Sophie e alla sua reazione agli attacchi, un modello positivo a cui ispirarsi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.