Stai leggendo: The Resident 2: Mina faccia a faccia con il suo passato nell’episodio 15

Letto: {{progress}}

The Resident 2: Mina faccia a faccia con il suo passato nell’episodio 15

La recensione dell’episodio 15 di The Resident 2, Regine della chirurgia.

0 condivisioni 0 commenti

Indice: Pagina 1 The Resident 2: Mina faccia a faccia con il suo passato nell’episodio 15

La scorsa puntata della seconda stagione di The Resident si è conclusa con la romanticissima proposta di matrimonio fatta da Micah a Mina proprio nel ristorante in cui la coppia è riuscita ad andare per San Valentino grazie al dottor A.J. Austin, innamorato a sua volta della dottoressa. Nell’episodio 15 di The Resident 2 scopriamo subito che Mina per quanto riguarda il suo futuro con Micah ha deciso di prendere tempo prima di decidere se diventare sua moglie o meno.

Nonostante la storyline relativa alla coppia sia per ora in stand-by, la Okafor è comunque una delle protagonista assolute della puntata del medical drama dal titolo Regine della chirurgia in quanto una sua carissima amica, Adaku, è affetta da un gravissimo tumore che ha colpito entrambi i seni. Scioccante diagnosi sprona Mina a chiamare l’unica dottoressa in grado di aiutare Adaku, ovvero la sua leggendaria mamma.

Negli scorsi episodi di The Resident abbiamo scoperto che la Okafor si è vista in passato costretta a lasciare la Nigeria a causa di un incendio che ha colpito la sua casa, proprio mentre la madre era a lavoro, e in cui sono morte le sorelle minori. Questo terribile evento del passato della Mina torna di nuovo a sconvolgere la sua vita con l’arrivo della madre, la dottoressa Josephine Okeke al Chastain.

La donna, infatti, dall’alto delle sua empatia con la paziente Adaku e delle sue capacità da grande chirurgo, mette in discussione in tutto e per tutto l’operato della figlia e, durante un pranzo di lavoro, è sul punto di rivelare del tragico incidente, di cui Mina l’ha sempre fatta sentire responsabile a causa della sua assenza come genitore, anche a Bell e Austin che però è già a conoscenza di tutto.

Mentre Mina è alle prese con Josephine che fortunatamente riesce a operare senza complicazioni Adaku, Conrad e Nic sono alle prese con il piccolo Henry il quale sembra di nuovo tormantato da attacchi epilettici nonostante lo stimolatore di nervo vago QuoVadis che gli è stato impiantato e che Gordon Page è in procinto di lanciare sul mercato.

Durante l’ennesimo ricovero di Henry, il piccolo paziente rivela ad Hawkins che si sente in colpa per la sua malattia che ha fatto che ha fatto allontanare il papà e che sta mettendo a repentaglio anche il rapporto della madre con il suo nuovo compagno e, al contempo, confida a Nic uno dei suoi sogni:

Vorrei che Conrad fosse mio padre.

Precedente Successivo The Resident 2: Mina faccia a faccia con il suo passato nell’episodio 15
Indice:

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.