Stai leggendo: Scarlett Johansson teme i paparazzi: 'Sono stalker, prima o poi qualcun altro morirà come Lady Diana'

Letto: {{progress}}

Scarlett Johansson teme i paparazzi: 'Sono stalker, prima o poi qualcun altro morirà come Lady Diana'

Dopo essere stata inseguita da un gruppo di paparazzi, Scarlett Johansson ha affidato un duro comunicato a USA Today: l'attrice chiede che ci siano leggi più severe per coloro che violano la privacy e cita il tragico esempio di Lady Diana

Scarlett Johansson Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Dopo essere stata ospite del Jimmy Kimmel Live! lo scorso lunedì, 8 aprile, Scarlett Johansson è stata vittima di un episodio increscioso. L'attrice è stata inseguita in modo pericoloso da un gruppo di paparazzi e ha deciso di presentarsi alla stazione di polizia più vicina per avvertire le autorità competenti. Non ha sporto denuncia, ma esasperata e terrorizzata da quanto accaduto ha voluto rendere nota la sua esperienza. Affinché tutti sappiano, la Johansson ha diramato un comunicato tramite USA Today.

Sono stata seguita da cinque auto con i vetri oscurati piene di uomini che con le loro luci rosse e i loro flash mettevano a rischio altri conducenti e pedoni, il tutto per seguirmi e scoprire dove stessi andando per poi perseguitare me e mia figlia durante il mio soggiorno. E tutto questo è perfettamente legale.

L'attrice di Avengers: Endgame paragona i paparazzi agli stalker e chiede a gran voce una regolamentazione più rigida in merito. Ecco perché si è recata al distretto locale di polizia e invita tutti coloro che si trovino in situazioni simili a farlo.

Scarlett Johansson ha spiegato: "Sentivo che era mio dovere come cittadina preoccupata che era stata inseguita pericolosamente e perseguitata cercare aiuto in polizia".

Scarlett Johansson a un panel con i giornalistiHDGetty Images
Scarlett Johansson reputa i paparazzi pericolosi quanto gli stalker

Fortunatamente, la Johansson è rientrata a casa senza conseguenze e in totale sicurezza, ma ha tenuto a fare luce sui possibili rischi citando un esempio tragico noto a tutti, quello di Lady Diana, scomparsa nel 1997 in un incidente d'auto proprio mentre tentava di seminare i paparazzi:

Le donne negli USA sono perseguitate, molestate e spaventate, e una legge universale sullo stalking deve essere la priorità per le forze dell'ordine. Finché i paparazzi non verranno considerati dalla legge stalker criminali quali sono, è solo questione di tempo prima che qualcuno rimanga ferito o ucciso, come la Principessa Diana.

Sono parole dure quelle di Scarlett Johansson, parole che fanno molto riflettere. Dalla morte di Lady Diana sono passati 22 anni e, da allora, nulla è cambiato.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.