Stai leggendo: Pizza di Pasqua con il limone e l'arancia, la ricetta tradizionale

Letto: {{progress}}

Pizza di Pasqua con il limone e l'arancia, la ricetta tradizionale

La pizza di Pasqua è un panettone dolce della tradizione del Centro Italia: prova la ricetta e ti stupirai del profumo agli agrumi di questo dolce pasquale.

Pizza di Pasqua iStock Photo

0 condivisioni 0 commenti

Non farti ingannare dal nome, la pizza di Pasqua non è affatto una torta salata. Si tratta di un panettone dolce, la cui ricetta proviene dal centro Italia. Le famiglie abruzzesi e laziali mangiano la pizza di Pasqua a colazione, a fine pasto o a merenda durante le festività.

In effetti, scoprirai che questo dolce lievitato assomiglia quasi al classico panettone di Natale con i canditi. La differenza però è nel profumo. La pizza di Pasqua è molto aromatica grazie alla presenza sia delle scorze di arancia e limone che della cannella. Qualcuno aggiunge persino dei semi di anice o un cucchiaino di rum nell’impasto per aumentare ancora di più gusto e profumo.

Pizza di Pasqua: la ricetta

Per preparare questo dolce pasquale devi organizzare bene la tua giornata in cucina. La pizza di Pasqua ha bisogno di circa 4 ore di lievitazione per avere quella consistenza soffice che la caratterizza.

La cosa migliore sarebbe prepararla un paio di giorni prima di consumarla e conservarla in un sacchetto per alimenti. Grazie a questa accortezza, si sprigioneranno tutti gli aromi e il profumo e il sapore saranno eccezionali. Armati di ingredienti e tempo libero e prepara la deliziosa pizza di Pasqua.

Informazioni

  • Difficoltà Media
  • Metodo di cottura In forno
  • Categoria Torte
  • Preparazione 270 minuti
  • Cottura 30 minuti
  • Tempo totale 300 minuti
  • Dosi 8/10 persone

Ingredienti

  • Farina 00 360 gr
  • Zucchero 100 gr
  • Lievito di birra 25 gr
  • Burro 100 gr
  • Uova 4
  • Scorza di limone 1
  • Scorza di arancia 1
  • Canditi 80 gr
  • Cannella q.b.
  • Tuorlo d’uovo 1
  • Sale 1 pizzico

Preparazione

  1. Sciogli il lievito in una ciotola con acqua tiepida, lascia riposare per 15 minuti e, nel frattempo, fai fondere il burro in un pentolino.

  2. Forma una fontana con la farina su una spianatoia e aggiungi lo zucchero. Sbatti le uova in una ciotola insieme a un pizzico di sale, al burro fuso e all’acqua con il lievito.

  3. Fai un buco al centro della fontana di farina e versa le uova sbattute. Inizia a impastare e lavora il composto fino a quando tutti i liquidi non si sono assorbiti.

  4. Aggiungi una spolverata di cannella, i canditi e la scorza grattugiata dell’arancia e del limone.  Continua a lavorare l’impasto in modo da renderlo liscio ed elastico.

  5. Forma una palla, pratica una piccola incisione sulla superficie e copri con un canovaccio. Per favorire la lievitazione metti l’impasto nel forno spento con la luce accesa e lascialo riposare per almeno 60 minuti.

  6. Trascorso il tempo della lievitazione, trasferisci l’impasto in uno stampo imburrato per panettoni del diametro di circa 22 centimetri.

  7. Incidi di nuovo la superficie, copri con un canovaccio e fai lievitare per almeno 3 ore.

  8. Quando il composto sarà perfettamente lievitato, spennella la superficie con il tuorlo sbattuto e inforna a 200 gradi per 30 minuti.

  9. La tua pizza di Pasqua sarà pronta quando la superficie assume un bel colore dorato.

Pizza di Pasqua: la ricetta con il lievitino

Per la perfetta riuscita di questo dolce ricordati di utilizzare ingredienti a temperatura ambiente. Le uova, per esempio, vanno tirate fuori dal frigorifero una quindicina di minuti prima di cominciare la preparazione.

Se vuoi dare vita a una lievitazione davvero perfetta, devi ritagliarti un po’ di tempo in più e preparare il lievitino da utilizzare al posto del semplice lievito sciolto in acqua tiepida. Come? Sciogli il lievito di birra in mezzo bicchiere di latte tiepido. Disponi 100 grammi di farina su una spianatoia, versa 1 cucchiaio di zucchero e aggiungi il latte con il lievito di birra. Impasta con le mani fino ottenere un panetto morbido e lascialo a lievitare. Il lievitino è pronto quando il volume risulta raddoppiato.

A questo punto, puoi aggiungerlo al tuo impasto della pizza di Pasqua per favorirne la lievitazione.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.